L’attimo in cui siamo felici.

Immagine1.jpgCi sono libri che leggi perché sono di moda. Altri che ti chiamano come per il protagonista de “La Storia Infinita”. Ed è questo il caso de “L’attimo in cui siamo felici” di Valerio Millefoglie.  Un libro che mi ha fatto sorridere (molto), riflettere (moltissimo) e piangere (un pochino). 

Ho sentito la sua voce chiamarmi. Io l’ho comprato in formato e-book, ma voi potete acquistarlo nel più romantico cartaceo. L’effetto sarà il medesimo. L’assunzione della “terapia” non ne compromette l’esito.   “L’attimo in cui siamo felici”  è un percorso di vita. Una sorta di cammino ad ostacoli (piccoli, moderati, assolutamente sormontabili) che ci instilla piccole gocce di positività. Senza buonismi. Senza forzati happy end. Senza tramonti da cartolina. 

C’è l’amore per un microcosmo fatto di momenti. I miei. I vostri. Quelli di Valerio. Un barese emigrato-cittadino del mondo-che trova il filo d’Arianna della sua maturità proprio nelle strade del suo passato.

Non ve lo spiego, io, chi è Valerio Millefoglie. Cosa ha fatto. Cosa sta facendo. Cosa farà. Vi lascio qui un invito per conoscerlo. A voi la furbizia di prendere al volo l’occasione e scoprire il canto di un  menestrello dell’anima, travestito da dottore.

In collaborazione con Inchiostrolibri.it, L’ATTIMO IN CUI SIAMO FELICI di VALERIO MILLEFOGLIE sarà presentato all’EKOINE’ RI-PUB – Bari Vecchia

L’autore barese, adottato da Milano, Valerio Millefoglie presenta il suo nuovo libro, L’attimo in cui siamo felici (Einaudi – Stile Libero) con una SEDUTA DI PSICOANALISI PUBBLICA.

Millefoglie leggerà alcuni estratti del suo libro.
Gianmichele Laquale, un vero psicologo, analizzerà gli attimi felici come in una vera seduta di psicoterapia.
Introduce (pocopoco) Ilenia Caito.

«Ricostruirò la mia felicità assumendo dosi di felicità altrui».

Un libro che cura, un’inchiesta sulle cose belle e possibili.
Per riprendersi dalla scomparsa del padre, l’autore decide di verificare le proprietà terapeutiche della felicità. Distribuisce in bar, chiese, carceri, scuole, negozi, banche e supermercati migliaia di questionari in cui chiede di descrivere e cronometrare i momenti felici in una settimana qualsiasi. Ottiene molte risposte e inizia una serie di incontri che incantano per originalità e delicatezza. E alla fine riscaldano, consolano e, forse, un po’ aiutano a guarire dalla malinconia. Davvero.
http://youtu.be/oW0rL2TVynI

www.attimofelice.it
www.inchiostrolibri.it

Black&Blues

black&blues.jpgPer una generazione come la mia, cresciuta a serie tv americane e programmazione radio di stampo internazionale, il periodo di Natale è anche musica, voci black, ritmi coinvolgenti e voglia di scaldarsi al fuoco caldo dei grandi classici del Gospel.

Chi non si è mai rigenerato con le performances di Aretha Franklin e chi non ha mai cominciato a muovere la testa sul rullante con i cori coinvolgenti della OST di Blues Brothers?

Martedì 8 dicembre alle ore 21,00 presso il Teatro Di Cagno Abbrescia di Bari,  sarà in scena il Gospel dei Black & Blues diretti da Amelia Milella.

I Black & Blues,  resi veri e grandi professionisti della musica, dalla loro esperienza in tantissimi anni di gruppo e importanti manifestazioni, fino ad esibirsi con Christal White, Cheryl Porter, Bobby Durham, spaziando dalla musica afroamericana, al rythm&blues, al soul, senza escludere importanti pagine della musica leggera.

Il repertorio spazierà dai classici del Gospel come Amazing Grace, Amen, Precious Lord, Oh Happy Day, Sometimes I Feel, e  brani di artisti del Rhythm & Blues e del Soul, quali Aretha Franklyn, James Brown e dei Blues Brothers.

L’ evento si coniugherà alla solidarietà in quanto parte del ricavato dello spettacolo sarà devoluto in beneficenza all’Associazione Pugliese ” Beppe Valerio ” – ONLUS. L’evento, che apre al Natale, sarà una gradita occasione per scambiarsi auguri Inoltre, tra i presenti, saranno sorteggiati gratuitamente piccoli doni.

Un’occasione ideale per ascoltare buona musica, passare una serata diversa, e fare anche del bene.

Informazioni tel 389031130 – 080.5648789 – 0805242063

Feel rythm, feel blues, con i Black & Blues!

Nel gioco del Jazz

Jean_luc_ponty.jpgNasce a Bari una nuova Associazione Culturale, denominata “Nel Gioco del Jazz”, presieduta da Donato Romito e la cui direzione artistica è affidata al noto musicista Roberto Ottaviano,  con l’intento di diffondere nel territorio la cultura artistica in tutte le sue espressioni, rivolgendo una particolare attenzione alla musica jazz e promuovendo  organiche stagioni concertistiche.

Il neonato sodalizio inizia la propria attività con la promozione della I Rassegna Internazionale 2009/10, formata da sei eventi, che si terranno nella città di Bari.

La rassegna sarà inaugurata al Teatro Comunale Piccinni, in collaborazione con la Onlus Beppe Valerio, il 18 dicembre con il leggendario violinista francese Jean-Luc Ponty, pioniere del jazz rock e delle sperimentazioni elettriche e celebre per le collaborazioni con Stephane Grappelli, la  Mahavishnu Orchestra, Daryl Stuermer e Frank Zappa.

Ponty  presenterà  il suo ultimo album “The Atacama Experience”, frutto delle esperienze di una Locandina.jpglunga e diversificata carriera in compagnia della sua Band. Uscito nel 2007, ha ricevuto 4 stelle dal jazz magazine americano Down Beat. Tra jazz con reminiscenze classiche, jazz rock, fughe elettroniche e giravolte in assolo, The Atacama Experience è il risultato delle diverse fasi musicali di Ponty, o come lui stesso dichiara: “È un patchwork musicale incosciente di ciò che sono diventato come musicista”.

Lo accompagneranno William Lecomte alle tastiere, Guy Nsanguè Akwa al contrabbasso e Pierre Francoise Dufour alle percussioni. Il concerto di “Jean Luc Ponty & His Band” è patrocinato dalla Fondazione Lirica Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.

Il secondo appuntamento è previsto il 12 gennaio al Teatro Royal con il duo Duo Bepi D’Amato & Tony Pancella. Il duo clarinetto-sax e pianoforte interpreterà Monk’s Dream, il primo album del noto jazzista Thelonious Monk,  pubblicato nel 1963, e  sicuramente  l’album più venduto del grande jazzista, con una  caratterizzazione originale ed inedita sia nell’armonizzazione che nella esposizione tematica, pur restando nell’ambito della tonalità e di una scansione ritmica comunque permeata di swing.

Il 14 febbraio al Teatro Nuovo Palazzo, sale in cattedra il sassofono di Lew Tabackin, tra i musicisti più rappresentativi del jazz attuale, che senza copiare o emulare i grandi musicisti  del passato, ha assorbito quelli  elementi nel suo stile, creando il proprio suono, unico ed originale, da ascoltare e comprendere.  Oggi, di quel tempo, conserva la spensieratezza e l’amore per le sette note, ma ha aggiunto una consapevolezza e una maturità che portano la sua arte a livelli eccelsi. Con lui sul palco Roberto Gatto, Marco Tamburini e Giuseppe Bassi tre autentici alfieri del jazz moderno made in Italy. Il concerto del trio Tabackin è sostenuto dalla Provincia di Bari.

Il 12 marzo, al Teatro Royal,  è la volta del “The Tempest Trio (Daniele D’Agaro, sax e clarinetto, Bruno Marini, organo Hammond e Han Bennink, batteria), vincitore del Top Jazz 2008. È un narrare, quello del trio, che lega a sé la necessità del fare scaturire musica da qualsiasi “cosa” – il drumming di Han Bennink ne è la prova vivente – dalla terra e dal vento, non lasciando mai che il corpo e la mente vengano divisi nell’istante in cui tutto intorno si incomincia a danzare! L’improvvisazione più libera convive con naturalezza insieme alla tradizione meno scontata (bopper ingiustamente dimenticati come Lucky Thompson o Dodo Marmarosa, ma anche il travolgente r&b di Louis Jordan) e il senso del jazz emerge in tutta la sua più contagiosa ricchezza di storie e di significati.

Il 14 aprile evento speciale, al Cineteatro Palazzo, con un  grande appuntamento con Sarah-Jane Morris, star inglese della musica jazz e pop. Con lei, lo straordinario chitarrista argentino Dominic Miller. Due musicisti di altissimo livello, un’eccezionale e raffinata empatia fra voce e chitarra. il repertorio che presentano include nuovi brani del nuovo album “Where it hurts”  e covers di classici come “Fragile” di Sting e “Toxic” di Britney Spears, rielaborate da Sarah-Jane e Dominic secondo il loro stile.

Il 16 maggio nella suggestiva cornice di Villa Menelao di Turi, concerto con la la formazione della Academy Big Band, diretta da Gregorio Iacobelli.  Dal concerto all’intrattenimento, dal teatro alla sala da ballo. la ABB padroneggia una scelta di brani molto ampia: dal jazz di autori classici come Ellington, Mancini, Gershwin,  a pezzi di compositori contemporanei come Mintzer, Nestico, Holman. La ABB diretta sapientemente annovera tra le sue fila alcuni tra i più importanti talenti emergenti ed affermati del jazz pugliese.

La stagione ha il patrocinio della Regione Puglia, Provincia e Comune di Bari, ed ha il sostegno del main sponsor della Monte dei Paschi di Siena e Villa Menelao di Michele Boccardi.

Per la  campagna abbonamenti per i sei eventi e la vendita dei biglietti per le singole manifestazioni è possibile rivolgersi da mercoledì 18 novembre al Box Office di Via Melo 119 Bari (tel 0805240464) oppure al n.3389031130.