Presw per la cultura

Immagine1.jpg29 giorni conta il mese più breve dell’anno, nella sua quadriennale versione bisestile. Non si tratta infatti di un taglio del Governo Monti e non ci saranno sit-in di camionisti e poco gasolio in giro per questi 2 giorni in meno; si tratta solo di una mera coincidenza astrale e gregoriana.

Il circolo, nonostante l’età media del nucleo forte s’aggiri intorno ai 28 anni, fase della vita in cui è di vitale importanza impegnarsi per non finire nel girone degli sfigati partorito sapientemente dalla sapiente mente del sottosegretario Martone, s’è impegnato anche stavolta a rendere le vostre serate culturalmente valide, sobriamente lontane dai fasti del bunga bunga.

Si parte con il primo dei 4 appuntamenti de “I Dispersi verso Occidente”, la rassegna cinematografica a cura dell’Associazione Culturale La Scatola Blu che ci/vi farà conoscere quei film che i distributori italiani hanno furbescamente ignorato per far spazio ai discendenti più vivi del neorealismo italiano, ovvero i cinepanettone.

Questi gli appuntamenti:

Domenica 12 febbraio, Hunger, di Steve McQueen 

Lunedì 20 febbraio, Cold Souls, di Sophie Barthes 

Domenica 26 febbraio, Bunny and the Bull, di Paul King

I film saranno proiettati in lingua originale, con sottotitoli in italiano.

 

Cinema e letteratura, eterno dilemma. Per sicurezza vi proponiamo entrambe le scelte. Continua il ciclo di presentazioni ed incontro con gli autori di Orizzonte Libri:

Martedì 14 febbraio. giorno consacrato ai consumistici e chissà-quanto-sentiti scambi di regali fra innamorati, nulla è meglio di “Storie di sesso e di ringhiera” di Teresa Petruzzelli, edizioni Aisara.

Un’umanità variegata e pittoresca è protagonista di questo romanzo. Nel quartiere popolare di una non meglio precisata città italiana, in una casa di ringhiera lontana dal centro cittadino isolata tra il nulla e la polvere, alcuni personaggi vivono un’esistenza che sembra ripetersi sempre uguale a sé stessa e cercano, ognuno a suo modo, di sbarcare il lunario. La signora Maria fa le pulizie da una ricca signora romena; Piero, ex studente universitario mai laureatosi, vive di lavoretti saltuari, si relaziona solo col suo gatto isterico ed è refrattario a qualsiasi contatto umano, eccezion fatta per Gino, il quale inventa avventure di sesso con donne affascinanti nel tentativo di risvegliare il desiderio, completamente sopito in Piero; Antonietta affitta camere a studentesse universitarie e dirige l’emittente Radiossessione; le sorelle Gessica e Marion, africane, si prostituiscono sulla statale e cantano nel coro gospel della chiesa.

Martedì 28 febbraio, quasi uno spot per la prossima edizione di Saperi e sapori, sarà la volta di “Piante spontanee nella cucina tradizionale molese”,  a cura di Vito Bianco, Rocco Mariani e Pietro Santamaria, edizione Levante. 

Asparago pungente, bietola comune, boccione maggiore e boccione minore, borragine, cardogna, cicoria selvatica, finocchio marino e finocchio selvatico, grespini, lambascione, ortiche, portulaca, ruchetta selvatica e ruchetta violacea, salicornia europea e succiamele delle fave sono le specie spontanee tipiche della cucina tradizionale della zona di Mola di Bari descritte in un nuovo libro di storie, curiosità e ricette. A Mola di Bari e in tutta la Puglia rappresentavano ingredienti base della cosiddetta cucina povera. Oggi alimentano un forte interesse naturalistico, gastronomico e medicinale, tanto che alcuni di questi prodotti sono riportati nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali.

Capitolo musica. Domenica 19 febbraio sarà la volta del set acustico dei Novaetere. Prendete un po’ di pop, un po’ di alternative-rock, di folk e una buona base jazz, mescolateli con energia, eclettismo, un tocco di esoterismo ed ecco, i Novaetere. Quattro ragazzi baresi che nella sperimentazione di nuove soluzioni musicali e nuovi generi cercano un elemento mancante nell’universo multiforme del Rock per tramutare le emozioni umane in puro suono e schiudere all’ascoltatore mondi inesplorati.

Sino a metà febbraio, sarà possibile prendere visione e firmare le proposte di legge del comitato “L’Italia sono anch’io”. Le proposte prevedono la cittadinanza italiana per i figli di cittadini immigrati regolari e il diritto di voto attivo e passivo per gli stranieri con regolare permesso di soggiorno da almeno 5 anni.

Non vi resta che approfittare del ricco mese di febbraio!

 

http://www.arcivalenzano.it

Valenzano in Fiera di Settembre

Immagine2.jpgPer quattro sabati di settembre Valenzano ospita la Fiera di Settembre. Uno è andato, e ok. Colpa mia.

Ma sapete benissimo che Altamura meritava la mia piccolissima raccomandazione personale… e poi, beh. Avete ancora tre sabati, per vivervi questa Fiera!

Tutte le strade principali nonchè le piazze centrali, si animeranno di sagre, stand gastronomici, intrattenimento per grandi e piccini. Lo scopo è quello di far rivivere la cittadina e di offrire una vetrina carica di avvenimenti. Proprio con questo intento e con il Patrocinio del Comune di Valenzano nella persona del Sindaco Luigi Lampignano e dell’Assessore alle Politiche del Turismo, Spettacolo e Tempo Libero dottoressa Grazia Columbo, si svolgerà la Fiera di settembre nei giorni 4 (già passato), 11, 18 e 25 settembre.

Ogni sabato diverso, questo è l’intento. Ogni sabato dedicato alla gastronomia e alle degustazioni,Immagine1.jpg ma anche all’arte con una mostra e live painting di Tullio Statti, alla moda con sfilate di abiti firmati, alla danza, agli artisti di strada, ma soprattutto alla musica.

Infatti la Fiera di Settembre ospiterà giovani talenti pugliesi che si stanno affacciando alla musica, dedicandogli un palco dove si esibiranno. Molte le presenze tra cui alcuni nomi come i MOTIVA, GIUSEPPE DI BENEDETTO, tra gli emergenti, solo per citarne alcuni, ma tanti ancora se ne stanno aggiungendo.La Fiera di Settembre entra nel vivo.

Immagine3.jpgDopo un’apertura entusiasmante, la manifestazione sabato 11 settembre aprirà per accogliere tutti.Ben tre diversi palchi: il palco dedicato alla danza che ospiterà Lula Visus, il palco degli emergenti che ospiterà gruppi di emergenti provenienti da tutta la regione.

Si alterneranno sul palco “I Volti di Elena”, “Lenula”, “I Fiori” e “Legio Tenebrarum”, e sul terzo palco “Guy & gli specialisti” e i “Rekkiabillly”.I concerti avranno inizio alle ore 18,30 sul palco emergenti e allle 21.30 sul palco artisti ospiti.Inoltre il Castello di Valenzano ospiterà la mostra di Tullio Statti “Raccontami una Favola”. Lo stesso artista in Piazza Plebiscito farà un live painting su insoliti supporti.

Tutti gli eventi saranno gratuiti.

Un motivo in più per scoprire insieme quasta Valenzano by Night.

God Spells, per la Croce Rossa

 

Immagine1.jpgLa Croce Rossa sezione di Valenzano presenta “God Spells”concerto benefico sabato 19 giugno 2010, ore 20:30.

Lo spettacolo prende il nome dal progetto musicale del coro gospel Just a Little Soul Chorus che per l’occasione ha coinvolto anche altri ospiti.

La serata si aprirà con l’esibizione dei Rhomanife, noto gruppo reggae barese e proseguirà con un cabaret del duo comico Renzo DeandriEnzo Strippoli.

Si chiuderà con le sonorità gospel e soul del Just a Little Soul Chorus, accompagnato dalla band ufficiale composta da Vittorio Palmisano (organo hammond), Luigi Catella (basso), Stefano Clemente (chitarra), Michele Di Monte (batteria), Lidia Bitetti (sax tenore), Riccardo La Torre (tromba). Direzione e arrangiamenti, M° Claudia Papa. Voci: Valerio Giorgio (basso), Paolo Tanoia (basso), Roberto Manobianco (tenore), Antonio Cassano (tenore), Vittoria Capasso (contralto), Ornella Ceci (contralto), Mariangela Caputo (soprano).

Ora, non voglio sembrarvi Verdone mentre racconta di quando s’è imbattuto in un cargo battente bandiera liberiana però tra attori, musicisti e35693_1456869672390_1552808435_1115425_3377395_n.jpg cantanti, per quanti ne conosco personalmente non mi basterebbero le dita delle mani (e forse anche dei piedi). Direte “e con questo?”. Giusta osservazione. Con questo mi faccio personalmente garante della serata artisticamente opulenta che vi si sta proponendo.

Grazie a tutti i partecipanti alla manifestazione, il ricavato dell’evento servirà per l’acquisto di un defibrillatore per ambulanza. Che, diciamolo, i mezzi non sono mai abbastanza per fare del bene e soccorrere chi ha bisogno in momenti difficili. Diamo la possibilità alla Croce Rossa di poter operare al servizio della comunità con attrezzature adeguate, anche in previsione dell’ondata di caldo che morderà la nostra città nei mesi a venire (e che già non scherza). Regaleremo salute, sorrisi e, forse, anche la vita a moltissime persone.

L’Organizzazione è SERIA. I soldi vanno DOVE DEVONO ANDARE e, penso, questa garanzia valga tutta la briga di contribuire attivamente alla causa, godendosi anche dei professionisti di notevole calibro. Non aspettiamo Natale per essere più buoni. Non risparmiate in generosità e in applausi per questa grande, splendida serata.

Sagrato della chiesa di S.Maria di S.Luca, zona centrale Valenzano (BA).