Lions e raccolta fondi per l’Abruzzo

Immagine1.jpgIl Lions Club Bari Federico II sotto la presidenza della Prof.ssa Giovanna Valente Posca, ci comunica che  oggi, mercoledì 7 aprile, alle ore 20,30 presso il Teatro Piccinni di Bari si celebrerà il “1°Anniversario del Terremoto” una serata di spettacolo e musica per la raccolta di fondi in favore dell’Abruzzo colpito dal sisma.

Un doppio concerto che vedrà impegnato, nella prima parte, il gruppo The Hope Jubilee Singers, un complesso corale nato nel 1996 nell’ambito di un laboratorio musicale organizzato dall’ITS Romanazzi di Bari. E’ attualmente composto da giovani coristi appassionati, cultori del repertorio spiritual, gospel, blues e jubilee. Il programma presentato dal gruppo comprende alcune tra le più note composizioni di questi seducenti generi musicali, armonizzate ed arrangiate per soli, coro e tastiera dal direttore Bepi Speranza. La seconda parte della serata sarà appannaggio dell’orchestra giovanile “La Bottega dell’Armonia”, diretta dal M° Bepi Speranza e con la M° Giovanna Valente al pianoforte. L’orchestra, costituitasi negli ultimi mesi del 2000, nasce dal desiderio diffuso tra ragazzi, amanti della musica, provenienti da differenti realtà: scuole private, pubbliche e conservatori di musica, di diffondere e di far scoprire e potenziare non solo le abilità strumentali, ma anche le relazioni sociali, umane e di aggregazione.

 

Una serata da non perdere. In primo luogo per la Causa che sostiene. In secondo perché vedrà l’esibizione di grandi talenti pugliesi, alcuni da scoprire, altri da ri-scoprire, con la voglia di portare all’attenzione una ricorrenza da non dimenticare attraverso spettacolo e musica “made in Bari”.

L’evento, in ragione del suo scopo umanitario, che contraddistingue, tra gli altri, l’operato dei Lions Club, è aperto anche ai non soci.
Infotel: 340.6312.899.

Direzione d’orchestra. Un corso a Bari.

Immagine2.jpgL’Associazione Culturale Research Press – Centro Studi Franz Liszt, sotto la direzione artistica della Prof.ssa Giovanna Valente, organizza un corso di direzione d’orchestra con il M° Nicola Samele.
Le lezioni si terranno a partire dal mese di Marzo 2010 ed avranno termine nel mese di dicembre.
Corso finalizzato allo studio della tecnica della direzione operistica. Analisi formale ed estetica della Boheme di Giacomo Puccini.
Un incontro mensile di due giorni: Il primo dedicato allo studio dell’opera al pianoforte
con la partecipazione dei cantanti. Il secondo prove della compagnia di cantanti con
l’Orchestra.
Lo studio è anche finalizzato alla formazione di maestri sostituti ed accompagnatori al pianoforte. La lettura rigorosa del testo musicale sarà compendiata dalle tradizioni d’uso nella pratica operistica. Il saggio finale prevede l’esecuzione dell’opera in forma scenica.

Nicola Samale, nato a Castelnuovo d’Istria, inizia gli studi musicali presso il Conservatorio “Santa Cecilia” in Roma diplomandosi in Flauto, Composizione strumentale per banda e Direzione d’orchestra sotto la guida di maestri quali A. Tassinari, A. Ferdinando, A. Renzi, D. Guaccero, O. di Domenico e F. Ferrara. Partecipa a corsi di perfezionamento in Direzione d’orchestra tenuti da C.. Zucchi, J. Barbirolli e H. Scherchen. Inizia la carriera direttoriale con la vittoria al concorso Aidem di Firenze nel 1969, il secondo premio al Concorso G. Cantelli di Milano nel 1969 e il primo in assoluto nell’ambito della “Rassegna giovani direttori italiani” della Radiotelevisione Italiana del 1970.
Ha diretto tutti la principali orchestre italiane. All’estero è stato principalmente attivo in Inghilterra, Germania, Francia, Romania, Polonia, Slovenia, Stati Uniti d’America, Sudafrica, Belgio, Olanda.
Nicola Samale interprete, “spazia” in repertorio che, per il genere sinfonico, va dal barocco sino alla musica contemporanea, per la lirica, dal settecento napoletano sino alle più recenti espressioni dell’avanguardia.
Ha diretto prime esecuzioni assolute di Soresina, Gervasio, Cusatelli, Prodigo, Pernaiachi, Ferrero, Rendine, Ada Gentile, Arca, D’Amico, Calligaris, Sbordoni, Lombardi, Tutino, Scarlato e ha curato la prima mondiale dell’Oratorio “La Genesi” di Darius Milhaud su testo di Don Sturzo.
Come compositore si è distinto in un campo assai particolare: la ricostruzione di grandi capolavori incompiuti del repertorio sinfonico. La sua ricostruzione del finale della IX Sinfonia di A. Brukner (realizzata in collaborazione con G. Mazzucae, in seguito, con J. Philips) si è imposta all’attenzione della critica internazionale come l’unico tentativo plausibile in tal senso. Il successo di questo lavoro è stato avvalorato da ben tre incisioni discografiche di cui una – diretta da E. Inbal – vinse, nel 1988, il “Diapasond’oro”.
Nello stesso anno N. Samale ha completato anche la ricostruzione dello Scherzo (III movimento) della Sinfonia in Si minore di F. Schubert. Nel 2001 completa la ricostruzione della X Sinfonia di Mahler, eseguita poi alla Sagra Musicale Umbra. Oltre al lavoro di “ricostruttore” N. Samale ha al suo attivo composizioni sinfoniche, vocali e da camera.
Direttore principale dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese tra il 1990 e il 1992, direttore artistico e stabile dell’Istituzione Sinfonica di Lecce e dell’Orchestra filarmonica di Matera. Titolare di cattedra di Direzione d’orchestra presso i Conservatori statali di Sassari e L’Aquila fino al 1993, continua a svolgere attività didattica quale libero docente di corsi di tecnica orchestrale e direzione.

Per informazioni ed iscrizioni: tel.+39 080 556.97.69 Cell: 340 6312899.
e-mail: info@researchpress.it – gio.valente@libero.it – Sito web: www.researchpress.it