Le Olimpiadi dei Baresi

Immagine1.jpgVe ne ho già parlato, abbiamo avuto modo di conoscere sul canale ufficiale di Youtube i partecipanti e conosciuto la baresità in tutte le sue sfumature. Ma quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. L’arena è pronta, il fischio di inizio vicinissimo.

Porto un leggero ritardo nel postare solo per essere sicura che l’appuntamento non vo sfugga.

Si svolgeranno domenica 29 luglio, a partire dalle 17,30, nel centro commerciale Mongolfiera di Bari Santa Caterina, le “Olimpiadi del Barese DOC”,  presentate da Dante Marmone e Tiziana Schiavarelli, a conclusione di un’iniziativa dedicata alla “baresità” che il centro commerciale ha realizzato in occasione dell’inizio dei saldi estivi.

Nel mese di luglio, infatti, Claudio Ravallese e le comiche del Mudù, Annabella Giordano e Luigia Caringella, hanno realizzato nel centro commerciale Mongolfiera Santa Caterina e nel centro di Bari, brevi video-interviste a clienti e passanti per testare il livello di baresità, successivamente pubblicate sulla pagina facebook del centro commerciale e sottoposte al giudizio degli internauti.

Al termine delle votazioni i protagonisti dei video più votati, identificati dal nome di un alimento in dialetto barese, si sfideranno domenica in sei prove di abilità tipicamente baresi a eliminazione diretta per contendersi il titolo di Barese DOC e aggiudicarsi il trofeo messo in palio. Ecco le prove olimpiche sulle quali si sfideranno i concorrenti: in primis ‘Parolame’ per verificare la conoscenza dei termini baresi, poi ‘U sciale’ nella quale i concorrenti si misureranno nell’apertura delle cozze, quindi ‘U tirabusciò’ che selezionerà i più bravi nell’apertura delle birre Peroni con l’accendino e ‘U verrùzze’ che consentirà ai più abili giocatori di verruzzo di passare il turno.

Infine le prove ‘Jùne mònde la lùne’ e ‘Traccheballacche de Bare’ nella quale i tre finalisti saranno chiamati a completare le strofe di alcune filastrocche baresi.

Oltre che per il vincitore e per i finalisti, che riceveranno anche le maglie dei mondiali di calcio fornite dalla Peroni,  sono previsti premi di consolazione per tutti i partecipanti.

I miei complimenti vanno all’organizzazione tutta. Al concept del concorso. Al baresian pride dei partecipanti. Accorrete numerosi, e buon divertimento nel nome della baresità più folkloristica e radicata!

Apparenze alla Vallisa

apparenze.jpg“Apparenze”, è uno  spettacolo che vede impegnati tre attori.
È un percorso pirandelliano sull’amore e sul tradimento.
Un viaggio che prende avvio da una dimensione “reale” (La morsa).
E si conclude in una “surreale” (All’uscita).
Tre personaggi e travagli di una vita terrena.
L’incontro nell’aldilà condannati a “vivere” il loro destino.
Ci si può ribellare ad esso?

Forse sì. Forse no.
Si è in qualche modo al cospetto di una lunga seduta di analisi alla ricerca dell’io e forse dell’Amore.
Un viaggio, quello della vita e della morte, di tre anime, di tre “apparenze”.
Un uomo, una donna, un filosofo.
Una storia raccontata attraverso due testi poco rappresentati e “minori”, se così si può dire, di Pirandello.
Dov’è, dunque, il confine tra reale e surreale?
Anche se caratterizzato da rovelli intellettuali, come tutta l’opera pirandelliana, lo spettacolo è improntato su una chiave di lettura ironica, 27935.jpgcostantemente presente in Pirandello.

Lo spettacolo è scandito dalle musiche di Vasco Rossi arrangiate da Raffaele Nicolì.

L’accostamento Pirandello-Rossi ha tanto interessato il pubblico e per questo abbiamo domandato al regista cosa l’ha spinto a scegliere le musiche del Vasco per queste due pièce.
«Definire vecchio un testo di Pirandello è ormai un luogo comune. Riadattando qualche passaggio demodé, il testo risulta poi essere di grande attualità, per questo mi è sembrato adatto sottolineare e impreziosire il testo dello scrittore siciliano con le splendide musiche di un poeta contemporaneo».

Per la regia di Francesco Carrassi e la presenza in scena di tre attori intensi. Profondi. Incredibilmente forti nel rendere le mille sfaccettature di questo Pirandello “minore”. Lorenzo D’Armento, Tiziana Gerbino e Fabio Giacobbe.

venerdì 26, sabato 27, domenica 28 Marzo
ore 21,00

Info e Prenotazioni
4fticket via Vallisa 24 – Bari
tel. 080-5216276

Biglietto intero €. 15,00
ridotto per anziani, giovani e “Amici della Vallisa” €. 10,00