Fiorella Mannoia a Sud.

Immagine1.jpgNel 2009 ci disse Ho imparato a sognare, grazie a un indimenticabile album di cover. L’anno scorso ci ha stregato con Il tempo e l’armonia, cd e dvd live capaci di fondere musica ed immagini in uno spettacolo di grande intensità. E quest’anno guarda a Sud con un disco di inediti.

Un album che disegna una parte del mondo, il Sud, con le sue meraviglie, i suoi dolori, le mille contraddizioni di terre e popoli diversi ma uniti dallo stesso spirito. Dodici brani nati da collaborazioni ormai consolidate come quella con Ivano Fossati, altre nuove e inaspettate come quella con Frankie Hi-Nrg.

Fiorella Mannoia presenta al pubblico il suo nuovo progetto discografico, da lei voluto e amato.

”Ho maturato l’idea del disco dopo aver letto il libro di Pino Aprile ‘Terroni’. Sono rimasta scioccata dal fatto che quello che abbiamo letto nei libri di scuola e’ lontano da quello che e’ veramente successo intorno all’unita’ d’Italia. Volevo nel mio piccolo fare qualcosa per ridare al Sud un po’ della dignità che le era stata tolta. Poi naturalmente lo sguardo si e’ allargato al tutto il Sud del mondo, a tutti quei paesi saccheggiati, violati, saccheggiati e abbandonati a se stessi come l’Africa, terra di conquista per eccellenza. Non pretendo di cambiare le cose, ma cercare attraverso la musica di rappresentarne la gioia, la disperazione, la nostalgia, e la migrazione dei popoli”

Il suo ritorno con “Sud” è un ritorno fatto di inediti, alcuni scritti per sua mano, altri per mano di artisti come, Ivano Fossati, Paolo Buonvino, Luca Barbarossa, ed è proprio del cantautore romano il pezzo di lancio “Luce”, brano che vede anche la presenza vocale di Faisal Thaer, cantante palestinese. A proposito di Luce, Fiorella Mannoia commenta: “E’ un pezzo sulla compassione. Il primo verso dice ‘non c’e’ figlio che non sia mio figlio’: basterebbe questo per ritrovare questo sentimento ormai perduto”.

Come la maggior parte dei suoi pezzi, dei suoi album, anche i testi di quest’ ultimo disco sono legati molto alla solidarietà, all’emozione e alla voce di un popolo, molte volte non ascoltato.

Influenze italiane, straniere, della tradizione locale, un mix di culture che la Mannoia ha voluto, per dare all’album quel senso precipuo che è l’unione tra le diversità e non l’esclusione, l’emarginazione sociale.

Una novità speciale di “Sud” è la presenza di sonorità partenopee, quelle di “Quanne vuo bene”, con testo di Titina De Filippo, un omaggio a Napoli che la Mannoia racconta così: “La famiglia De Filippo non ha mai voluto darla a nessuno. Quando hanno saputo che sarei stata io a cantarla, hanno accettato. È’ un onore per me”.

 

ore 18:30. Incontro con Fiorella Mannoia

Bari(Bari), La Feltrinelli, ore 18.30, ingresso libero

Info. 080 5207511

Citofonare interno 8

42630.jpgRitorna a Bari l’appuntamento con il reading domestico CITOFONARE INTERNO 8, il divano più prestigioso della città. Il prossimo mercoledì 8 giugno, dalle ore 21, è infatti in uscita il volume VII° di questo scaffale virtuale: “Il Sud non è un luogo comune”, il Sud come luogo fisico e come metafora raccontato dagli autori Omar Di Monopoli, Francesco Marocco e Gianluigi Ricuperati; dall’attore Roberto Corradino con le sue letture dell’altro Sud, e dal prezioso intervento dell’Antonio Dambrosio Ensemble con il progetto “Sempre nuova è l’alba. Omaggio in musica a Rocco Scotellaro”.

Attore autore, Roberto Corradino, si è formato all’INDA (Istituto Nazionale del Dramma Antico) e seguendo laboratori di Santagata, Spiro Scimone e Francesco Sframeli, Raffaello Sanzio Socìetas, Danio Manfredini, Ornella D’Agostino, Living Theatre, Delbono e Robledo, Marco Martinelli. Nel 2004 produce Perché ora affondo nel mio petto riscrittura dalla Pentesilea di von Kleist, e La commedia al sangue, liberamente ispirato al romanzo “Di questa vita menzognera” di Giuseppe Montesano in coproduzione con la compagnia Grammelot e il festival dei Mondi di Andria. In lavorazione il cantiere “Nudo e in semplice anarchia”, riscrittura dal Riccardo II di Shakespeare di cui ha debuttato il prologo Conferenza (un piccolo dominio non ancora perduto).

Radio Bari Città Futura, media partner, seguirà in diretta l’evento sulle frequen ze 101.00 FM. A completare l’opera, una bonus reading exhibition a sorpresa.

 

Sono graditi generi alimentari leggeri,

per perdere peso in modo naturale prima della prova costume.

 

CITOFONARE INTERNO 8 | Il Sud non è un luogo comune è un evento ideato e organizzato da Ines Pierucci e Gianfranco D’Onghia. Grazie, su tutti, al padrone di casa Alessandro Scarola, che per l’occasione prevede lo spostamento sul terrazzo del suo salotto.

 

Ingresso libero fino ad esaurimento terrazzo. 

 

Bari(Bari)

Via degli Alfaraniti 20 – Poggiofranco

ore 21.00

ingresso libero

Info. www.inespierucci.com

Sud Generation

1.jpgDalla sua costituzione il Museo Pascali ha sempre avuto particolare attenzione verso i  giovani artisti  emergenti o affermate professionalità dell’arte in Puglia.

La mostra “SUD GENERATION” nell’ambito della rassegna annuale ‘Il Museo e il suo territorio’ ha per obiettivo l’indagine e la promozione di qualificati artisti pugliesi.

Sono nove gli artisti invitati ad esporre quest’anno, ognuno espressione di un linguaggio e di una poetica differente per interpretare un concetto di SUD al di fuori degli streotipi e delle convenzioni. Partendo da una comune matrice culturale territoriale, gli artisti mostreranno il personale grado di espansione  verso altri territori e linguaggi da esplorare con la forza dell’immagine, della percezione, della diversità, problematizzando le dinamiche attuali legate alle più avanzate ricerche dell’arte visiva e multimediale.

Sono presenze costanti nel panorama più qualificato  dell’arte contemporanea in Puglia  Giampieropolignanomare.mostra.sud.generation.jpg Milella, Cristiano De Gaetano, Cristina Bari, Guillermina De Gennaro, Patrizia Piarulli, Daniela Corbascio, Francesco Schiavulli sino ai più giovani Raffaele Fiorella e Pierpaolo Miccolis, molte le opere site-specific o inedite. Alcuni di loro praticano quella categoria della post-modernità definita territorio ibrido, il meticciamento di forme e culture naturali e artificiali riscontrabile  nelle opere di Daniela Corbascio. La predominanza della materia prescelta, in questo caso l’ardesia delle lavagne scolastiche in Giampiero Milella si innesta a formule di pensiero multiplo nelle quali l’aspetto installativo si allea a quello concettuale e tautologico. Guillermina De Gennaro concentra il suo lavoro su metafore velate  per dare espressione alla malinconia, al ricordo, ad emotive  presenze biografiche.

Raffaele Fiorella intende scandagliare il presente, un mondo fatto di ombre o di esseri solitari e autoreclusi in gabbie abitative. La diversità e il sociale compaiono nelle fotografie  di Cristina Bari, la sua ultima ricerca sugli ospiti del Carcere Minorile di Bari genera emozioni contrastanti. Di sesso, eros con una punta di noir l’opera in video di Patrizia Piarulli, giocata sempre con toni leggeri ed autoironici. Cristiano De Gaetano, punta sul tema familiare e domestico, una ritrattistica estrapolata dagli album casalinghi rielaborata in forme bi-dimensionali e dalla caratteristiche stranianti e inquietanti. Francesco Schiavulli si muove border-line tra scultura  installazioni e performance, la marginalità fisica e mentale è il suo logos antropologico e linguistico. Infine il più giovane di tutti, Pierpaolo Miccolis, presenta i suoi ultimi acquerelli dai quali emerge una tragicità  di forte impatto visivo ed emozionale su una tematica scottante :”Sex end food”.

INFO:

 

FONDAZIONE MUSEO PINO PASCALI

centro storico, Polignano a Mare (Bari).

 

La mostra rimarrà aperta fino al 13 febbraio  2011

dal mercoledi al sabato orario 18/21 – domenica 11/13 – 18/21 (lun-mart. chiuso)

tel.080.4249534 -segreteria@museopinopascali.it  www.museopinopascali.it

A Testa in Sud

 

Immagine1.jpgLe Associazioni Prometeo, L´Urlo, Novart di Acquaviva delle Fonti (BA) organizzano, il 30, 31 Agosto e il 1° Settembre p.v., con il patrocinio del Comune di Acquaviva delle Fonti e la collaborazione dei Presìdi del Libro, il Festival Letterario ´A Testa in Sud´ -Libri da una diversa prospettiva-. Il festival è ideato per valorizzare le eccellenze pugliesi e per riflettere sulla Puglia e sul Meridione come laboratori culturali attivi e interessanti, presentando alcu ni prodotti culturali locali “da una diversa prospettiva”, cioè partendo dalla valorizzazione dell´esistente invece che dall´analisi delle carenze del Mezzogiorno d´Italia. Gli incontri si terranno nell´Atrio di Palazzo De Mari alle 20.30 con ingresso gratuito. In caso di pioggia il Festival si terrà nel Salone delle Feste di Palazzo De Mari.

Il programma:

Lunedì 30 Agosto, ´Dal Sud per informare: giornalisti senza bavaglio´:

– Davide Carlucci, giornalista e autore di Un paese di baroni (ed. Chiarelettere) e A Milano comanda la ´Ndrangheta (ed. Ponte alle Grazie)

– Beppe Lopez, giornalista e autore di romanzi e saggi, fra cui Giornali e democrazia (Glocal) e Il principe nel groviglio (Zines)

– Pino Aprile, giornalista e autore di saggi, fra cui Elogio dell´imbecille (Piemme) e Terroni (Piemme)

– Gianni Lannes, giornalista e autore di Nato: colpito e affondato. La tragedia insabbiata di Francesco Padre (la meridiana)

– Giuliano Foschini, giornalista e autore di Quindici passi (Fandango)

Modera la giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Enrica Simonetti

Martedì 31 Agosto ´Educare per far crescere il Sud´:

– Rosa Pinto e Adele Dentice, autrici di Mare negato (Aracne), con l´artista Michele Pinto

– Teresa Petruzzelli, autrice di Le storie di bimba (Progedit) con l´illustratore Andrea Dentuto

– Antonella Lattanzi, autrice di Devozione (Einaudi)

– Saverio Abbruzzese, autore di Un posto per parlare. L’ascolto a scuola (la meridiana)

– L´editore Elvira Zaccagnino per la Casa Editrice la meridiana

Modera Achille Signorile, avvocato e scrittore

Verrà allestito un laboratorio di scrittura creativa per bambini a cura di Porzia Poli e uno stand con le opere di alcuni illustratori per l´infanzia.

 

Mercoledì 1° Settembre ´Scrivere e pubblicare a Sud´:

– l´editore Gino Dato della Casa Editrice Progedit con l´autore Ettore Catalano, Letteratura del Novecento in Puglia

– l´editore Vito Lacirignola della Casa Editrice Stilo con l´autore Daniele Maria Pegorari, Les Barisiens. Letteratura di una capitale di periferia 1850 – 2010 e con Giovanni Turi, curatore per la Casa Editrice Stilo de Il tempo del risveglio

– l´editore Roberta Magarelli della Casa Editrice Florestano con l´autore Cristò, Come pescare, cucinare e suonare la Trota

– Stefano Savella per Puglialibre -libri a km zero-, blog e rivista cartacea specializzati nella letteratura pugliese

Modera Ferdinando Pappalardo, professore universitario

 

Durante le tre serate verrà allestito uno stand della libreria Stella di Acquaviva delle Fonti con i testi dei relatori e una zona di lettura all´aperto con l´ausilio della Biblioteca comunale.

 

Per informazioni: http://www.atestainsud.blogspot.com/

La partecipazione è gratuita.

 

 

Perdonatemi un pensiero. Una cosa assolutamente avulsa dal contesto. Ma necessaria. Nella notte tra il 27 e il 28, il mio papà è mancato dopo una lunga malattia.

La sofferenza è indescrivibile anche se in molti (maligni), hanno pensato  fosse una maniera insensibile di porsi, quella di fare comunque radio e di non fermarmi con l’attività di local blogger (oltre che di collaboratrice per altre testate).

Mio papà è stato (ed è ancora) un medico stimato da tutta Bari e Provincia. Ha dedicato oltre trentatré anni alla ricerca scientifica, ai suoi pazienti, alla sua città, senza mai fermarsi o arrendersi. Ecco. Il punto è questo. Il modo migliore per ricordarlo non sarà scriverne il nome a caratteri cubitali ma continuare, nel mio piccolo, a fornire dei servizi con l’amore e la passione che ha saputo insegnarmi.

 

 

SMAU Business in Fiera

Immagine1.jpgApre proprio oggi, la 2° edizione di ‘Smau Business Bari‘, l’evento in programma alla Fiera del Levante, realizzato in collaborazione con Confindustria Bari e Barletta-Andria-Trani e Confcommercio Bari, che in due giorni mettera’ al centro della discussione i principali temi legati all’innovazione per il business. Come razionalizzare i costi di gestione amministrativi e finanziari? Quali soluzioni adottare per proteggere al meglio i dati aziendali da virus e intrusioni? Come ottimizzare la gestione dei clienti e la propria immagine sul mercato? Smau Bari rispondera’ a queste e a tante altre domande attraverso uno spazio espositivo che vedra’ protagoniste oltre 80 aziende fornitrici di tecnologie, tra gli altri Cisco, Fastweb, Ib, Intesa Sanpaolo, Microsoft, Sap e Vodafone, e un ricco calendario di piu’ di 40 workshop gratuiti a cura dei migliori docenti universitari, analisti di mercato e istituti di ricerca, quali Aicel, Aism, Gartner, Politecnico di Bari, School of Management del Politecnico di Milano.

Smau Business, che si chiude giovedi’, e’ rivolto in particolare agli imprenditori e ai manager delle piccole e medie imprese italiane e ai rivenditori del Mezzogiorno. Sotto i riflettori alcuni casi concreti di aziende e pubbliche amministrazioni locali, tra cui Societa’ Cooperativa Ariete, il Gruppo Molino Casillo, il gruppo Paparella, Provincia di Bari e molti altri che grazie allo sviluppo di progetti innovativi al loro interno hanno migliorato le proprie performance. Domani si conosceranno i vincitori della prima edizione del Premio Innovazione Idv.

Tra le novita’ di Smau Business Bari, il Laboratorio Fatturazione Elettronica, una mezza giornata di formazione promossa dall’Osservatorio Fatturazione Elettronica della School of Management del Politecnico di Milano insieme a Smau e rivolta a imprenditori e manager del Sud Italia interessati a comprendere i benefici della digitalizzazione e dematerializzazione dei documenti in termini di riduzione dei costi aziendali; altra new entry e’ l’Arena Marketing Trends, con un calendario di incontri sulle potenzialita’ dei nuovi social media quali facebook, twitter, blogging a supporto del business.

Attraverso la multimedialità dello streaming, sarà possibile anche seguire l’evento si internet, seguendo >>questo<< url. Voglio segnalarvi, alle ore 12, Il Premio Innovazione ICT. è un’iniziativa che Smau ha lanciato per sostenere la cultura dell’innovazione nel mondo dell’impresa: l’obiettivo è generare un meccanismo virtuoso di condivisione delle esperienze di eccellenza, con particolare riferimento alle PMI italiane, che troppo spesso non conoscono a pieno i benefici derivanti dall’adozione di moderne tecnologie come leva per aumentare la propria competitività. Alla presenza delle autorità locali, SMAU premierà i migliori casi di successo di aziende ed enti pugliesi e del Sud Italia che hanno innovato con successo il proprio business attraverso le tecnologie digitali.

E questo perché, facendo sentire la voce del Sud Italia, in campo di nuove tecnologie e sentieri digitali, le nostre aziende dimostrino l’alto livello raggiunto nella competizione economica per l’intero stivale.

L’aplicazione e l’investimento economico in questo settore, può renderci grandi e, soprattutto “appetibili” per affari e crescita dal respiro decisamente internazionale.

In bici per Telethon

telethon.jpgConcorsi fotografici, gare di solidarietà, banchetti di raccolta fondi, giochi di ruolo e tanto altro ancora. Anche questo è Telethon: una macchina che non si ferma mai e che tutto l’anno raccoglie fondi attraverso iniziative e eventi sul territorio per finanziare la migliore ricerca sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche.

Le associazioni di ciclisti “Dinamo Sud” e “Fiab-Ruotaliberabari” organizzano per il 12 dicembre 2009 una pedalata in giro per Bari per promuovere due eventi diversi ma altrettanto importanti:
Telethon, l’ormai consolidata campagna di raccolta fondi per la ricerca sulle malattie genetiche, e la coalizione In marcia per il Clima, che vede oltre 50 associazioni impegnate a far giungere la propria voce sino a Copenaghen, sede in questi giorni del vertice mondiale sui cambiamenti climatici.
La partenza del gruppo Telethon è prevista alle ore 9.00 presso l’ingresso di Parco 2 Giugno su Viale Einaudi.

Di qui il gruppo di ciclisti farà alcune tappe presso le agenzie della BNL e raggiungerà alle ore 10.30, per ripartire poco dopo, Piazza del Ferrarese, dove è prevista la riunione del gruppo partecipante all’evento internazionale “100 piazze per il clima – fermiamo la febbre del pianeta” (l’elenco delle altre piazze italiane è disponibile su www.100piazze.it). Sono invitate a partecipare TUTTE LE ASSOCIAZIONI e chiunque abbia una bicicletta marciante. Per l’occasione ai ciclisti partecipanti saranno distribuite due simpatiche soprese per bambini e montati catarifrangenti sulle ruote (sino ad esaurimento scorte), tutto gentilmente offerto da “Il mondo delle Due Ruote”.

Mettiamoci in marcia per il clima e per la solidarietà partecipando numerosi con le nostre biciclette, l’unico mezzo di trasporto in grado di abbassare la febbre del pianeta e di diminuire concretamente le emissioni di gas. Lanciamo tutti insieme il nostro appello non rumoroso e non inquinante a chi a Copenaghen sta decidendo per noi il futuro del pianeta: chiediamo tutti insieme un “accordo mondiale equo, solidale e vincolante per la riduzione dei gas serra”. Senza dimenticarci che pedalare è bene, ma pedalare e fare solidarietà è meglio.

Informazioni e contatti:
Ruotaliberabari: info@ruotaliberabai.it www.ruotaliberabari.it
Dinamo Sud: associazione@dinamosud.eu www.dinamosud.eu

Virgilio Bari Blog, ringrazia vivamente Giuliano Acquaviva per la preziosissima segnalazione.