Il “botto” facciamolo in Piazza!

Immagine1.jpgVolevo salutare il 2011 su questo blog con un post intimista. Poi, mi sono detta, ci sono luoghi e sedi più consoni. Nel frattempo, decidevo con mio fratello il menu di Vigilia. Un qualcosa di tranquillo. Sereno. Raccolto. Meno inquietante dello scorso anno, quando mi ritrovai al pronto soccorso del policlinico con un terribile ascesso. Prima di me, in arrivo a fiotti, diversi feriti da petardi, tricche-e-tracche, miccette, bombette e trullallero.

Tutti con un codice dal colore più intenso del mio. Che ce l’avevo in bocca,”l’esplosione” del Capodanno.

E benché la scelta sia stata ben poco popolare, concordo con quanto annunciato dal Sindaco Emiliano sul suo profilo FaceBook:  ”A furor di popolo (qui sono decine e decine le sollecitazioni) ho deciso di adottare l’ordinanza che vieta i botti di Capodanno al fine di tutelare la sicurezza delle persone e di altri esseri viventi”. 

Il botto, a quanto pare, lo faranno una grande festa. In piazza. A due passi da casa mia.

Una grande festa in piazza per salutare l’inizio del nuovo anno. A Bari il Capodanno comincia all’insegna della grande musica, dello spettacolo e della solidarietà.

Il 31 dicembre i riflettori si accenderanno in piazza della Libertà a partire dalle 22.30; a scaldare il pubblico ci saranno due band nate e cresciute sul territorio barese: gli Z.E.D., recenti vincitori del premio dedicato alla memoria di Mimmo Bucci, e la 20th Century band, specializzata in cover anni ’80 e colonne sonore di grandi film. A condurre la serata la coppia-rivelazione della comicità barese: Boccasile e Maretti, che intratterranno il pubblico e coinvolgeranno gli artisti con le loro gag.

I protagonisti assoluti della festa più lunga del mondo saranno gli Elio e le Storie Tese che saliranno sul palco subito dopo la mezzanotte con un concerto straordinario: un evento esclusivo, in anteprima assoluta, in cui la band offrirà il meglio del suo repertorio condito dagli inimitabili siparietti che caratterizzano i loro show. Il “simpatico complessino” sarà sul palco per salutare il capodanno con “collegamenti” che andranno da Londra a Rio De Janeiro.

Lo spettacolo in piazza proseguirà sino all’alba con l’animazione dei dj-set di Angelo Salomone e Marco Greco che accompagneranno il pubblico in un “giro del mondo” di suoni e festeggiamenti.

Come da tradizione il Comune di Bari, insieme alla BNL, organizza anche quest’anno al Palamartino la Cena degli Abbracci, il tradizionale cenone di solidarietà per consentire a tutti, anche a chi è in difficoltà di festeggiare in allegria e compagnia l’arrivo del 2012.

A tal proposito, parlano quindi di solidarietà, sono felice di potervi dire che moltissime associazioni hanno ricevuto richiesta da parte di volontari pronti a donare il proprio tempo del Capodanno in favore di chi è meno fortunato. Felici delle offerte sono stati in particolare i reparti ospedalieri Oncologici. 

Perché quando stiamo lì a lamentarci di quanto sia stato terribile, questo 2011, non mettiamo in conto il bicchiere mezzo pieno che stringeremo tra le mani per festeggiare l’avvento del 2012.

C’è chi, il bicchiere, è costretto per cause di forza maggiore a vederlo completamente vuoto. Nonostante tutto affronta ogni singolo giorno con la speranza di una nuova alba del sorriso.

In alto i calici. Libiamo. Libiamo. Libiamo. Anche al 2011 che ci lascia. E che ci ha voluto bene, nonostante tutto.

Auguri dalla Vostra Local Blogger Marileda.

Photoriguardi

Immagine1.jpgAnche se siete dei fotografi un po’ pigri (vogliamo rimpolpare questa gallery di Bari, o no?), oggi voglio inaugurare la settimana con la segnalazione di un bel concorso fotografico. Siete ancora in tempo per partecipare. Ergo, scaldate le reflex, mettete a fuoco e dito pronto sul click.

L’Associazione Culturale Il Murattiano in Bari con la Raccomandazione F.I.A.F. organizza il Concorso Fotografico intitolato “BARIphotoriguardi” : la città l’architettura la gente, aperto a tutti gli appassionati di fotografia di qualsiasi livello di esperienza e di tutte le età residenti nella comunità europea e nel bacino del mediterraneo. Il tema del concorso trae spunto dall’incontro tra i numerosi scenari urbani, pertanto ai fotografi partecipanti è richiesto di descrivere come città e campagna, metropoli e ruralità, progresso ed ecologia, si ritrovino, si integrino o completino all’interno della città di Bari attraverso scorci, atmosfere, situazioni, paesaggi, prospettive, sguardi, persone e particolari punti di vista.

 

Sono previste due categorie: cod. a) storie e persone cod. b) paesaggio ed architettura

 

Ogni partecipante potrà iscriversi ad entrambe le categorie, con foto differenti, specificando per ogni immagine la categoria alla quale intendeImmagine2.jpg partecipare. Possono essere inviate massimo 3 foto per categoria che abbiano un formato massimo 30 x 40 cm. e formato minimo 20 x 30 cm. non montate su alcun supporto. Per coloro che alla data di chiusura del bando non avranno compiuto il 18° anno d’età, sarà necessaria l’autorizzazione e la dichiarazione di responsabilità da parte dei genitori.

Le opere accuratamente imballate, dovranno pervenire accompagnate dal modulo partecipazione (allegato 1 al presente regolamento) debitamente compilato e firmato e dalla ricevuta di avvenuto pagamento, con la dicitura sulla busta “BARI photoriguardi CONCORSO FOTOGRAFICO”

per posta franco di ogni spesa, al seguente indirizzo:

Associazione il Murattiano

Via Andrea da Bari 141

70121 Bari

Tel.080.5211169

o consegnate a mano con rilascio ricevuta presso il punto raccolta all’interno della Eucomex snc Viaggi e Turismo

Via Principe Amedeo 151

70100 Bari

Tel.080.5212677

Inoltre per facilitare la pubblicazione delle opere e di quelle vincitrici, dovrà essere spedito, allegando alle stampe anche un CD rom o DVD non riscrivibile contenente una o più delle medesime immagini inviate per il concorso, rigorosamente in formato *.jpg con una risoluzione massima di 300dpi.

 

—>qui<— il bando di concorso completo

—>qui<— la scheda da compilare

Adesso non vi resta che aderire in tantissimi, dando un contributo tangibile al VOSTRO sguardo curioso sulla nostra splendida città.