Il Magico Bosco

Immagine1.jpgDopo il grande successo della prima edizione, Il Magico Bosco, la rassegna culturale organizzata dal Parco Naturale Selva Reale per i più piccoli e patrocinata dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia, è ripartita domenica 9 settembre con tantissime novità e fantastiche avventure. Fino al 31 maggio 2013 i bambini vivranno una stagione all’insegna della magia, del divertimento, della fantasia e anche di grandi collaborazioni. Non mancheranno letture animate, spettacoli teatrali e di burattini, laboratori manipolativi e creativi, escursioni guidate e tantissime feste organizzate direttamente da fate, folletti e gnomi.

Le attività si svolgeranno tutte le domeniche mattine, dalle 11 alle 13, e durante le festività che piacciono tanto ai piccini come Halloween, Befana, Carnevale e Pasquetta; in occasione delle giornate mondiali dedicate all’Infanzia, al gioco, alla tutela degli animali e dell’ambiente. E a grande richiesta, per dare inizio alle festività natalizie, tornerà Roverello – l’elfo postino che raccoglierà le letterine per portarle direttamente a Babbo Natale. E tutti insieme, nel bosco, grandi e piccoli conosceranno atmosfere oniriche.

La rassegna è nata con l’idea di preservare i sogni, l’innocenza e la magia, che solo i bambini hanno il dono di tramandare, per tutelarli, almeno per qualche ora, dall’invadenza della tecnologia. Attraverso momenti ludico-creativi e grazie a operatori esperti e qualificati verranno indirettamente sensibilizzati al rispetto per la natura e per il mondo intero.

La prenotazione è obbligatoria. Tutte le attività si svolgeranno al raggiungimento del numero minino di partecipanti. Per il terzo appuntamento, quello di domenica 23 settembre 2012, ci sarà la Festa del Raccolto in concomitanza con l’Equinozio d’autunno.

 

L’ingresso alle manifestazioni, che iniziano alle ore 11 presso il Parco Naturale Selva Reale, costa 7 euro.

 

INFO: 0808971011

La Notte dei Briganti

 

Immagine1.jpgPer brigantaggio, termine originariamente riferito a fenomeni di banditismo generico, si suole definire una forma d’insurrezione politica e sociale sorta nel Mezzogiorno italiano durante il processo di unificazione dell’Italia e il primo decennio del Regno. Gli autori della resistenza furono infatti definiti, in senso dispregiativo, briganti dai sabaudi. Secondo diversi storici considerando che gli schieramenti tra loro nemici impegnarono notevoli risorse in uno scontro armato all’interno del nuovo Stato italiano, si può definire guerra civile quella che fu allora combattuta.

Il termine brigante è inteso, genericamente, come persona la cui attività è fuorilegge. Sono spesso stati definiti briganti, in senso dispregiativo, combattenti e rivoltosi in determinate situazioni sociali e politiche.

Sylva Tour & Didactis, è un gruppo di giovani animati dalla volontà di valorizzare e rendere fruibile27537_95168945613_1804_n.jpg il patrimonio culturale non solo artistico, ma anche ambientale e paesaggistico del nostro territorio. L’equipe è formata da personale valido e qualificato nel settore storico e turistico, con laureati in Conservazione dei Beni Culturali, Lingue, Scienze Agrarie, Scienze Forestale ed Esperti di Informatica, perché convinti che affidarsi a personale esperto garantisce sempre la perfetta risposta alle più diverse aspettative.

Loro è l’idea e l’organizzazione de “la Notte dei Briganti”, sotto la direzione artizita di Luca De Felice. Presso la Fondazione F. Gigante, alias Casa Rossa è oramai da quattro anni un appuntamento consueto organizzato dall’Associazione Sylva Tour and Didactics di Alberobello. Il  tema della quarta edizione è “Il Bene e il Male”. Lo scopo è il recupero del valore culturale e storico del brigantaggio, fenomeno che ha interessato direttamente, dal 1860 al 1864, la “selva” di Alberobello. Il tema di questa quarta edizione è “Il bene ed il male”. Negli anni a ridosso dell’Unità d’Italia, le complesse dinamiche sociali e politiche hanno contribuito a rendere difficile il giudizio di chi fu parte attiva di questo periodo storico ed il limite tra bene e male si assottiglia, confondendo buoni e cattivi. L’evento si svilupperà in due parti: la rappresentazione storica in costume nei boschi adiacenti “la Casa Rossa” e la festa sull’aia.

 

Ogni 20 minuti gruppi di 45-60 persone saranno accompagnati da una guida per i boschi nelle vicinanze della “Casa Rossa”.

Al termine della rappresentazione sarà offerta ai visitatori una piccola degustazione dei piatti poveri del tempo accompagnati da buon vino.

www.lanottedeibriganti.com

 

28 agosto 2010

c.da Albero della Croce “Fondazione Gigante”

S.P. Alberobello – Mottola km 2,7