Ostiko jazz al Kursaal

virgilio_1.jpgL’ottavo anniversario della Rassegna Multiculturita, organizzata dall’omonima associazione, sempre con la direzione artistica di Michele Laricchia ed il supporto promozionale di Jazzitalia, avrà come ospite un trio di particolare prestigio, sia per l’originalità della proposta, sia per l’alta caratura dei musicisti, tra i migliori del jazz europeo: il Trio Ostiko, con Rosario Giuliani al sax alto e soprano, Pippo Matino al basso e Benjamin Henocq alla batteria.
Il concerto/evento, unica data in Puglia, si terrà domenica 24 gennaio 2010 alle 20,30 presso la Sala Decò del Teatro Kursaal Santalucia (Largo Adua 5 – Bari).
Dopo aver celebrato una Summer edition che ha visto in scena musicisti del calibro di Arturo Sandoval, Mina Agossi, Maria Pia De Vito, Huw Warren, Quintorigo, Multiculturita Jazz Band, Vito Di Modugno Organ Trio, Livio Minafra, l’associazione Multiculturita affida la celebrazione del suo ottavo anno di attività ad un sodalizio di grande interesse, fresco di un nuovo prodotto discografico di successo licenziato per la prestigiosa label Via Veneto jazz.
Trio Ostiko affonda le sue radici nel 1995, quando nell’Essential Team di Pippo Matino era presente anche Rosario Giuliani, allora astro nascente del sax.
Questa formazione si è sovente esibita sul palco dell’Alhambra Birrjazz, locale del basso Lazio gestito da un vero appassionato di musica, in particolar modo di jazz e blues: Peppe Rosato. Si deve a Pippo Matino, oggi, la tenace volontà di ricomporre il trio. Ai due musicisti, Matino e Giuliani, frattanto affermatisi ampiamente nel panorama musicale europeo e già leader di numerose proprie bands, si è unito Benjamin Henocq, batterista tra i più interessanti dell’universo jazzistico francese.

La registrazione, avvenuta in uno studio di Napoli, del loro lavoro, con la produzione esecutiva di Peppe Rosato, ha concretamente sancito la nascita del “TRIO OSTIKO”. Ostiko per le diversità che caratterizzano il percorso e la storia dei suoi componenti: il groove e la mediterraneità di Pippo Matino, la grande perizia tecnica e la sapiente cultura del jazz di Rosario Giuliani e il fraseggio potente e i colori della batteria di Benjamin Henocq. La musica che si sprigiona è inevitabilmente contaminata, commistione di svariati generi, incurante di schemi, ma nel contempo rispettosa della tradizione.
A tutto ciò si aggiunge l’incredibile energia e il forte coinvolgimento emotivo che i tre artisti riescono a infondere in chiunque li ascolti o abbia il privilegio di assistere a una loro performance dal vivo
Ticket: 15 euro, oltre diritti di prevendita.
Prevendite c/o: Centro Musica (Corso Vittorio Emanuele II, 165 – Bari – 080 5211777); Box Office Bari c/o La Feltrinelli Libri e Musica (Via Melo Da Bari, 117 – Bari – 080 5240464)
Infotel : 345/4528103 e-mail info@multiculturita.it
Sito web: www.multiculturita.it

BIF&ST, cinema e tv per tutti!

virgilio_2.jpg10€ è il costo delle proiezioni serali (7€ quelle pomeridiane) al Teatro Petruzzelli, 1€ a film di tutte quelle ospitate al Multicinema Galleria, mentre l’ingresso al Cineteatro Kursaal Santalucia e al Cinema ABC, per tutti i film delle 5 retrospettive, è gratuito.

Stiamo parlando di un Festival molto particolare che, con i suoi manifesti, già tappezza la nostra Bari da tantissimo tempo. Riordarvelo, però, non fa mai male.

Il “BIF&ST – Bari International Film&Tv Festival” si svolgerà sotto il segno di 8½ in onore di Federico Fellini del quale il 20 gennaio 2010 ricorrono i 90 anni dalla nascita. 8½ sono i giorni di durata del festival, infatti, con la pre-inaugurazione fissata per venerdì 22 gennaio con NINE ispirato a 8½ e la conclusione il 30 gennaio. E “Fellini 8½” è la denominazione dei premi alla carriera. L’inaugurazione avverrà sabato 23. Il festival si svolgerà nel rinato Teatro Petruzzelli, nella Multisala Galleria (6 schermi), nel Teatro Kursaal Santalucia, nei cinema ABC e Piccolo di Santo Spirito, al Cineporto di prossima apertura nella Fiera del Levante, oltre che in altri luoghi della città (Università degli Studi, Camera di Commercio, Libreria Feltrinelli, Santa Teresa dei Maschi, Sala Murat).

Per assaporare un pre-view, di quel che sarà, terza ed ultima conferenza sul tema “Fare festival, questo festival”, dopo quelle di Marco Müller e di Moritz de Hadeln, per il ciclo “Aspettando il Bif&st” organizzato da Felice Laudadio e dall’Apulia Film Commission in collaborazione con l’Università di Bari, aperta a tutti i cittadini oltre che agli studenti. Sarà tenuta alle 18 di questo pomeriggio nella Sala Giuseppina del Teatro Kursaal da Enrico Magrelli, vicedirettore della Mostra del Cinema di Venezia e del Bif&st, coordinata dal prof. Stefano Bronzini e dal direttore dell’AFC Silvio Maselli con la partecipazione dell’Assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli, di Laudadio e di Angelo Ceglie, direttore organizzativo del Bif&st 2010. Verranno presentate alla città le ultime novità e le linee generali del festival che si aprirà il 22 con “Nine” di Rob Marshall per la serata pre-inaugurale e il 23 con il film inaugurale “The Lovely Bones” (Amabili resti) diretto da Peter Jackson, il regista del “Signore degli anelli”.

Un programma dettagliato di tutta la manifestazione (da non perdere, per cinefili e tv-addicted) lo troverete —>qui<—.

Appuntamento, dunque, per tutti al BIF&ST!