I Maltesi per Little Smile

Immagine1.jpg

I Maltesi nascono a Bari nel 2010, nel sottoscala di una Taverna (Taverna Vecchia del Maltese per l’appunto) e cercano da allora di portare sui palchi dei più piccoli club di provincia così come nelle grandi manifestazioni di piazza lo spirito di Faber, non solo eseguendo le sue canzoni in modo più rispettoso possibile, ma anche esponendo a viva voce i suoi ideali, i suoi “chiodi fissi” perchè, mai come adesso, ci sarebbe stato bisogno delle sue parole, sempre così chiare e sempre così coerenti. 

Questa sera I Maltesi saranno in concerto per un tributo a Fabrizio De Andrè in una serata di beneficenza promossa dall’associazione “Little Smile Onlus” per l’apertura dell’evento “Summer in Love”,  presso la sala inferiore del Fortino.

Tecnicamente parlando i Maltesi sono 8 musicisti il cui perno sono la voce, incredibilmente quanto spontaneamente somigliante a quella di Faber, di Dario Di Stefano e la chitarra di Francesco Corallo. Uniti dalla passione quasi maniacale per quelle canzoni, i due sono riusciti a creare un gruppo dove il minimo comune denominatore fosse l’amore per De Andrè e la voglia di rendere omaggio nel più giusto dei modi alla sua arte. Niente musicisti che lo fanno per fare quindi, ma appassionati che sanno quello che stanno suonando e che quindi, portano il dovuto rispetto agli spartiti originali anche quando ci si trova a cambiare un accento, una pausa o un finale. I già citati Dario Di Stefano e Francesco Corallo con Giuseppe Bruni (Batteria e Loops), Angelo Verbena (Basso e Armonica a bocca), Lorenzo Freccia D’Urso (Tastiere, Chitarre e Cori) Stefano Renna (Chitarre, Bouzouki, Tastiere) e Agata Parabola (Voce e Percussioni) sono spesso affiancati sul palco da violinisti del calibro dei maestri Michela Dellino e Carlo Porfido e girano il Sud Italia eseguendo scalette ampie e sempre varie che vanno da La Città Vecchia a La Domenica delle Salme, da Anime Salve a Il Testamento di Tito, dall’esecuzione integrale di Non Al Denaro, Non All’Amore Nè Al Cielo a Creuza de Ma, passando per Amico Fragile e Fiume Sand Creek , senza tralasciare i brani più famosi (Bocca di Rosa, Guerra di Piero, Volta la Carta, Il Pescatore) ma amando sempre proporre le chicche per i veri appassionati (Jamin-a, Rimini, Nella mia ora di Libertà, Coda di Lupo, Quello che non ho, La Ballata del Michè). Un vasto repertorio quindi che viene scremato la sera stessa del concerto per cercare di entrare il più in sintonia possibile con il pubblico della serata.

Durante l’evento sará possibile acquistare piccoli ghiaccioli di materiale riciclato e raccogliere fondi per l’acquisto di materiale per la Cardiologia Pediatrica del Giovanni XXIII.

L’evento è a scopo benefico. La musica è straordinaria. E I Maltesi non sono da perdere per nessun motivo al mondo.

Bari(Bari)

Fortino Sant’Antonio 

ore 21.00

ingresso libero

Info. 345.3887425 

Il futuro del welfare nelle città metropolitane

welfare, bari, onlus, politiche, sociali, enel, cuore, pin, progetti, reintegrazione, sociale, famiglieMercoledì 2 e giovedì 3 maggio l’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, in collaborazione con il Consorzio Meridia e la Fondazione Giovanni Paolo II onlus, promuove due giornate di studio sul tema del futuro del welfare nelle città metropolitane. Sarà l’occasione per riflettere su strumenti, metodologie e nuove politiche per le famiglie e per l’inclusione socio-lavorativa a partire dalle esperienze del Programma nazionale P.I.P.P.I. e del progetto PIN.

Si confronteranno sul tema esperti nazionali e locali, tra cui Maria Cecilia Guerra (sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Raffaele Tangorra (direttore generale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali), Elena Gentile (assessore al Welfare della Regione Puglia) e Ludovico Abbaticchio (assessore al Welfare del Comune di Bari).

Bari, in questi ultimi anni, è riconosciuta come città capoluogo impegnata in prima linea sui temi della tutela dell’infanzia e dell’adolescenza. Infatti P.I.P.P.I. (Programma di Intervento per la Prevenzione all’Istituzionalizzazione) è un progetto sperimentale di ricerca/intervento, multidisciplinare ed integrato, rivolto a 100 famiglie italiane che mostrano difficoltà nella cura e nell’educazione dei propri figli, in età compresa tra 0 e 11 anni e a grave rischio di allontanamento. L’intervento si inserisce in un più ampio Programma Nazionale, promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’Università di Padova e dieci città italiane. L’iniziativa nel capoluogo pugliese è cofinanziata dall’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, dalla Fondazione Enel Cuore e realizzata in collaborazione con la Fondazione Giovanni Paolo II onlus.

Il progetto PIN è stato avviato invece nel mese di agosto dell’anno 2009 con l’obiettivo di favorire percorsi di reintegrazione sociale di 20 persone transitate nel circuito delle dipendenze. Il progetto, promosso dal Comune di Bari – Assessorato al Welfare e gestito dall’ATI costituita da Consorzio Meridia e Comunità Terapeutica Lorusso Cipparoli, è stato finalizzato a favorire l’occupabilità di 20 persone “svantaggiate”, a contribuire ad una piena integrazione socio sanitaria nella presa in carico dei bisogni di soggetti “deboli”, a favorire il recupero sociale e l’autonomia di persone transitate nel circuito delle dipendenze.

Durante le due giornate saranno allestite la mostra “ODA – Oli d’artista” e la mostra di abiti di alta sartoria “Cangiari: la cooperazione sociale per cambiare la Locride”.

È stato richiesto l’accreditamento degli Ordini degli Assistenti sociali della Regione Puglia, delle Università di Scienze della Formazione e di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari e il patrocinio dell’ANEP – Associazione Nazionale Educatori Professionali.

Durante le due giornata saranno distribuiti materiali di approfondimento e cartelle stampa

2 e 3 MAGGIO

Giornate di studio

IL FUTURO DEL WELFARE

NELLE CITTA’ METROPOLITANE

@Villa Romanazzi Carducci

Via Capruzzi 326 (Bari)

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Comunicazione Meridia – Consorzio di Cooperative Sociali S. C. S. onlus

Tel/Fax 080.572.77.52 – 080.528.23.18

www.consorziomeridia.it

Comunicazione e ufficio stampa Fondazione Giovanni Paolo II onlus

comunicazione@fgp2.it | www.fondazionegiovannipaolo2.it

Coloriamoci d’Ambiente

 

Immagine1.jpgIl 17 marzo 2011 si festeggerà il 150°anniversario dell’Unità d’Italia, un evento nato con l’obiettivo di far scaturire una riflessione sul nostro senso di appartenenza al popolo italiano in un momento di valutazione e di retrospezione profonda diverso dalle solite manifestazioni culturali.

Le associazioni MurgiAmbiente e Amopuglia Onlus organizzano un “incontro a fin di bene”. Il fine è quello di sottolineare con le nuove generazioni il particolare anniversario dell’Unità d’Italia che quest’anno ricorre, ma soprattutto, al fine di sensibilizzare la cittadinanza sulla sinergia tra ambiente e salute nella prevenzione dei tumori.

Il 12 -13 e 16 marzo 2011: tre pomeriggi tematici (uno per ciascun colore della nostra bandiera) all’insegna di giochi, laboratori creativi e di educazione ambientale e alimentare, laboratori storico-artistici per bambini di età compresa tra i 6 e gli 11 anni. Non mancherà il buffet e la tradizionale pentolaccia per “condire” di sano divertimento gli incontri.

Il costo del biglietto servirà a sostenere le attività di entrambe le associazioni sia nella lotta alla prevenzione dei tumori sia nella salvaguardia del nostro ambiente naturale.

I biglietti possono essere acquistati presso la sede di MurgiAmbiente (Aula Verde) in via Romanazzi a Noci dal lunedì al venerdì dalle 15,00 alle 18,00 entro mercoledì 9 marzo 2011 o prenotati ai numeri 3281154033 – 3478745377 e all’indirizzo info@murgiambiente.org.

Indirizzo:

Aula Verde

Via Romanazzi

Noci (Bari)

Per informazioni o per segnalare errori sull’evento clicca qui.

Telefono: 3281154033 – 347874

 

Prezzi:

€ 7,00

 

Black&Blues

black&blues.jpgPer una generazione come la mia, cresciuta a serie tv americane e programmazione radio di stampo internazionale, il periodo di Natale è anche musica, voci black, ritmi coinvolgenti e voglia di scaldarsi al fuoco caldo dei grandi classici del Gospel.

Chi non si è mai rigenerato con le performances di Aretha Franklin e chi non ha mai cominciato a muovere la testa sul rullante con i cori coinvolgenti della OST di Blues Brothers?

Martedì 8 dicembre alle ore 21,00 presso il Teatro Di Cagno Abbrescia di Bari,  sarà in scena il Gospel dei Black & Blues diretti da Amelia Milella.

I Black & Blues,  resi veri e grandi professionisti della musica, dalla loro esperienza in tantissimi anni di gruppo e importanti manifestazioni, fino ad esibirsi con Christal White, Cheryl Porter, Bobby Durham, spaziando dalla musica afroamericana, al rythm&blues, al soul, senza escludere importanti pagine della musica leggera.

Il repertorio spazierà dai classici del Gospel come Amazing Grace, Amen, Precious Lord, Oh Happy Day, Sometimes I Feel, e  brani di artisti del Rhythm & Blues e del Soul, quali Aretha Franklyn, James Brown e dei Blues Brothers.

L’ evento si coniugherà alla solidarietà in quanto parte del ricavato dello spettacolo sarà devoluto in beneficenza all’Associazione Pugliese ” Beppe Valerio ” – ONLUS. L’evento, che apre al Natale, sarà una gradita occasione per scambiarsi auguri Inoltre, tra i presenti, saranno sorteggiati gratuitamente piccoli doni.

Un’occasione ideale per ascoltare buona musica, passare una serata diversa, e fare anche del bene.

Informazioni tel 389031130 – 080.5648789 – 0805242063

Feel rythm, feel blues, con i Black & Blues!

Nel gioco del Jazz

Jean_luc_ponty.jpgNasce a Bari una nuova Associazione Culturale, denominata “Nel Gioco del Jazz”, presieduta da Donato Romito e la cui direzione artistica è affidata al noto musicista Roberto Ottaviano,  con l’intento di diffondere nel territorio la cultura artistica in tutte le sue espressioni, rivolgendo una particolare attenzione alla musica jazz e promuovendo  organiche stagioni concertistiche.

Il neonato sodalizio inizia la propria attività con la promozione della I Rassegna Internazionale 2009/10, formata da sei eventi, che si terranno nella città di Bari.

La rassegna sarà inaugurata al Teatro Comunale Piccinni, in collaborazione con la Onlus Beppe Valerio, il 18 dicembre con il leggendario violinista francese Jean-Luc Ponty, pioniere del jazz rock e delle sperimentazioni elettriche e celebre per le collaborazioni con Stephane Grappelli, la  Mahavishnu Orchestra, Daryl Stuermer e Frank Zappa.

Ponty  presenterà  il suo ultimo album “The Atacama Experience”, frutto delle esperienze di una Locandina.jpglunga e diversificata carriera in compagnia della sua Band. Uscito nel 2007, ha ricevuto 4 stelle dal jazz magazine americano Down Beat. Tra jazz con reminiscenze classiche, jazz rock, fughe elettroniche e giravolte in assolo, The Atacama Experience è il risultato delle diverse fasi musicali di Ponty, o come lui stesso dichiara: “È un patchwork musicale incosciente di ciò che sono diventato come musicista”.

Lo accompagneranno William Lecomte alle tastiere, Guy Nsanguè Akwa al contrabbasso e Pierre Francoise Dufour alle percussioni. Il concerto di “Jean Luc Ponty & His Band” è patrocinato dalla Fondazione Lirica Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.

Il secondo appuntamento è previsto il 12 gennaio al Teatro Royal con il duo Duo Bepi D’Amato & Tony Pancella. Il duo clarinetto-sax e pianoforte interpreterà Monk’s Dream, il primo album del noto jazzista Thelonious Monk,  pubblicato nel 1963, e  sicuramente  l’album più venduto del grande jazzista, con una  caratterizzazione originale ed inedita sia nell’armonizzazione che nella esposizione tematica, pur restando nell’ambito della tonalità e di una scansione ritmica comunque permeata di swing.

Il 14 febbraio al Teatro Nuovo Palazzo, sale in cattedra il sassofono di Lew Tabackin, tra i musicisti più rappresentativi del jazz attuale, che senza copiare o emulare i grandi musicisti  del passato, ha assorbito quelli  elementi nel suo stile, creando il proprio suono, unico ed originale, da ascoltare e comprendere.  Oggi, di quel tempo, conserva la spensieratezza e l’amore per le sette note, ma ha aggiunto una consapevolezza e una maturità che portano la sua arte a livelli eccelsi. Con lui sul palco Roberto Gatto, Marco Tamburini e Giuseppe Bassi tre autentici alfieri del jazz moderno made in Italy. Il concerto del trio Tabackin è sostenuto dalla Provincia di Bari.

Il 12 marzo, al Teatro Royal,  è la volta del “The Tempest Trio (Daniele D’Agaro, sax e clarinetto, Bruno Marini, organo Hammond e Han Bennink, batteria), vincitore del Top Jazz 2008. È un narrare, quello del trio, che lega a sé la necessità del fare scaturire musica da qualsiasi “cosa” – il drumming di Han Bennink ne è la prova vivente – dalla terra e dal vento, non lasciando mai che il corpo e la mente vengano divisi nell’istante in cui tutto intorno si incomincia a danzare! L’improvvisazione più libera convive con naturalezza insieme alla tradizione meno scontata (bopper ingiustamente dimenticati come Lucky Thompson o Dodo Marmarosa, ma anche il travolgente r&b di Louis Jordan) e il senso del jazz emerge in tutta la sua più contagiosa ricchezza di storie e di significati.

Il 14 aprile evento speciale, al Cineteatro Palazzo, con un  grande appuntamento con Sarah-Jane Morris, star inglese della musica jazz e pop. Con lei, lo straordinario chitarrista argentino Dominic Miller. Due musicisti di altissimo livello, un’eccezionale e raffinata empatia fra voce e chitarra. il repertorio che presentano include nuovi brani del nuovo album “Where it hurts”  e covers di classici come “Fragile” di Sting e “Toxic” di Britney Spears, rielaborate da Sarah-Jane e Dominic secondo il loro stile.

Il 16 maggio nella suggestiva cornice di Villa Menelao di Turi, concerto con la la formazione della Academy Big Band, diretta da Gregorio Iacobelli.  Dal concerto all’intrattenimento, dal teatro alla sala da ballo. la ABB padroneggia una scelta di brani molto ampia: dal jazz di autori classici come Ellington, Mancini, Gershwin,  a pezzi di compositori contemporanei come Mintzer, Nestico, Holman. La ABB diretta sapientemente annovera tra le sue fila alcuni tra i più importanti talenti emergenti ed affermati del jazz pugliese.

La stagione ha il patrocinio della Regione Puglia, Provincia e Comune di Bari, ed ha il sostegno del main sponsor della Monte dei Paschi di Siena e Villa Menelao di Michele Boccardi.

Per la  campagna abbonamenti per i sei eventi e la vendita dei biglietti per le singole manifestazioni è possibile rivolgersi da mercoledì 18 novembre al Box Office di Via Melo 119 Bari (tel 0805240464) oppure al n.3389031130.