A. A. A. giovane protagonista cercasi

Immagine1.jpgSalento, caldo pomeriggio d’estate. Il piccolo Federico è seduto su una lingua di spiaggia con la giovane Maria che sta per svelargli il suo segreto: il gioco nel vento.

La OZ Film è in preparazione con il cortometraggio GIOCO NEL VENTO del regista Raffaele Bleve (regista cinematografico e televisivo attualmente impegnato con la regia del programma “Amici di Maria De Filippi” in onda su Canale 5) che ha come cornice Otranto e Nardò negli anni ’40.

Protagonista del film è la piccola Maria, una bella bambina mediterranea, lunghi capelli neri e occhi chiari, spigliata, selvaggia, salentina (8-14 anni).

La sceneggiatura, già Menzione Speciale all’ “Autumn Film Festival” di Verona, è stata scritta dal regista Raffaele Bleve e dalla sceneggiatrice Carla Cavalluzzi (con l’attivo sceneggiature quali: “Colpo d’occhio”, “La Terra”, “L’amore ritorna”, “L’anima gemella” poi realizzati dal regista Sergio Rubini).

Il cortometraggio è realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dell’Apulia Film Commission e delle Terme di Santa Cesarea.

Gli interessati possono inviare le foto e cv entro e non oltre il 30 ottobre 2011 a casting@ozfilm.it specificando nell’oggetto ‘cast-gioco nel Vento’.

Per informazioni ph.338.4658654 – Vittoria Losavio

Sentieri nel cinema

 

Immagine1.jpgSapete quanto mi piaccia parlarvi di cinema. Bari si sta muovendo parecchio, in questo senso. Ed io sono stracontenta di poter riportare questo nuovo evento sulle pagine di Virgilio. Inutile dirvelo.

Questa sera, e alle ore 20.30 nella sala 1 del cinema Armenise di Bari, prende il via la XIX edizione di Sentieri nel Cinema con un programma dal titolo “Destini Incrociati” che affida a 13 grandi autori la guida di una macchina narrativa che si ispira all’opera di Italo Calvino.

Per la Premier di quest’anno è stato scelto il film America oggi realizzato nel 1993 da Robert Altman in omaggio all’amico scrittore Raymond Carver di cui utilizzò 9 racconti e una poesia per descrivere, con amarezza e straordinaria preveggenza, i costumi e gli stati d’animo di un’ America prossima alla deriva.

Un’occasione unica per vedere finalmente sul grande schermo una commedia corale che, come qualcuno ricorderà, pur avendo trionfato alla Mostra del Cinema di Venezia del 1993, ebbe una scarsa diffusione in sala a causa della sua durata, 187 minuti, sulla quale i distributori di ieri, come di oggi, non sono disposti a investire più di tanto. Accade in questi giorni alla pellicola “Noi Credevamo” di Mario Martone, stampata originariamente in sole 30 copie.

In un clima di tagli selvaggi che investe tutti i settori della cultura e dello spettacolo, Sentieri nel Cinema prosegue il suo cammino grazie agli sforzi congiunti di Regione Puglia, Comune di Bari, Università degli Studi e Groupama Assicurazioni, nota compagnia francese che attraverso la Fondation Groupama Gan pour le Cinéma, sostiene da anni le più importanti manifestazioni italiane legate al cinema di qualità.

 

Sentieri nel Cinema è un progetto ideato e realizzato dall’Associazione Culturale Bari Film & Video

Direzione Artistica Mario Fiorentino.

 

Lunedì 29 novembre 2010

ore 20.230

Cinema Armenise

Bari

Biglietto giornaliero di 3 euro

WEB http://www.sentierinelcinema.it

 

Sentieri di celluloide

sentieri.jpg

Può l’opera prima di un autore contenere le linee dello sviluppo futuro di tutta la sua opera?
È questa la domanda che si pone la XVIII Edizione di Sentieri nel Cinema. E lo fa sin dal suo titolo: Esordi d’Autore.
L’esordio rappresenta un momento cruciale nella vita di ogni cineasta, è il disvelarsi di fronte a un grande pubblico e, come evoca l’immagine scelta per il manifesto, è anche una sfida con se stessi e un rischio funambolico senza rete di protezione.
Il sentiero tracciato per il 2009 è delineato da 13 pellicole, 13 primi passi di giovani autori che poi sono diventati maturi o addirittura maestri del cinema.
L’intento è quello di proporre alla città un modo di vedere il cinema attraverso percorsi, esperienze artistiche. E di saperlo leggere.

Proprio questa sera, alle ore 20.40, si inaugura la XVIII edizione di Sentieri nel Cinema.
Esordi d’Autore è un percorso attraverso le opere prime di 13 registi del panoarama della cinematografia nazionale ed internazionale.
Si comincia con IO SONO UN AUTARCHICO di Nanni Moretti, prima proiezione pubblica della copia del film restaurata quest’anno dalla CSC-Cineteca Nazioale con la supervisione dello stesso Moretti.

Martedì 10 novembre si entrerà poi nel vivo della rassegna.
Alle 18.30 si proietta Ossessione, film con cui Visconti si presenta al mondo e che annuncia l’imminenza del Neorealismo; alle 20.40 sarà la volta de L’uccello dalle piume di cristallo, film rivelazione di Dario Argento, scritto in una settimana e che, nonostante la freddezza della critica italiana nei confronti del genere horror, ebbe un successo di pubblico planetario, raggiungendo persino gli schermi cinesi; alle 22.30, spazio al maestro Fellini ed al suo Lo sceicco bianco in cui emerge la poetica, seppure in forma embrionale, della sospensione tra sogno e realtà.

Giovedì 12 novembre, alle ore 18.30, sugli schermi del Kursaal prende vita il sottoproletariato urbano di Pier Paolo Pasolini in Accattone; allen169629989046_9904.jpg 20.40 presentiamo L’uomo in più dell’affermatissimo regista de Il Divo, Paolo Sorrentino; alle 22.30 è la volta de I Basilischi, affresco vivace ed originale di un Sud avvolto nell’inerzia.

Martedì 17 novembre, invece, ci si sposta “all’estero”.
Si comincia, alle 18.30, con la Brooklyn in bianco e nero vista attraverso lo sguardo di Spike Lee e della sua affascinante e disinibita Lola Darling; alle 20.40, Blood Simple ci dimostra quanto, sin dal debutto, siano geniali ed irriverenti i fratelli Coen, sempre pronti a spiazzare lo spettatore con diversioni, contraddizioni, dettagli inquietanti e uno straordinario talento figurativo; alle 22.30, spazio all’universo libero, eccentrico e passionale di Almodòvar e del suo Pepi, Luci, Bom… e le altre ragazze del mucchio.

L’ultima giornata, giovedì 19, si apre con Quarto Potere, indiscusso capolavoro che molti critici ritengono sia il miglior film della Storia del cinema, diretto da un ventiseienne già famosissimo per aver “raccontato” in diretta l’invasione degli extraterrestri; alle 20.40 spazio al genio di Quentin Tarantino con i suoi sei eccentrici rapinatori de Le Iene; alle 22.30 si proietta Prendi i soldi e scappa, in cui un giovanissimo ma già ansioso e nevrotico Woody Allen si imbatte in un’improbabile carriera criminale.
Anche quest’anno, Sentieri nel Cinema volge il suo sguardo a quegli autori sperimentali che più di tutti hanno contribuito ad innovare il linguaggio audiovisivo. Nel rinnovato appuntamento di Vangard Cafè, omaggio a due filmmaker che a partire dagli anni Sessanta hanno sviluppato, l’uno in America e l’altro in Italia, un originale percorso di ricerca,  Stan Brakhage e Paolo Gioli,  con la proiezione di alcune delle loro opere più significative.

Sentieri nel Cinema è realizzato dall’Associazione Culturale BARI FILM & VIDEO
con il contributo di
Università degli Studi di Bari, Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo
Comune di Bari Assessorato alle Culture
Centro Universitario Teatro Arti visive Musica Cinema
Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia
Cineteca Nazionale, Cineteca Ventana Film, Cineteca Lucana
Cineteca del Comune di Bologna , Sacher Film
Circolo Cinematografico Cinetoscopio
Accademia del Cinema Ragazzi di Enziteto – Bari
Fondation Groupama Gan pour le Cinéma
Groupama Assicurazioni