Libera Puglia. Dalle mafie.

Immagine1.jpgDal 1996 ogni 21 marzo, primo giorno di primavera e quindi simbolo della speranza che si rinnova, Libera – Associazioni nomi e numeri contro le mafie porta nelle piazze italiane l’impegno per ricordare le vite spezzate a causa della criminalità organizzata: un elenco che supera le 900 persone.

Laboratori, musica e poesia in occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno per ricordare le vittime innocenti di tutte le mafie. A Bari, in occasione del primo giorno di primavera, Libera Puglia in collaborazione con Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari, Arci Comitato territoriale di Bari, e le associazioni locali I Malovoglia, Jamming Culture 17 e Kreattiva, organizza ‘’In direzione ostinata e legale’’: un programma ricco di iniziative in cui grandi e bambini sono protagonisti del percorso condiviso verso la legalità democratica in cui è impegnata la rete di Libera, sia a livello nazionale che territoriale.

“Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie” è nata il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1500 associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l’educazione alla legalità democratica, l’impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall’Eurispes tra le eccellenze italiane.

”Più di 40 sono le persone oneste che hanno perso la vita nella nostra regione a causa delle mafie” – dice Alessandro Cobianchi, referente di Libera in Puglia, coordinatore della Carovana e responsabile dell’area Legalità e antimafia sociale dell’Associazione ricreativa e culturale italiana (ARCI), secondo cui, in Europa, il fenomeno delle mafie è a volte ancora sottovalutato.

Ecco il  programma:

 

Ore 15.30 – Raduno dei partecipanti in via Argiro (angolo C.so Vittorio Emanuele)

 

Ore 15.40 – Laboratori per le scuole nei luoghi dell’Impegno a cura delle Associazioni aderenti a LIBERA

 

Ore 17.00 – Percorso in via Argiro  (direzione Corso Vittorio Emanuele)

MUSICA – POESIA – RACCONTI – TESTIMONIANZE per la MEMORIA

Manifestazione pubblica animata dai JAMMING CULTURE 17

Animazione di strada a cura de I Malavoglia

 

Ore 17.45 – Intervento di Michele Emiliano – Sindaco di Bari

 

Ore 18.00 – La memoria condivisa: lettura dei nomi delle VITTIME INNOCENTI DI MAFIA di Puglia. Intervengono:  Familiari delle Vittime insieme a Alessandro Cobianchi ,  Referente LIBERA Puglia

Be-Movie

 

Immagine1.jpgL’Associazione Between ha deciso di promuovere la rassegna cinematografica “Between Be-Movie”, organizzando incontri settimanali (ogni lunedì a partire dall’08 novembre 2010 fino al 03 gennaio 2011) che si svolgeranno presso lo storico cinema ABC (via Marconi, 41) da sempre vetrina di una cinematografia d’essai rivolta a chi delle opere cinematografiche privilegia aspetti che vanno oltre il mero intrattenimento come, ad esempio, il valore artistico, formale, di sperimentazione sul linguaggio cinematografico e di impegno sociale.

Fondamentale è stato il voler “occupare”, come Associazione, uno spazio pubblico dove integrazione e contaminazione potessero essere funzionali al percorso che vede il Between, da sempre e in forme diverse, in prima linea per la lotta all’omofobia e trans-fobia.

Perché attraverso il cinema? Il ruolo più profondo e complesso di un film può essere quello diloc-BEmovie.jpg riscrivere i confini del visibile di legittimare cioè, proprio attraverso la visione e il suo potere persuasivo, quello che la società considera tabù in un dato momento: avvengono così tante piccole rivoluzioni dello ‘sguardo’ che riescono a scardinare i pregiudizi più di tanti discorsi ai quali possiamo assistere. Numerose sono le pellicole che hanno affrontato, in modo più o meno diretto, il tema dell’omosessualità e della transessualità, intesa ancora come nodo problematico, fonte di scontri (politici e sociali) di diversa natura.

Le pellicole scelte per questa edizione “0” di “Between Be-movie” vogliono rappresentare uno spaccato, sicuramente non esaustivo ma rappresentativo delle diverse identità di genere.

Con il patrocinio della Regione Puglia, Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, in collaborazione con AGIS / ABC, centro di cultura cineamtografica.

 

Da Lunedì 8 novembre

ore: 20.45.

Biglietto: 4 euro

 

Cinema ABC, Centro di cultura cinematografica – via Marconi, 41 Bari (vicinanze Fiera del Levante)

 

Per l’intera programmazione visita il sito: www.betweenproject.com