La Primavera dei Diritti Pugliese

Immagine1.jpgLa Compagnia 3°Mondo Teatro da anni impegnata sui temi della sperimentazione teatrale in contatto con particolari strati del sociale, anche extra-europeo, ha creato un’antologia video sull’interrelazione teatrale e performativa vissuta con extra-comunitari dal titolo VISIONI MADRI MIGRANTI.
I documenti visivi, montati da Youssef Tayamoun, ripercorrono le tappe di un viaggio teatrale-umano svolto in Italia nell’arco di un decennio, testimonianza fortissima di una realtà sotterranea, un tentativo di svelare gli aspetti positivi del contatto con l’effetto migrazione, rivelano un nuovo modo del fare arte scenica, restituendo senso e dignità all’esser straniero. Un atto fondante, proprio rispetto alle attuali pulsioni e fuochi sociali. Le visioni, in commistioni poetiche, alimentano lo spazio scenico come luogo magnetico, per la resistenza del vivere. Qui a seguire gli eventi, in un rapido riassunto perché non ve ne perdiate neanche mezzo secondo. Alcuni eventi, richiederanno un piccolo contributo. Meritatissimo, anche a valore dell’alto livello qualitativo nell’offerta artistica e culturale.

Ore 11:00 Kursaal – Sala Giuseppina
Diritti fondamentali e migrazioni – LEZIONI SUI DIRITTI
con Silvia Godelli – Ermanno Vitale

Crediti Formativi Universitari per gli studenti di Giurisprudenza, Lettere, Lingue e Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro Evento gratuito

Ore 15:00 Kursaal – Sala Giuseppina
Diritti fondamentali e migrazioni – LEZIONI SUI DIRITTI
con Alessandro Dal Lago e Javier De Lucas Martìn
INGRESSO LIBERO

Ore 16:00 – Strade della città
Rovinati – PERFORMANCE
Fibre Parallele
INGRESSO LIBERO

Ore 17:30 – Kursaal – Sala Giuseppina
Visioni madri migranti/episodio 2 – Ararat una Cometa dal Cielo Turco – VIDEO
Compagnia 3Mondo Teatro

Ore 18:00 e 19.30 – Piazza Umberto
In Total Control – PERFORMANCE
Afro Jungle Jeegs

Ore 18:00 – Palazzo del Sedile
Restructure – VIDEO
Unità C1

Ore 19:30 – Dove: Kursaal – Decò
Ethnic hour – Tunisia – ETHNIC HOUR
Centro Interculturale Abusuan

Ore 20:30 – Kursaal – Sala Giuseppina
Picchì mi guardi si tu si masculo – SHOW
Kripton

di e con Giancarlo Cauteruccio

“Picchì mi guardi si tu si masculu”, che Giancarlo Cauteruccio ha realizzato nel 2007, è un ulteriore episodio di quella drammaturgia in lingua calabrese che rappresenta un Immagine2.jpgaspetto fondamentale della ricerca di Krypton nel portare il calabrese in teatro per farne una lingua artistica al pari di altri idiomi regionali italiani. Dopo una lunga sperimentazione nelle estetiche delle arti sceniche attraverso le tecnologie, Cauteruccio pone infine la centralità del corpo in un viaggio introspettivo che genera conflitti, svela patologie. Esperienza, azioni, ricordi, vergogne portano a galla materiali che si mutano in denuncia e autodenuncia contro ogni incomprensione nei confronti della diversità razziale, sessuale, politica, religiosa, psicologica e fisica. In scena un “corpo estremo” de descrive con autenticità un’esperienza vitale per un artista e il suo destino.
INGRESSO 5 EURO

Ore 21:30 – Kursaal – Teatro
Z-STAR – SHOW
Z-Star

Prima Assoluta del nuovo album Masochists & Martyrs
In una recensione dal vivo, il giornalista del britannico Guardian, John L Walters, ha scritto
“Repertorio, potenza e stile: una diva del soul jazz da tener d’occhio.”
In breve, e’ come un Hendrix donna che duetta con Grace Jones, con la musicalita’ di Joan Armatrading che incontra Nina Simone.
Una musicista nata, vedere Z-star dal vivo e’ un’esperienza profondamente emozionante. Emana energia sul palco come dietro le quinte senza fatica, puo’ essere calma come una lenta candela accesa o esplosiva come una Molotov. Sempre spontanea, i suoi spettacoli dal vivo non sono mai gli stessi, e’ profondamente magica e veramente d’intrattenimento. Con una voce robusta di una classe unica, i suoi inni originali con chitarra acustica vanno dal teatro alle infusioni di danza animate dal divertimento sfrenato, a classici suggestivi, e attestano il suo riservato genio musicale.
Come produttore, ha talento per la creazione di colonne sonore profondamente ipnotiche che fondono Soul Jazz, Blues, Bossa tradizionale & Rock in un suono inconfondibile.
INGRESSO 5 EURO –

Numoresi aderite e partecipate. per diventare parte integrante di questa nuova, grande, meravigliosa, Primavera dei Diritti.

Ostiko jazz al Kursaal

virgilio_1.jpgL’ottavo anniversario della Rassegna Multiculturita, organizzata dall’omonima associazione, sempre con la direzione artistica di Michele Laricchia ed il supporto promozionale di Jazzitalia, avrà come ospite un trio di particolare prestigio, sia per l’originalità della proposta, sia per l’alta caratura dei musicisti, tra i migliori del jazz europeo: il Trio Ostiko, con Rosario Giuliani al sax alto e soprano, Pippo Matino al basso e Benjamin Henocq alla batteria.
Il concerto/evento, unica data in Puglia, si terrà domenica 24 gennaio 2010 alle 20,30 presso la Sala Decò del Teatro Kursaal Santalucia (Largo Adua 5 – Bari).
Dopo aver celebrato una Summer edition che ha visto in scena musicisti del calibro di Arturo Sandoval, Mina Agossi, Maria Pia De Vito, Huw Warren, Quintorigo, Multiculturita Jazz Band, Vito Di Modugno Organ Trio, Livio Minafra, l’associazione Multiculturita affida la celebrazione del suo ottavo anno di attività ad un sodalizio di grande interesse, fresco di un nuovo prodotto discografico di successo licenziato per la prestigiosa label Via Veneto jazz.
Trio Ostiko affonda le sue radici nel 1995, quando nell’Essential Team di Pippo Matino era presente anche Rosario Giuliani, allora astro nascente del sax.
Questa formazione si è sovente esibita sul palco dell’Alhambra Birrjazz, locale del basso Lazio gestito da un vero appassionato di musica, in particolar modo di jazz e blues: Peppe Rosato. Si deve a Pippo Matino, oggi, la tenace volontà di ricomporre il trio. Ai due musicisti, Matino e Giuliani, frattanto affermatisi ampiamente nel panorama musicale europeo e già leader di numerose proprie bands, si è unito Benjamin Henocq, batterista tra i più interessanti dell’universo jazzistico francese.

La registrazione, avvenuta in uno studio di Napoli, del loro lavoro, con la produzione esecutiva di Peppe Rosato, ha concretamente sancito la nascita del “TRIO OSTIKO”. Ostiko per le diversità che caratterizzano il percorso e la storia dei suoi componenti: il groove e la mediterraneità di Pippo Matino, la grande perizia tecnica e la sapiente cultura del jazz di Rosario Giuliani e il fraseggio potente e i colori della batteria di Benjamin Henocq. La musica che si sprigiona è inevitabilmente contaminata, commistione di svariati generi, incurante di schemi, ma nel contempo rispettosa della tradizione.
A tutto ciò si aggiunge l’incredibile energia e il forte coinvolgimento emotivo che i tre artisti riescono a infondere in chiunque li ascolti o abbia il privilegio di assistere a una loro performance dal vivo
Ticket: 15 euro, oltre diritti di prevendita.
Prevendite c/o: Centro Musica (Corso Vittorio Emanuele II, 165 – Bari – 080 5211777); Box Office Bari c/o La Feltrinelli Libri e Musica (Via Melo Da Bari, 117 – Bari – 080 5240464)
Infotel : 345/4528103 e-mail info@multiculturita.it
Sito web: www.multiculturita.it

BIF&ST, cinema e tv per tutti!

virgilio_2.jpg10€ è il costo delle proiezioni serali (7€ quelle pomeridiane) al Teatro Petruzzelli, 1€ a film di tutte quelle ospitate al Multicinema Galleria, mentre l’ingresso al Cineteatro Kursaal Santalucia e al Cinema ABC, per tutti i film delle 5 retrospettive, è gratuito.

Stiamo parlando di un Festival molto particolare che, con i suoi manifesti, già tappezza la nostra Bari da tantissimo tempo. Riordarvelo, però, non fa mai male.

Il “BIF&ST – Bari International Film&Tv Festival” si svolgerà sotto il segno di 8½ in onore di Federico Fellini del quale il 20 gennaio 2010 ricorrono i 90 anni dalla nascita. 8½ sono i giorni di durata del festival, infatti, con la pre-inaugurazione fissata per venerdì 22 gennaio con NINE ispirato a 8½ e la conclusione il 30 gennaio. E “Fellini 8½” è la denominazione dei premi alla carriera. L’inaugurazione avverrà sabato 23. Il festival si svolgerà nel rinato Teatro Petruzzelli, nella Multisala Galleria (6 schermi), nel Teatro Kursaal Santalucia, nei cinema ABC e Piccolo di Santo Spirito, al Cineporto di prossima apertura nella Fiera del Levante, oltre che in altri luoghi della città (Università degli Studi, Camera di Commercio, Libreria Feltrinelli, Santa Teresa dei Maschi, Sala Murat).

Per assaporare un pre-view, di quel che sarà, terza ed ultima conferenza sul tema “Fare festival, questo festival”, dopo quelle di Marco Müller e di Moritz de Hadeln, per il ciclo “Aspettando il Bif&st” organizzato da Felice Laudadio e dall’Apulia Film Commission in collaborazione con l’Università di Bari, aperta a tutti i cittadini oltre che agli studenti. Sarà tenuta alle 18 di questo pomeriggio nella Sala Giuseppina del Teatro Kursaal da Enrico Magrelli, vicedirettore della Mostra del Cinema di Venezia e del Bif&st, coordinata dal prof. Stefano Bronzini e dal direttore dell’AFC Silvio Maselli con la partecipazione dell’Assessore regionale al Mediterraneo Silvia Godelli, di Laudadio e di Angelo Ceglie, direttore organizzativo del Bif&st 2010. Verranno presentate alla città le ultime novità e le linee generali del festival che si aprirà il 22 con “Nine” di Rob Marshall per la serata pre-inaugurale e il 23 con il film inaugurale “The Lovely Bones” (Amabili resti) diretto da Peter Jackson, il regista del “Signore degli anelli”.

Un programma dettagliato di tutta la manifestazione (da non perdere, per cinefili e tv-addicted) lo troverete —>qui<—.

Appuntamento, dunque, per tutti al BIF&ST!

Sentieri di celluloide

sentieri.jpg

Può l’opera prima di un autore contenere le linee dello sviluppo futuro di tutta la sua opera?
È questa la domanda che si pone la XVIII Edizione di Sentieri nel Cinema. E lo fa sin dal suo titolo: Esordi d’Autore.
L’esordio rappresenta un momento cruciale nella vita di ogni cineasta, è il disvelarsi di fronte a un grande pubblico e, come evoca l’immagine scelta per il manifesto, è anche una sfida con se stessi e un rischio funambolico senza rete di protezione.
Il sentiero tracciato per il 2009 è delineato da 13 pellicole, 13 primi passi di giovani autori che poi sono diventati maturi o addirittura maestri del cinema.
L’intento è quello di proporre alla città un modo di vedere il cinema attraverso percorsi, esperienze artistiche. E di saperlo leggere.

Proprio questa sera, alle ore 20.40, si inaugura la XVIII edizione di Sentieri nel Cinema.
Esordi d’Autore è un percorso attraverso le opere prime di 13 registi del panoarama della cinematografia nazionale ed internazionale.
Si comincia con IO SONO UN AUTARCHICO di Nanni Moretti, prima proiezione pubblica della copia del film restaurata quest’anno dalla CSC-Cineteca Nazioale con la supervisione dello stesso Moretti.

Martedì 10 novembre si entrerà poi nel vivo della rassegna.
Alle 18.30 si proietta Ossessione, film con cui Visconti si presenta al mondo e che annuncia l’imminenza del Neorealismo; alle 20.40 sarà la volta de L’uccello dalle piume di cristallo, film rivelazione di Dario Argento, scritto in una settimana e che, nonostante la freddezza della critica italiana nei confronti del genere horror, ebbe un successo di pubblico planetario, raggiungendo persino gli schermi cinesi; alle 22.30, spazio al maestro Fellini ed al suo Lo sceicco bianco in cui emerge la poetica, seppure in forma embrionale, della sospensione tra sogno e realtà.

Giovedì 12 novembre, alle ore 18.30, sugli schermi del Kursaal prende vita il sottoproletariato urbano di Pier Paolo Pasolini in Accattone; allen169629989046_9904.jpg 20.40 presentiamo L’uomo in più dell’affermatissimo regista de Il Divo, Paolo Sorrentino; alle 22.30 è la volta de I Basilischi, affresco vivace ed originale di un Sud avvolto nell’inerzia.

Martedì 17 novembre, invece, ci si sposta “all’estero”.
Si comincia, alle 18.30, con la Brooklyn in bianco e nero vista attraverso lo sguardo di Spike Lee e della sua affascinante e disinibita Lola Darling; alle 20.40, Blood Simple ci dimostra quanto, sin dal debutto, siano geniali ed irriverenti i fratelli Coen, sempre pronti a spiazzare lo spettatore con diversioni, contraddizioni, dettagli inquietanti e uno straordinario talento figurativo; alle 22.30, spazio all’universo libero, eccentrico e passionale di Almodòvar e del suo Pepi, Luci, Bom… e le altre ragazze del mucchio.

L’ultima giornata, giovedì 19, si apre con Quarto Potere, indiscusso capolavoro che molti critici ritengono sia il miglior film della Storia del cinema, diretto da un ventiseienne già famosissimo per aver “raccontato” in diretta l’invasione degli extraterrestri; alle 20.40 spazio al genio di Quentin Tarantino con i suoi sei eccentrici rapinatori de Le Iene; alle 22.30 si proietta Prendi i soldi e scappa, in cui un giovanissimo ma già ansioso e nevrotico Woody Allen si imbatte in un’improbabile carriera criminale.
Anche quest’anno, Sentieri nel Cinema volge il suo sguardo a quegli autori sperimentali che più di tutti hanno contribuito ad innovare il linguaggio audiovisivo. Nel rinnovato appuntamento di Vangard Cafè, omaggio a due filmmaker che a partire dagli anni Sessanta hanno sviluppato, l’uno in America e l’altro in Italia, un originale percorso di ricerca,  Stan Brakhage e Paolo Gioli,  con la proiezione di alcune delle loro opere più significative.

Sentieri nel Cinema è realizzato dall’Associazione Culturale BARI FILM & VIDEO
con il contributo di
Università degli Studi di Bari, Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo
Comune di Bari Assessorato alle Culture
Centro Universitario Teatro Arti visive Musica Cinema
Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia
Cineteca Nazionale, Cineteca Ventana Film, Cineteca Lucana
Cineteca del Comune di Bologna , Sacher Film
Circolo Cinematografico Cinetoscopio
Accademia del Cinema Ragazzi di Enziteto – Bari
Fondation Groupama Gan pour le Cinéma
Groupama Assicurazioni