I Maltesi per Little Smile

Immagine1.jpg

I Maltesi nascono a Bari nel 2010, nel sottoscala di una Taverna (Taverna Vecchia del Maltese per l’appunto) e cercano da allora di portare sui palchi dei più piccoli club di provincia così come nelle grandi manifestazioni di piazza lo spirito di Faber, non solo eseguendo le sue canzoni in modo più rispettoso possibile, ma anche esponendo a viva voce i suoi ideali, i suoi “chiodi fissi” perchè, mai come adesso, ci sarebbe stato bisogno delle sue parole, sempre così chiare e sempre così coerenti. 

Questa sera I Maltesi saranno in concerto per un tributo a Fabrizio De Andrè in una serata di beneficenza promossa dall’associazione “Little Smile Onlus” per l’apertura dell’evento “Summer in Love”,  presso la sala inferiore del Fortino.

Tecnicamente parlando i Maltesi sono 8 musicisti il cui perno sono la voce, incredibilmente quanto spontaneamente somigliante a quella di Faber, di Dario Di Stefano e la chitarra di Francesco Corallo. Uniti dalla passione quasi maniacale per quelle canzoni, i due sono riusciti a creare un gruppo dove il minimo comune denominatore fosse l’amore per De Andrè e la voglia di rendere omaggio nel più giusto dei modi alla sua arte. Niente musicisti che lo fanno per fare quindi, ma appassionati che sanno quello che stanno suonando e che quindi, portano il dovuto rispetto agli spartiti originali anche quando ci si trova a cambiare un accento, una pausa o un finale. I già citati Dario Di Stefano e Francesco Corallo con Giuseppe Bruni (Batteria e Loops), Angelo Verbena (Basso e Armonica a bocca), Lorenzo Freccia D’Urso (Tastiere, Chitarre e Cori) Stefano Renna (Chitarre, Bouzouki, Tastiere) e Agata Parabola (Voce e Percussioni) sono spesso affiancati sul palco da violinisti del calibro dei maestri Michela Dellino e Carlo Porfido e girano il Sud Italia eseguendo scalette ampie e sempre varie che vanno da La Città Vecchia a La Domenica delle Salme, da Anime Salve a Il Testamento di Tito, dall’esecuzione integrale di Non Al Denaro, Non All’Amore Nè Al Cielo a Creuza de Ma, passando per Amico Fragile e Fiume Sand Creek , senza tralasciare i brani più famosi (Bocca di Rosa, Guerra di Piero, Volta la Carta, Il Pescatore) ma amando sempre proporre le chicche per i veri appassionati (Jamin-a, Rimini, Nella mia ora di Libertà, Coda di Lupo, Quello che non ho, La Ballata del Michè). Un vasto repertorio quindi che viene scremato la sera stessa del concerto per cercare di entrare il più in sintonia possibile con il pubblico della serata.

Durante l’evento sará possibile acquistare piccoli ghiaccioli di materiale riciclato e raccogliere fondi per l’acquisto di materiale per la Cardiologia Pediatrica del Giovanni XXIII.

L’evento è a scopo benefico. La musica è straordinaria. E I Maltesi non sono da perdere per nessun motivo al mondo.

Bari(Bari)

Fortino Sant’Antonio 

ore 21.00

ingresso libero

Info. 345.3887425 

L’attimo in cui siamo felici.

Immagine1.jpgCi sono libri che leggi perché sono di moda. Altri che ti chiamano come per il protagonista de “La Storia Infinita”. Ed è questo il caso de “L’attimo in cui siamo felici” di Valerio Millefoglie.  Un libro che mi ha fatto sorridere (molto), riflettere (moltissimo) e piangere (un pochino). 

Ho sentito la sua voce chiamarmi. Io l’ho comprato in formato e-book, ma voi potete acquistarlo nel più romantico cartaceo. L’effetto sarà il medesimo. L’assunzione della “terapia” non ne compromette l’esito.   “L’attimo in cui siamo felici”  è un percorso di vita. Una sorta di cammino ad ostacoli (piccoli, moderati, assolutamente sormontabili) che ci instilla piccole gocce di positività. Senza buonismi. Senza forzati happy end. Senza tramonti da cartolina. 

C’è l’amore per un microcosmo fatto di momenti. I miei. I vostri. Quelli di Valerio. Un barese emigrato-cittadino del mondo-che trova il filo d’Arianna della sua maturità proprio nelle strade del suo passato.

Non ve lo spiego, io, chi è Valerio Millefoglie. Cosa ha fatto. Cosa sta facendo. Cosa farà. Vi lascio qui un invito per conoscerlo. A voi la furbizia di prendere al volo l’occasione e scoprire il canto di un  menestrello dell’anima, travestito da dottore.

In collaborazione con Inchiostrolibri.it, L’ATTIMO IN CUI SIAMO FELICI di VALERIO MILLEFOGLIE sarà presentato all’EKOINE’ RI-PUB – Bari Vecchia

L’autore barese, adottato da Milano, Valerio Millefoglie presenta il suo nuovo libro, L’attimo in cui siamo felici (Einaudi – Stile Libero) con una SEDUTA DI PSICOANALISI PUBBLICA.

Millefoglie leggerà alcuni estratti del suo libro.
Gianmichele Laquale, un vero psicologo, analizzerà gli attimi felici come in una vera seduta di psicoterapia.
Introduce (pocopoco) Ilenia Caito.

«Ricostruirò la mia felicità assumendo dosi di felicità altrui».

Un libro che cura, un’inchiesta sulle cose belle e possibili.
Per riprendersi dalla scomparsa del padre, l’autore decide di verificare le proprietà terapeutiche della felicità. Distribuisce in bar, chiese, carceri, scuole, negozi, banche e supermercati migliaia di questionari in cui chiede di descrivere e cronometrare i momenti felici in una settimana qualsiasi. Ottiene molte risposte e inizia una serie di incontri che incantano per originalità e delicatezza. E alla fine riscaldano, consolano e, forse, un po’ aiutano a guarire dalla malinconia. Davvero.
http://youtu.be/oW0rL2TVynI

www.attimofelice.it
www.inchiostrolibri.it

Note in masseria

44549.jpgLa manifestazione “Note in Masseria 2011” si terrà dal 13 luglio e per tutto il mese di agosto con tre date settimanali (mercoledì, venerdì e domenica).

Durante le varie serate si alterneranno le più importanti cover band di tutta la Puglia, più divertenti serate a tema.“Note in Masseria 2011” intende promuovere i talenti musicali pugliesi che si esibiranno nelle varie serate e la conoscenza della Murgia nocese attraverso la cornice storia della Masseria Civitella, situata sulla SP Noci – Martina Franca al km 4.

Un complesso formato da una parte padronale relativamente moderna, datata fine 1800, a cui si aggiunge l’antico complesso di trulli che invece affonda le sue radici nel 1600. Una zona ricca di storia e fascino, come tante altre nel nostro territorio, troppo spesso sottovalutato e non valorizzato questo è uno dei motivi che ha spinto a organizzare la prima edizione di “Note in Masseria 2011”. I

Il secondo motivo è quello di valorizzare l’arte musicale nel suo complesso e in particolare quella emergente pugliese, facendo da palestra per gli artisti locali emergenti. Attraverso la musica, vista nelle sue svariate forme, e la location del tutto particolare “Note in Masseria 2011”si propone di creare momenti di aggregazione e intrattenimento per tutti.

LUGLIO

  • MERCOLEDÌ 13 LUGLIO COVER BAND DEPECHE MODE
  • VENERDÌ 15 LUGLIO COVER BAND RINO GAETANO
  • DOMENICA 17 LUGLIO COVER BAND MUSE
  • MERCOLEDÌ 20 LUGLIO COVER BAND THE DOORS
  • VENERDÌ 22 LUGLIO COVER BAND THE CURE
  • DOMENICA 24 LUGLIO TUBORG PARTY E MUSICA ITALIANA
  • MERCOLEDÌ 27 LUGLIO COVER BAND VASCO ROSSI
  • VENERDÌ 29 LUGLIO COVER BAND NEGRITA
  • DOMENICA 31 LUGLIO COVER BAND GIULIANO PALMA

AGOSTO

  • MERCOLEDÌ 3 AGOSTO COVER BAND 883
  • VENERDI’ 5 AGOSTO COVER BAND COLDPLAY
  • DOMENICA 7 AGOSTO CORONA PARTY E MUSICA ’70 E ’80
  • MERCOLEDÌ 10 AGOSTO COVER BAND LITFIBA
  • VENERDÌ 12 AGOSTO COVER BAND DE ANDRÈ
  • DOMENICA 14 AGOSTO HAVANA CLUB PARTY E MUSICA
  • MERCOLEDÌ 17 AGOSTO COVER BAND LUCIO BATTISTI
  • VENERDÌ 19 AGOSTO COVER BAND U2
  • DOMENICA’21 AGOSTO SANGRIA PARTY MUSICA POPOLARE
  • MERCOLEDÌ 24 AGOSTO COVER BAND GIANNA NANNINI
  • VENERDÌ 26 AGOSTO COVER BAND DIRE STRAIS
  • DOMENICA’ 28 AGOSTO COVER BAND LOREDANA BERTE’

Noci(Bari)
MASSERIA CIVITELLA SP Noci – Martina Franca km 4
ore 21.00
Info. 320.18.13.130

L’abiura di Ciccollela

thumbs.php.jpegNelle sale espositive dell’associazione artistico culturale ART IN PROGRESS, in via Tenente Ragno 50 a Molfetta, apre al pubblico la mostra Abiura di un libero pittore, dellartista e maestro molfettese Nico Ciccollela. Artista eclettico formatosi dapprima nell’arte dell’oreficeria presso l’Istituto Statale d’Arte di Corato e successivamente all’Accademia di Belle Arti di Bari nella sezione pittura.

L’occasione è ideale per conoscere meglio la personalità e le nuove opere di questartista rinnegato. I lavori, realizzati secondo i canoni e le tecniche dellarte pop contemporanea, si contraddistinguono per la forte carica espressiva dei soggetti raffigurati e per la freschezza e la vivacità dei colori impressi sulle tele. Una ventina i ritratti di personalità che hanno in qualche modo segnato e influenzato il mondo politico, scientifico e culturale.

Scrive nel suo sito:  La domanda più ricorrente di chi osserva le mie opere è “quale tecnica usi?”… ed è numerica.jpgproprio a questa domanda che non so rispondere … Sicuramente deriva dalle esperienze più remote dell’arte: mi hanno sempre affascinato la pittura rupestre primitiva come traccia indelebile che sfida il tempo, gli affreschi medievali come espressione essenziale di un’arte fatta di apparenti semplici geometrie e la sintesi di Modigliani. Sono ora dunque ad un punto di unione tra l’affresco, la pittura murale e la conoscenza delle tecniche muratorie. Incidere, tracciare, scavare, tecniche espressive capaci di lasciare un segno che attraversa il tempo … geometria, numerologia, strumenti indispensabili alla conoscenza. Il resto è pura e semplice pittura.

Galileo, Che Guevara, Jim Morrison, Giordano Bruno, Oscar Wilde, Arthur Rimbaud, Charles Baudelaire e tanti altri, tutti magistralmente riadattati e rivisitati ma tutti accumunati da uno stesso percorso; prima ostacolati e poco capiti, poi celebrati e onorati da una società che li aveva persino spinti a rinnegare e abiurare se stessi. Ed anche il Ciccolella in questa sua personale, intenzionalmente abiura se stesso ma, a differenza di Galileo, la sua è una sconfessione libera, voluta e pensata; la sua è difatti unAbiura di un libero pittore.

Ci capita spesso di fare chilometri e chilometri per vernissages dei grandi esponenti dell’elite pittorica internazionale, quando abbiamo a portata di mano maestri dello stesso talento e levatura.

Il mio consiglio è quello di lasciarsi trasportare tra colori ed emozioni, in una sindrome di Stendhal, assolutamente da non perdere.

ABIURA DI UN LIBERO PITTORE Personale pittorica di Nico Ciccolella.

Dal 10 al 30 Luglio 2011 Associazione ART in PROGRESS Via Tenete Ragno, 50 – Molfetta (BA)

Orari Dal lunedì al sabato: 10:00 – 13:00 e 17:30 – 21:00 Domenica e festivi: 18:00 – 21:00

Info: artinprogress@live.com 349 6910025

Concorso EurOrchestra

Immagine1.jpgL’Associazione “EurOrchestra da camera di Bari” e l’Associazione “ParnasoDonneinMusica” bandiscono il III Concorso Internazionale EurOrchestra Nuovi Interpreti 2011, che mette in palio Concerti Premio con Orchestra e Borse di Studio. La manifestazione si svolgerà a Bari presso l’Auditorum Vallisa dal 3 al 6 Giugno 2011.

 

Il Concorso giunto alla terza edizione nasce, sotto l’attenta Direzione Artistica dei M° Francesco Lentini e M° Angela Montemurro, con lo scopo preciso di incentivare l’amore per la Musica e incoraggiare i giovani e giovanissimi musicisti a intraprendere e coltivare lo studio di essa. L’edizione 2011 si articolerà in tre premi: il “Premio EurOrchestra – IGNAZIO CIVERA 2011”; il “Premio EurOrchestra- A.I.O.S 2011”; il “Premio Bari-Lions Costanza d’Altavilla”. La domande di Iscrizione si possono scaricare dal sito www.eurorchestra.it, le iscrizioni avranno termine il 10 Aprile 2011.

 

Novità di questa edizione è l’istituzione del premio “Premio EurOrchestra – IGNAZIO CIVERA 2011”, previsto per il 3 giugno, e che sarà dedicato alle Scuole Secondarie di I Grado ad Indirizzo Musicale: vi possono pertanto partecipare giovanissimi musicisti di ogni nazionalità, allievi delle S.S. di I Grado ad indirizzo Musicale del territorio italiano. Il premio prevede tre sezioni: 1) Sezione Solisti (Pianoforte ,Archi, Chitarra, Fiati, Percussioni); 2) Sezione Duo (pianistico o strumentale, tranne due pianoforti) e Musica da Camera (dal trio all’ensemble vocale e strumentale fino a 9 elementi); 3) Sezione Orchestrale e Corale (da 10 elementi in poi). I premi per i giovanissimi partecipanti consisteranno in:

 

-Premio “Speciale EurOrchestra per le Scuole Scuole Secondarie di I Grado ad Indirizzo Musicale”Lions-club-vt.jpg consistente in un Pianoforte Digitale offerto dalla ditta Merico Pianoforti, al concorrente o formazione scelta dalla Commisione fra i Vincitori Assoluti di Sezione.

 

-“Premio EurOrchestra- CIVERA 2011” al Vincitore Assoluto della Sezione Solisti, consistente in una Borsa di Studio di 150 Euro, offerta dalla famiglia CIVERA, Coppa e Diploma, e Attestato di Merito del MIUR alla Scuola di provenienza;

 

-“Premio EurOrchestra – CIVERA 2011” al Vincitore Assoluto della Sezione Duo e Musica da Camera, consistente in una Borsa di studio di 150 euro + Coppa e Diploma + Attestato di Merito del MIUR alla Scuola di provenienza;

 

-“Premio EurOrchestra – CIVERA 2011” al Vincitore della Sezione Orchestrale e Corale consistente in una borsa di studio di 200 Euro, offerta dalla famiglia CIVERA, Coppa e Diploma, e Attestato di Merito del MIUR alla Scuola di provenienza;

 

-Al Primo Premio Assoluto di Categoria medaglia diploma e attestato di merito del MIUR alla Scuola di provenienza;

 

-Al Primo Premio di Categ.- medaglia, diploma e attestato di merito del MIUR alla Scuola di provenienza;

 

-Al Secondo Premio di Categ.- medaglia, diploma e attestato di merito del MIUR alla Scuola di provenienza;

 

-Al Terzo Premio di Categ.- medaglia, diploma e attestato di merito del MIUR alla Scuola di provenienza;

 

-Diploma di Merito – votazione da 80 a 84/100;

 

-Diploma di Partecipazione da 75 a 79 centesimi;

 

– Diploma di Merito del MIUR al Docente autore della migliore trascrizione o elaborazione;

 

– Diploma d’Onore ai Docenti dei concorrenti premiati fino al terzo premio;

 

Il 3 e 4 giugno sarà la volta del “Premio EurOrchestra- A.I.O.S 2011”, in collaborazione con A.I.O.S. di Bari. Il Concorso si suddivide in 5 Sezioni, divise in Categorie in base all’età dei partecipanti. Le sezioni previste sono: 1) I Solisti (Pianoforte,Archi, Arpa, Chitarra, Mandolino; Fiati); 2) Canto Solistico; 3) Duo (qualsiasi combinazione, tranne due pianoforti); 4) Musica da Camera (dal trio al nonetto, gruppo strumentale o vocale); 5) Gruppi Orchestrali o Corali ( minimo 10 elementi ). I Vincitori Assoluti di ogni categoria parteciperanno all’assegnazione del “Premio EurOrchestra- A.I.O.S – 2011” consistente in una borsa di studio di 500 euro e in un Concerto-Recital inserito nella prossima stagione 2011/2012 dell’EurOrchestra di Bari. Il premio verrà assegnato nel corso del concerto finale che si terrà il 4 giugno all’Auditorium Vallisa di Bari. In tale circostanza i vincitori assoluti di ogni categoria eseguiranno un programma scelto dalla Commissione tra i brani ascoltati nella fase a categorie. Sarà gradito un abito idoneo alla serata.

 

Il III Concorso Internazionale “EurOrchestra Nuovi Interpreti 2011” si concluderà con il “Premio Bari-Lions Costanza d’Altavilla”, riservato all’Esecuzione con Orchestra. Il Concorso si articola in due Sezioni divise in Categorie: Solisti con Orchestra e Duo con Orchestra. I punteggi, stabiliti sulla base della votazione espressa in centesimi dalla Commissione, determineranno l’assegnazione dei seguenti premi e diplomi:

 

-100 centesimi: -Targa e Coppa di Primo Premio Assoluto di Categoria;

 

– partecipazone a Concerto inserito nella XII Stagione Concertistica EurOrchestra;

 

-da 95 a 99 centesimi: Diploma e Coppa di Primo Premio di Categoria.

 

-da 90 a 94 centesimi: Diploma e medaglia di Secondo Premio di Categoria.

 

-da 85 a 89 centesimi: Diploma e medaglia di Terzo Premio di Categoria.

 

-da 80 a 84 centesimi: Diploma di Merito.

 

-da 75 a 79 centesimi: Diploma di Partecipazione.

 

-Tutti i Vincitori Assoluti di Categoria saranno invitati ad esibirsi in una serata loro dedicata nella XII

 

Stagione 2011-2012 dell’EurOrchestra allo Sheraton di Bari, dal titolo: “ Recital e Musica da camera dei Nuovi Interpreti” .

 

-I vincitori saranno segnalati anche ad altre Associazioni e Istituzioni Concertistiche per la possibilità di esibirsi nelle loro Stagioni.

 

-Al Miglior Giovane Concorrente, Solista o Duo, premio offerto da -Le Muse s.r.l.- Libreria Musicale Strumenti, Accessori, Assistenza fiati – consistente in un buono acquisto di 100 euro.

 

-Ai docenti dei concorrenti premiati fino al terzo premio sarà rilasciato un Diploma d’Onore.

 

Il Vincitore Assoluto del Concorso (Solista o Duo) viene deciso alla unanimità dalla Commissione alla fine della Fase Finale con Orchestra.

 

Al Vincitore Assoluto (Solista o Duo) del “Premio EurOrchestra –Bari -Lions Costanza d’Altavilla 2011 ”saranno dati i seguenti premi

 

a) Concerto con Orchestra nella XII Stagione “EurOrchestrainMusica” 2011 – 2012

 

Sarà concordata anche la corresponsione di un rimborso spese.

 

Nel caso di vittoria di Strumenti o di Formazioni inusuali, la cui letteratura sia carente di Concerti con Orchestra originali, la Associazione ParnasoDonneinMusica, in collaborazione con la Fondazione Adkins Chiti-Donne in Musica, commissionerà a compositrici contemporanee la composizione del Concerto-Premio da eseguirsi in prima assoluta mondiale.

 

b) Borsa di Studio di 500 euro offerta dal CLUB COSTANZA D’ALTAVILLA DI BARI (in caso di vittoria di un Duo la Borsa di Studio sarà divisa tra i due concorrenti).

 

c) Coppa di Vincitore del “Premio EurOrchestra –Bari-Lions Costanza d’Altavilla 2011”

 

d) Concerto-Premio offerto dal CLUB LIONS COSTANZA D’ALTAVILLA di Bari nel corso del 2012

 

e) Concerto–Premio offerto dalla Associazione AUDITORIUM DIOCESANO VALLISA BARI, inserito nella stagione Vallisa Giovani 2011

 

f) Concerto-Premio offerto da CIRCOLO CANOTTIERI BARION SPORTING CLUB – BARI-L’EurOrchestra e l’Associazione ParnasoDonneinMusica offriranno al Vincitore, Solista o Duo, del Premio

 

EurOrchestra – Bari – Lions Costanza d’Altavilla 2011, Concerti anche in altre Stagioni Concertistiche collaterali o in decentramento, con programmi che saranno concordati con la Direzione Artistica.

 

 

 

Per informazioni dettagliate sui costi sulle modalità di iscrizione, bando scaricabile all’indirizzo internet: www.eurorchestra.it. Per informazioni: tel. +39 080 574 45 59 fax +39 080 574 94 37 e www.progettovallisa.it, tel 0805216276

Un Palco in Collina. Con i Placebo.

 

Immagine1.jpgL’appuntamento con Un Palco in Collina, rassegna musicale di Noci, città della provincia di Bari, ha proposto nel periodo estivo imperdibili concerti, tenuti da artisti italiani e stranieri molto amanti dal pubblico; molti italianissimi, sì. Ma anche una guest band specialissima. Andiamo per ordine.

Un colpo da veri maestri quello messo a segno dallo staff di Prima Show: la nota società di produzione e organizzazione eventi diretta da Piergraziano Ritella è riuscita a chiudere un’importante collaborazione che farà di Noci, cittadina della Murgia dei Trulli, la scenografia impareggiabile per un concerto memorabile: la rassegna Un Palco in Collina si arricchisce di contenuti grazie alla presenza esclusiva dei Placebo. In tour con i brani del loro ultimo album “Battle For The Sun”, Brian Molko e compagni  approderanno anche in Italia dove, questa sera, suoneranno al Foro Boario di Noci (Bari), per l’unica data nel Sud.

Un grande evento che si prepara a richiamare l’attenzione di tutti i fans della band inglese, dell’intero Sud Italia e non solo, e che si inserisce nel già ricco programma della seconda edizione della rassegna Un Palco in Collina. Dopo  Alessandra Amoroso, Litfiba, Massimo Ranieri e Antonello Venditti, la data di chiusura della rassegna fissata  mercoledì 1 settembre, ci stupisce proprio con il concerto dei Placebo.

I biglietti per l’imperdibile appuntamento erano già disponibili da lunedì 10 Maggio attraverso il circuito Booking Show, Vivaticket, TicketOne ed in tutte le prevendite autorizzate. Non so dirvi, adesso,  cosa troverete (come posti) e quanti ne troverete. SE ne troverete.

 

Mi sembra comunque una gran cosa. E non potevo non segnalarvela.

 

Mercoledì 1 Settembre

Ore 21.00

FORO BOARIO

NOCI(BA)

 

INGRESSO UNICO: 32,00 euro + adv sls

 

Info: PRIMA SHOW 080.9670573

 

MEMO: attentissimi al post che pubblicherò venerdì. C’è una grande e bella sorpresa che mi riguarda personalmente. Ma che coinvolgerà anche tutti gli amanti delle notti brave a base di musica, degustazioni, cabaret e… divertimento allo stato puro. Non prendete ASSOLUTAMENTE appuntamenti per la notte di sabato. Vi prenoto tutti (fidatevi, non penso di avervi mai rifilato grosse fregature!)

 

A Testa in Sud

 

Immagine1.jpgLe Associazioni Prometeo, L´Urlo, Novart di Acquaviva delle Fonti (BA) organizzano, il 30, 31 Agosto e il 1° Settembre p.v., con il patrocinio del Comune di Acquaviva delle Fonti e la collaborazione dei Presìdi del Libro, il Festival Letterario ´A Testa in Sud´ -Libri da una diversa prospettiva-. Il festival è ideato per valorizzare le eccellenze pugliesi e per riflettere sulla Puglia e sul Meridione come laboratori culturali attivi e interessanti, presentando alcu ni prodotti culturali locali “da una diversa prospettiva”, cioè partendo dalla valorizzazione dell´esistente invece che dall´analisi delle carenze del Mezzogiorno d´Italia. Gli incontri si terranno nell´Atrio di Palazzo De Mari alle 20.30 con ingresso gratuito. In caso di pioggia il Festival si terrà nel Salone delle Feste di Palazzo De Mari.

Il programma:

Lunedì 30 Agosto, ´Dal Sud per informare: giornalisti senza bavaglio´:

– Davide Carlucci, giornalista e autore di Un paese di baroni (ed. Chiarelettere) e A Milano comanda la ´Ndrangheta (ed. Ponte alle Grazie)

– Beppe Lopez, giornalista e autore di romanzi e saggi, fra cui Giornali e democrazia (Glocal) e Il principe nel groviglio (Zines)

– Pino Aprile, giornalista e autore di saggi, fra cui Elogio dell´imbecille (Piemme) e Terroni (Piemme)

– Gianni Lannes, giornalista e autore di Nato: colpito e affondato. La tragedia insabbiata di Francesco Padre (la meridiana)

– Giuliano Foschini, giornalista e autore di Quindici passi (Fandango)

Modera la giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno Enrica Simonetti

Martedì 31 Agosto ´Educare per far crescere il Sud´:

– Rosa Pinto e Adele Dentice, autrici di Mare negato (Aracne), con l´artista Michele Pinto

– Teresa Petruzzelli, autrice di Le storie di bimba (Progedit) con l´illustratore Andrea Dentuto

– Antonella Lattanzi, autrice di Devozione (Einaudi)

– Saverio Abbruzzese, autore di Un posto per parlare. L’ascolto a scuola (la meridiana)

– L´editore Elvira Zaccagnino per la Casa Editrice la meridiana

Modera Achille Signorile, avvocato e scrittore

Verrà allestito un laboratorio di scrittura creativa per bambini a cura di Porzia Poli e uno stand con le opere di alcuni illustratori per l´infanzia.

 

Mercoledì 1° Settembre ´Scrivere e pubblicare a Sud´:

– l´editore Gino Dato della Casa Editrice Progedit con l´autore Ettore Catalano, Letteratura del Novecento in Puglia

– l´editore Vito Lacirignola della Casa Editrice Stilo con l´autore Daniele Maria Pegorari, Les Barisiens. Letteratura di una capitale di periferia 1850 – 2010 e con Giovanni Turi, curatore per la Casa Editrice Stilo de Il tempo del risveglio

– l´editore Roberta Magarelli della Casa Editrice Florestano con l´autore Cristò, Come pescare, cucinare e suonare la Trota

– Stefano Savella per Puglialibre -libri a km zero-, blog e rivista cartacea specializzati nella letteratura pugliese

Modera Ferdinando Pappalardo, professore universitario

 

Durante le tre serate verrà allestito uno stand della libreria Stella di Acquaviva delle Fonti con i testi dei relatori e una zona di lettura all´aperto con l´ausilio della Biblioteca comunale.

 

Per informazioni: http://www.atestainsud.blogspot.com/

La partecipazione è gratuita.

 

 

Perdonatemi un pensiero. Una cosa assolutamente avulsa dal contesto. Ma necessaria. Nella notte tra il 27 e il 28, il mio papà è mancato dopo una lunga malattia.

La sofferenza è indescrivibile anche se in molti (maligni), hanno pensato  fosse una maniera insensibile di porsi, quella di fare comunque radio e di non fermarmi con l’attività di local blogger (oltre che di collaboratrice per altre testate).

Mio papà è stato (ed è ancora) un medico stimato da tutta Bari e Provincia. Ha dedicato oltre trentatré anni alla ricerca scientifica, ai suoi pazienti, alla sua città, senza mai fermarsi o arrendersi. Ecco. Il punto è questo. Il modo migliore per ricordarlo non sarà scriverne il nome a caratteri cubitali ma continuare, nel mio piccolo, a fornire dei servizi con l’amore e la passione che ha saputo insegnarmi.

 

 

Balconi in Fiore a Locorotondo

 

Immagine1.jpgDove la Murgia degrada, si riscontra la Valle d’Itria, un cuscinetto di verde a metà strada tra Adriatico e Jonio e su questa pianura, circondata da piccole alture, si affaccia Locorotondo. Sorge linda e silente sulla sommità di un colle che cinge gli ultimi contrafforti murgiani del Barese. Armoniosamente tondeggiante come il toponimo stesso suggerisce, Locorotondo deve il suo nome alla morfologia assunta dal primo centro abitato, sorto attorno al mille. Le prime casupole di un villaggio composto da agricoltori furono edificate su un altopiano attrezzato, addossate le une alle altre, a pianta circolare, quasi a voler cingere a corona quella terra strappata a boschi di querce e fragni per renderla coltivabile e fertile.

Anche questa estate nel borgo antico di Locorotondo si terrà la coloratissima iniziativa “Balconi Fioriti”. L’evento, organizzato dalla Pro Loco locale in collaborazione con il Centro Sociale Anziani, il Cna e con il patrocinio del Comune di Locorotondo, è stata inaugurata sabato 19 giugno e perdurerà sino al 20 agosto. La manifestazione mira a valorizzare il borgo antico di Locorotondo con un tocco di colore che solo i fiori possono dare. Ogni abitante del borgo antico potrà abbellire il proprio balcone secondo la sua fantasia, partecipando al concorso per ottenere il titolo di “Balcone fiorito più bello”.

Il concorso, è partito già domenica 28 giugno (ma le notizie sono sempre troppe per darvele in tempo!!!) ma proseguirà nel corso dell’interaImmagine2.jpgestate. Tutti potranno partecipare. Chi visita il paese, uno dei Borghi più belli d’Italia, recandosi nella sede della Pro Loco e del Centro Sociale Anziani, in piazza Vittorio Emanuele, potrà ritirare la brochure con la piantina del centro storico e il coupon su cui scrivere il numero dei balconi, delle finestre e degli atri più belli. Dopo, basterà imbucare la propria preferenza in una delle due urne che saranno sistemate nelle sedi delle due associazioni e attendere il 19 settembre 2009. In tale occasione verranno proclamati vincitori del concorso e saranno estratti i numeri vincitori dei premi messi in palio per i visitatori: due soggiorni gratuiti per un week end da passare a Locorotondo nell’albergo diffuso “Sotto le cummerse”, diverse cene a base degli ottimi prodotti tipici locali nei migliori ristoranti e macellerie tipiche di Locorotondo.

 

Per quest’anno alla manifestazione è associato un concorso fotografico volto a premiare la foto più suggestiva che esalta un qualsiasi scorcio del centro storico. L’iniziativa di Locorotondo si gemella con “Borgo in fiore” di Putignano e “Vicoli fioriti” di Alberobello.

Per maggiori info: http://immaginandofotofficina.blogspot.com/

 

Tutti in torre!

 

 

Immagine1.jpgIl 13 giugno 2006 è stata istituita nel territorio di Conversano la Riserva Naturale Orientata Regionale “Laghi di Conversano e Gravina di Monsignore”.

L’habitat che caratterizza le dieci doline carsiche è ascrivibile alla tipologia denominata “stagni temporanei mediterranei”, individuata dalla Comunità Europea con la Direttiva “Habitat” 92/43/CEE, e rientra in quelli ad elevata priorità di conservazione. Testimonianze dell’antico legame tra l’uomo e il territorio, rivestono un ruolo ecologico rilevante e sono sede di rare specie appartenenti alla flora e alla fauna.

L’equilibrato rapporto tra il territorio e i suoi abitanti, così come la buona gestione di un’area protetta, può realizzarsi solo se tutti gli attori interessati in questo processo vengono opportunamente coinvolti, e viene stimolata in essi lo sviluppo di una coscienza generale delle potenzialità del proprio territorio e la conoscenza dei beni naturali ed storici che lo caratterizzano.

Il progetto INFOLAGHI si propone proprio questo come primo obiettivo, quello di informare i cittadini di Conversano e dei paesi limitrofitutti-in-torre-2010-b.jpgdell’esistenza della Riserva

Naturale e delle sue peculiarità, e sensibilizzare gli stessi alla salvaguardia e alla corretta fruizione di tale area.

Inoltre, il progetto mira a promuovere ed incentivare un approccio turistico ecosostenibile legato alla Riserva, e a coinvolgere attivamente tutti i portatori di interesse (stakeholders), al fine di predisporre un futuro piano di gestione dell’area protetta che sia ampiamente condiviso.

 

Nella Riserva Naturale Orientata dei Laghi di Conversano, il oggi presso il Villaggio di Castiglione tra Conversano e Putignano, dieci tra associazioni, cooperative, scout e numerosi volontari faranno rivivere le emozioni di un villaggio abbandonato dal XV secolo.

 

Un percorso animato vi accompagnerà tra numerose postazioni dal Lago alla Torre e nel Villaggio:

– L’importanza e le emozioni dell’acqua;

– Petizione per salvare la Chiesetta di Padula e per il ripristino della Fontana di Castiglione;

– I nostri alberi monumentali nella Puglia terra delle querce;

– L’adozione del Villaggio di Castiglione come Luogo del Cuore;

– Giochi e Caccia al Tesoro;

– L’energia dal vento;

– Il Biancospino tra magia e tradizione;

– La fauna del villaggio;

– Gli elaborati di alcune scuole di Conversano;

– Butterfly Watching: gli acchiappafarfalle;

– Bird Hearing: come riconoscere un uccello dal canto;

– Degustazione gratuita dell’Acqua di San Rubinetto in Ecobicchiericiclabili…

 

…e sicuramente altro.