Considerazioni 2013

capodanno-bari.jpgArriva l’Epifania che tutte le feste si porta via. Un luogo comune abbastanza abusato per dire che possiamo smetterla beatamente di poltrire ritornando al quotidiano senza troppa nostalgia per questi giorni di baldoria che abbiamo trascorso con amici e parenti.

Il 2013 ha accolto Bari con un sole sfolgorante. Quello che spero possa accompagnare anche questi giorni di ripresa produttiva. Anche per il blog della Vostra città che si impegna a starvi vicino in maniera più costante e presente.

Dunque. Parliamo di Bari. Ci sarebbero mille propositi da esprimere per il Capoluogo più bello d’Italia. Il primo la cura dei quartieri. Non è carino tornare a casa e incontrare un paio di topi morti in piazza Umberto mentre twitti che Bari è la città migliore del mondo. C’è un limite allo schifo e-talvolta-questo limite viene superato. E scusate lo sfogo.

Un Capodanno in sordina ha deluso tutti. Belle le installazioni, belle le luci e i colori ma, onestamente, gli altri anni è stata una cosa diversa. Qualcuno dice “non c’erano soldi”. Credo che-in realtà-non ci fossero idee. Idee vere. Dal canto mio si può vivere bene e divertirsi con poco. Non l’avrei mai detto ma ho sentito la mancanza anche di Boccassile e Maretti, duo comico che sta spopolando ed evolvendosi in positivo. E questo mi piace. Ci fosse un pulsantone con il pollice alzato lo premerei all’istante.

Perché, siamo onesti, Bari ha mille potenzialità anche dal punto artistico e tutta la verve per conquistare il cuore di chi sa ascoltare.

In questo mesetto di ritorno dalla Capitale ho trovato negozi chiusissimi, altri apertissimi improvvisamente. L’anima del commercio continua a farla da padrona e-in questo-crisi o non crisi, saprà sempre soddisfare le richieste di moda e tendenze. Ci piace anche questo.

Ho trovato la mia città un po’ sottotono. E questo mi spiace, invece, pollice verso. Quello che mi piace è invece il clima di rinascita respirato tra i giovani. Giovanissimi. Startup che hanno preso il volo e giovani imprenditrici e imprenditori in erba con la voglia e la forza di costruire mettendo le basi di una futuro migliore.

E so che questo non è un post di servizio. Ma ve lo dovevo. Lo dovevo a me stessa e alla mia città.

Per questo vi invito costantemente a segnalarmi iniziative e protagonisti che abbiano bisogno di uno spotlight in vista di quel palco chiamato domani, dove alla luce d’Oriente nascono e crescono le speranze di chi ancora ci crede, in Bari come risorsa per l’Italia.

E no. Non scenderò in politica.

Sono solo una romantica ottimista. E prendo il treno verso la Capitale con il sogno di trovare Bari cambiata in meglio per tutti, specialmente per le generazioni a venire.

Il mio impegno sarà di servirvi nella costanza e nella puntalità con l’informazione più libera ed entusiasta, così come vuole lo spirito che anima il cuore del Sud.

L’EstatÈ dei Ragazzi

estate-dei-ragazzi-2012.pngÈ stato presentato, a Palazzo di Città, il cartellone de “L’EstatÈ dei Ragazzi”: da lunedì 11 giugno, fino al 9 settembre prossimo, tutte le circoscrizioni cittadine attraverso un ricco programma di attività gratuite per i ragazzi. All’incontro con la stampa sono intervenuti l’assessore al Welfare Ludovico Abbaticchio, il presidente della cooperativa sociale Progetto città onlus – che si occuperà del coordinamento delle iniziative – Andrea Mori e il direttore della ripartizione Servizi sociali Angelo De Maria.
Attraverso la rete dei C.A.P. – Centri aperti polivalenti per minori e dei C.A.F. – Centri di ascolto per le famiglie comunali e grazie all’impegno condiviso delle cooperative e delle imprese sociali del terzo settore, tanti saranno gli eventi rivolti ai bambini, agli adolescenti e alle loro famiglie nel periodo di chiusura delle scuole.
“Si tratta di un calendario programmato nei minimi dettagli con le realtà del terzo settore – ha dichiarato Ludovico Abbaticchio – costruito in modo tale che i minori possano trovare risposte qualificate ai loro bisogni durante la stagione estiva. Spero che l’impegno continuo di questa Amministrazione nei confronti delle fasce più deboli della cittadinanza possa essere confermato anche il prossimo anno, data l’entità dei tagli che il Governo ci impone. Noi continueremo certamente a fare la nostra parte, ma è necessario l’impegno di tutti”.
Molte, dunque, le iniziative de “L’EstatÈ dei Ragazzi”: dai Centri estivi, proposti durante le ore mattutine, ai Campi scuola con laboratori e attività tematiche, dagli Spazi Giovani, rivolti agli adolescenti, all’Estate in famiglia, grazie alla quale genitori e figli potranno incontrarsi, giocare insieme e partecipare a gite e soggiorni vacanza.
Numerosi anche gli eventi come feste, spettacoli e attività ludiche di ogni genere, aperti a tutta la cittadinanza e rivolti, in particolare, ai residenti di ciascuna delle nove circoscrizioni.
“Durante questa lunga estate – ha detto Andrea Mori – la città diverrà, di fatto, dei ragazzi. Attraverso il lavoro di squadra delle cooperative e delle imprese sociali che gestiscono i servizi affidati dal Comune, saremo in grado di offrire ai più piccoli innumerevoli spunti per divertirsi e socializzare garantendo un importante sostegno ai più grandi”.
Ad aprire e chiudere la programmazione due eventi speciali: la nuova edizione di “Parchi Aperti”, che a partire da oggi e per tutti i pomeriggi estivi proporrà diverse attività di animazione nei parchi 2 Giugno e Don Tonino Bello; e le “Olimpiadi dei quartieri”, che sabato 8 settembre vedrà sfidarsi minori e adulti di tutti i quartieri della città in diverse discipline legate ai giochi tradizionali e a quelli di strada, per una chiusura col botto.
Il programma delle attività è stato definito dalle cooperative sociali affidatarie dei servizi – Progetto Città, Fondazione Giovanni Paolo II, Gea, Operamica, Occupazione e Solidarietà, Esedra, Itaca, Caps, Crea – di concerto con i servizi socio-educativi delle circoscrizioni.

Quando la radio è Kreattiva

Immagine1.jpgVenti scuole medie coinvolte in tutti i quartieri della città di Bari, quindici operatori e circa 600 studenti protagonisti: sono i numeri con i quali riparte Radio Kreattiva, la web radio antimafia nata nel 2005, in streaming con un palinsesto completo sul sito www.radiokreattiva.net  e operativa nelle scuole dallo scorso novembre.

Sulla scorta del successo registrato nel 2011, la web-radio prosegue il suo cammino, forte del consenso ricevuto dagli enti locali (il progetto è interamente sostenuto dal Comune di Bari) e testimoniato dai premi nazionali collezionati nell’anno scolastico 2010/2011: il premio nazionale “Libero Grassi” per la sceneggiatura di uno spot radiofonico antiracket intitolato “Divorzia dal pizzo, sposa la tua libertà” realizzato dalla scuola “Aldo Moro” di Santo Spirito e il Premio “Tom Benetollo” assegnato dalla Provincia di Roma al Comune di Bari proprio per il progetto “Radio Kreattiva”.

Dal San Paolo al Murat, passando per Bari vecchia, il Libertà, Madonnella e Santo Spirito, non c’è ormai scuola della città che in questi anni non abbia incontrato il lavoro coordinato da Paolo Lattanzio e Domenico Navarra, con gli operatori che ogni settimana intervengono nelle scuole. E se i riconoscimenti e le partnership di carattere più istituzionale danno alla radio la possibilità di crescere di mese in mese, non è da meno il contributo venuto di recente da artisti che hanno scelto di metter la loro voce e la loro faccia sul marchio “Radio Kreattiva”.

On line la video intervista nella quale Caparezza si presenta come vero e proprio testimonial della radio, così come esclusivo il “regalo” che Walino, il rapper barese ospite più volte lo scorso anno delle lunghe maratone di Radio Kreattiva, ha deciso di fare all’emittente. Poche settimane fa Walino ha infatti registrato una canzone inedita scritta dai bambini della scuola “Levi” del quartiere Libertà: gli studenti hanno avuto il privilegio di lavorare in uno studio di registrazione – lo studio SuperWatt dello stesso rapper barese – e di cantare assieme a lui. Il ritornello è stato scritto da Walino, Giuan e Lady Cat Free e dice: “crescere senza problemi né paure, vogliamo correre e giocare per strade sicure. Vogliamo che questa città ci ascolti, perché noi siamo il futuro e non vogliamo più pagare i vostri conti”.

Sulla scia quindi delle esperienze di pochi mesi fa, Radio Kreattiva si accinge a riprendere il suo cammino. “L’amministrazione comunale ha inteso sviluppare un progetto che rappresenta motivo d’orgoglio per tutta la città – osserva l’assessore alle Politiche educative e giovanili Fabio Losito, da sempre convinto sostenitore di Radio Kreattiva – l’innovatività che lo caratterizza può contribuire a quel necessario cambiamento delle metodologie educative alla luce delle enormi potenzialità rappresentate dagli strumenti tecnologici a disposizione delle nuove generazioni. Combattere il fenomeno mafioso sul terreno del confronto culturale è una delle scelte che ha fortemente caratterizzato l’azione amministrativa del centro sinistra”.

Apprezzamento per il lavoro della web-radio arriva anche dall’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata, anima dalla quale l’associazione Kreattiva non potrebbe prescindere: “Riprende Radio Kreattiva, il progetto più longevo e che ha dato maggiori soddisfazioni all’Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata – dichiarano Stefano Fumarlo e Angelo Pansini -. Dopo i risultati positivi delle passate edizioni e i premi nazionali dello scorso anno, bisogna raccogliere un’ulteriore sfida, quella della consacrazione nazionale della prima web-radio antimafia. Siamo certi che, grazie all’impegno e alla voglia di crescere degli studenti e degli operatori, raggiungeremo questo obiettivo. In bocca al lupo!”.

Tante le novità di questa nuova edizione: intanto la strutturazione di un palinsesto a tutti gli effetti che, tutti i giorni fino a giugno, avrà sempre nuovi contenuti e approfondimenti a cura dei ragazzi delle scuole.

Le trasmissioni di Radio Kreattiva si potranno ascoltare in streaming e saranno articolate in rubriche giornaliere che affronteranno – attraverso le voci dei bambini – gli argomenti trattati in classe: l’ecomafia, le mafie internazionali, i beni confiscati e le biografie di personaggi impegnati nel combattere la mafia. Non mancheranno i talk show radiofonici e video, i notiziari, le sit com, i reportage e le interviste.

Ogni mese, poi, Radio Kreattiva si sposterà nei diversi quartieri della città, raccogliendo più scuole e accogliendo ospiti, musica, interviste e racconti. In questa direzione quindi uno degli obiettivi della Radio è quello di radicarsi sempre più e di imporsi tanto a livello locale quanto su scala nazionale, costituendo, dal centro alle periferie della città, degli osservatori della legalità, dei presìdi dell’antimafia coordinati innanzi tutto dai ragazzi.

 

Enucleare

Immagine1.jpgSi terrà nel Foyer del Teatro Petruzzelli, questa sera, alle ore 19, la selezione delle venticinque opere finaliste che saranno successivamente esposte nella mostra d’arte contemporanea “Enucleare”, in programma dal 28 Giugno al 5 Luglio 2011 nella prestigiosa Sala Murat in Piazza del Ferrarese a Bari.

Un’iniziativa, dal titolo non casuale, con la quale l’associazione culturale Agorà Mediterranea, in vista della consultazione referendaria, ha voluto sollecitare gli artisti emergenti ad esprimersi su una problematica di grandissima attualità quale il rischio derivante dall’utilizzo dell’energia atomica.

L’appuntamento del Petruzzelli, aperto gratuitamente al pubblico, si aprirà con i saluti del Sindaco di Bari Michele Emiliano per proseguire con la presentazione delle opere che gli stessi Autori terranno innanzi alla giuria composta da da Maria Vinella (critico d’arte), Rosanna Pucciarelli (prof.ssa Accademia di Belle Arti di Bari), Raffaele Nigro (giornalista e scrittore), Attilio Fermo (gallerista), Giuseppe Maurizio Ferrandino (presidente di Agorà Mediterranea).

Tra le domande pervenute, verificati i requisiti previsti dal regolamento pubblicato sul sito www.agoramediterranea.it, sono stati ammessi alla selezione finale gli artisti:
Elena Angiuli, Davide Antuofermo, Anna Maria Battista, Fabrizio Capodivento, Stefania Carrieri, Mariangela Cassano, Luigi Ciullo, Vanessa Clemente, Maria Cosmai, Annalaura Cuscito, Giovanni De Serio, Liliana Angela De Tomaso, Silvia Domenica Ferrante, Federico Frisullo, Viviana Gernone, Davide Gigante, Sara La Gioia, Federica Lisi, Grazia Lorusso, Michele Loseto, Giulia Marchione, Giancarlo Micaglio, Gianluca Mininni, Carmine Maurizio Muolo, Michela Palmieri, Angela Panaro, Monica Rizzi, Michele Schino, Roberto Sibilano, Anastasia Silvestri, Pietro Spina, Teresa Terlizzi, Michele Tota, Sonia Tralli, Ornella Vassalli.

Nel frattempo vi ricorso che, questo we, si va alle urne per il Referendum. Io so già quale casella barrare ma non posso influenzarvi da queste pagine. Il mio invito è solo a NON ASTENERVI dal voto. Perché lamentarsi di quello che non gira bene in Italia non basta… per fare qualcosa di concreto bisogna agire in prima linea. Specialmente se gli strumenti normativi ce ne danno la possibilità.

Cosa dirvi, allora se non buon fine settimana, buon voto e in bocca al lupo agli atisti che ho appena citato nel post!

Una carta servizi per i giovani

 

c43250.gifÈ stata pubblicata la convenzione rivolta ai fornitori di beni e servizi dell’Area Metropolitana di Bari interessati a far parte del progetto relativo alla “Carta Giovani Europea”.

L’Associazione Carta Giovani è una associazione senza fine di lucro, iscritta al Registro delle Associazioni Nazionali di promozione sociale, fondata nel 1991. Il principale obiettivo della Associazione è di incoraggiare la mobilità giovanile in Europa, favorendo i giovani fino ai 30 anni nella fruizione di servizi nei settori della cultura, dello sport e del tempo libero. Con circa 210.000 Soci di età inferiore ai 30 anni, e 5.000 Punti Convenzionati in Italia , l’Associazione Carta Giovani è l’unico membro italiano della EYCA -European Youth Card Association, alla quale aderiscono le 41 organizzazioni Carta Giovani europee per un totale di 4 milioni di Soci e 100.000 Punti Convenzionati.

La “CARTA GIOVANI” è la tessera che la Associazione Carta Giovani rilascia a tutti i propri Soci. La tessera è personale e nominativa e può essere richiesta da tutti i giovani che hanno meno di 30 anni. E’ valida in Italia e in 41 paesi in Europa e permette di usufruire di sconti e agevolazioni in tutti i settori di interesse giovanile, in più con la Carta Giovani si può partecipare alle iniziative italiane ed europee Carta Giovani.

Il Comune di Bari, infatti, intende procedere alla realizzazione di cinquemila tessere “Carta Giovani Europea” da rilasciare ai giovani dai 14 ai 30 anni, residenti nel territorio metropolitano, al fine di fornire uno strumento per beneficiare di un circuito di sconti, agevolazioni e opportunità presso tutti gli esercizi convenzionati. Per realizzare l’obiettivo l’amministrazione comunale ha aderito all’associazione Carta Giovani, riconosciuta con decreto del ministero dell’Interno.

Al fine di contribuire ad incrementare, nel numero, nella qualità e nelle opportunità, le occasioni per i possessori della carta, l’amministrazione promuove per conto dell’associazione la sigla delle convenzioni con fornitori di beni e servizi presenti sul territorio dell’Area Metropolitana di Bari.

Gli esercizi interessati potranno, quindi, valutare l’opportunità di aderire all’iniziativa, senza alcun onere a loro carico.

La convenzione è disponibile a questo link nella sezione bandi.

Per ulteriori informazioni e per la consegna delle convenzioni sottoscritte dagli esercizi interessati, è possibile rivolgersi alla Ripartizione Politiche Educative Giovanili e Sportive del Comune di Bari – Via Venezia, 41.

 

Scrittori per la Fantascienza

 

Immagine1.jpgIl “Premio di Letteratura Fantascientifica Giulio Verne” è il Concorso letterario realizzato dalla Associazione Culturale “Giulio Verne”.

Promotrice attiva nella divulgazione della Fantascienza, l’Associazione Culturale Giulio Verne realizza il Concorso per contribuire alla diffusione della letteratura fantascientifica e dare spazio agli scrittori di fantascienza famosi o meno. Da sempre, infatti, i racconti di fantascienza hanno fatto sognare intere generazioni di lettori, arrivando ad influenzare persino la vita di alcuni di essi che, proprio leggendo le gesta dei loro Eroi, hanno poi deciso di intraprendere carriere legate al mondo della scienza. Moltissimi astronauti e scienziati, solo per citare un piccolo esempio, sono grandi fan di Star Trek. La mitica serie di fantascienza, creata dal grande Gene Roddenberry, grazie alle sue diverse Serie televisive e ai moltissimi romanzi scritti da svariati autori, ha saputo catturare le fantasie di milioni di persone sparse in tutto il mondo.

Attraverso il Concorso, gli scrittori che si classificheranno potranno usufruire di un’ampia vetrina messa a disposizione dalla Associazione Culturale Giulio Verne per diffondere e valorizzare i propri racconti. Ogni autore potrà dar spazio alla propria fantasia per creare nuovi racconti di fantascienza basati sulle saghe più note o del tutto originali.

Per dare ancora più risalto all’evento, il vincitore sarà eletto sul palco durante la Manifestazione. I primi tre scrittori che si contenderanno il podio, inoltre, avranno la possibilità di salire sul palco per farsi conoscere, interagire con il pubblico ed i media presenti ed esporre al meglio la propria opera letteraria.

Un grande Concorso per un grande tema, la Fantascienza, in grado di far sognare i lettori di oggi ed ispirare gli scienziati del futuro.

 

– Modalità di partecipazione: la partecipazione alle selezioni è aperta ad autori di ogni età e ovunque residenti che abbiano composto racconti a tema fantascientifico e in lingua italiana. Sono ammessi esclusivamente racconti, massimo uno per partecipante, mai pubblicati.

– Non possono partecipare: i membri della Giuria, i loro coniugi e parenti fino al secondo grado ed i loro collaboratori. I membri del Consiglio Direttivo dell’Associazione Giulio Verne, i loro coniugi e parenti fino al secondo grado ed i loro collaboratori. I membri della Comitato Organizzatore della LevanteCon, i loro coniugi e parenti fino al secondo grado ed i loro collaboratori. I responsabili delle società sponsorizzatrici e i propri collaboratori. Coloro i quali hanno collaborato alla stesura del suddetto bando, i loro coniugi e parenti fino al secondo grado-.

– Quota di partecipazione: non é richiesta nessuna quota di partecipazione né tassa di iscrizione.

– Premio Speciale: Il Premio Speciale: “Fantascienza Spaziale: strani, nuovi mondi” è un riconoscimento particolare che viene conferito, nell’ambito del “Premio di Letteratura Fantascientifica Giulio Verne”, a quell’autore che si è distinto nello scrivere un racconto di fantascienza che abbia come tema i viaggi nello spazio e l’esplorazione dell’ignoto. In particolare, si vuole premiare l’autore capace di illustrare pregi e difetti degli esseri umani attraverso la metafora di un alieno o di una civiltà extraterrestre, andando oltre la fantascienza catastrofica, per dipingere un futuro positivo ed avvincente. L’esplorazione eroica dello spazio sconosciuto raccontata attraverso gli occhi dei protagonisti, dunque, unita alla descrizione di un futuro tecnologico in grado d’esser d’ispirazione per gli scienziati e ricercatori di domani.

– Premio Miglior Giovane: Il Premio Speciale “Miglior Giovane Autore” è un riconoscimento che la giuria vuole dare all’autore più giovane (che non abbia compiuto 25 anni al 31/12/10) che si è segnalato grazie alla sua opera. Questo premio permetterà a un giovane esordiente o a un giovane autore di essere pubblicato su una rivista prestigiosa o sul libro del premio che sarà edito da un’importante editore.

Contatti: concorsoletterario@levantecon.it

 

—>qui<— il bando completo del concorso e, adesso, iniziate a scrivere!

 

 

Io sono figlio. In viaggio con Toscani.

Immagine1.jpgIl conformismo è il peggior nemico della creatività. Chiunque sia incapace di prendersi dei rischi non può essere creativo.

Questo, ma molto altro ancora è Oliviero Toscani. Conosciuto internazionalmente come pubblicitario dietro i più famosi giornali e marchi del mondo, creatore di immagini corporate e campagne pubblicitarie per Esprit, Chanel, Fiorucci, Prenatal. Come fotografo di moda ha collaborato e collabora tuttora per i giornali Elle, Vogue, GQ, Harper’s Bazaar, Esquire, Stern. Dal 1982 al 2000 (18 anni), si è occupato della pubblicità della Benetton, sviluppando anche la sua presenza online; ha creato anche Playlife, ramo sportivo della Benetton. Nel 1990, ha fondato il giornale Colors. Nel 1993, ha fondato Fabrica, centro internazionale per le arti e la ricerca della comunicazione moderna, la cui sede è stata progettata dall’architetto giapponese Tadao Ando. Fabrica ha prodotto progetti editoriali, libri, programmi televisivi, mostre ed esposizioni per: ONU, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, La Repubblica, Arte, Mtv, Rai, Mediaset, e film che hanno vinto tre premi della giuria a Cannes e al Festival del Cinema di Venezia.

Domenica, 23 Maggio, è stata inaugurata una splendida mostra, presso la “Galleria Spaziogiovani” (sulla Muraglia del centro storico). Una galleria che non solo si fregia di ospitare-fino a domani-le opere del Maestro, ma che anche si rivela costamente luogo di espressione per artisti locali-e non-che vogliano atraverso retrospettive indubbiamente interessanti e affascinanti, conquistare il pubblico barese, nella splendida cornice della città vecchia, nel suo affacciarsi sul mare, stagliandosi verso nuovi orizzonti dell’Arte.

“Io Sono Figlio”-mostra fotografica di Oliviero Toscani-è un vaggio nelle storie dei bambini abbandonati – organizzata dall’associazione Aibi Italia,Amici dei Bambini sarà a Bari per una settimana. l’Ai.bi lancia l’idea di celebrare una giornata dedicata al diritto ad avere una famiglia e sta cercando parlamentari disposti a presentare una proposta di legge perché venga istituita ufficialmente.  La mostra fotografica è composta da 28 immagini di ragazzi e bambini adottati che raccontano la loro storia.

La mostra resterà aperta  da Domenica 23 maggio fino a Sabato 29 Maggio tutte le mattine dalle ore 10.00 alle 12.00 e i pomeriggi dalle ore 17.00 alle 21.00

Meeting Mondiale dei Giovani

PrenImmagine1.jpgde il via il 19-20-21 Gennaio 2010 in Puglia, con il primo Meeting Mondiale dei Giovani, il programma NMC. Un’occasione per condividere idee ed esperienze, prendere decisioni e iniziare nuovi progetti a cui dare corso.NMC (dall’esperanto Ni, mondlokaj civitanoj – Noi, cittadini globali-locali) è un programma per promuovere lo sviluppo sostenibile e la partecipazione dei giovani alle decisioni locali e globali.500 giovani delegati provenienti da 90 paesi del mondo insieme ad altri 1000 e più partecipanti si confronteranno con intellettuali di primissimo piano, rappresentanti di governi e di organizzazioni internazionali, centri di conoscenza e personalità del mondo dei media, della società civile e del settore privato.I giovani che parteciperanno all’incontro sono stati selezionati fra i candidati sul sito www.nimociv.org. L’organizzazione si è fatta carico dei costi di viaggio e dell’ ospitalità per i 500 delegati.Il Meeting ruota intorno a 3 lectio magistralis e circa 15 workshop tematici.Le lectio magistralis riguarderanno temi fondamentali per il Meeting: “Le prospettive e sfide per la democrazia in un mondo di città globali”, “La sostenibilità ambientale come precondizione per lo sviluppo umano” e “Le nuove frontiere per lo sviluppo sociale ed economico dopo la crisi della finanza globale”.I workshop riguarderanno tematiche di rilevanza globale riguardanti lo sviluppo e le possibilità di affrontarle a livello locale.Con il 2020 come orizzonte, NMC si ispira alla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, gli Obiettivi del Millennio e la Dichiarazione sulla giustizia sociale per una globalizzazione giusta.

NMC sviluppa un ambiente globale e locale in cui giovani, decisori politici, attori economici e sociali, organizzazioni internazionali, centri di nmc-logo.jpgconoscenza e cittadini collaborino per il cambiamento in direzione di un sviluppo sostenibile ed accrescere la partecipazione dei giovani ai processi decisionali. NMC è il primo tentativo in assoluto di raccogliere questi attori attorno ad un obiettivo comune rivolgendosi a tutti i giovani che riconoscono a se stessi o alla propria organizzazione almeno una di queste caratteristiche:essere agenti di cambiamento che affrontano i problemi della propria comunità, prendono l’iniziativa e stimolano cambiamenti culturali per cercare di superarli, essere interessati ai destini del mondo e avere la volontà di impegnarsi per risolvere i problemi dello sviluppo sociale, economico e della democrazia, a partire dalla propria comunità, essere innovatori, nelle soluzioni e nelle metodologie d’interazione con gli altri, essere cittadini attivi nella vita civile, in contatto con reti e network di interlocutori interessati agli stessi temi.

NMC è promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Gioventù, dalla Regione Puglia e dall’Agenzia Nazionale per i Giovani.

Hanno contribuito alla concezione di NMC oltre 30 organizzazioni di tutto il mondo tra cui: il Banco Interamericano dello Sviluppo, l’Organizzazione Mondiale del Lavoro, l’UNESCO, UN-HABITAT, la Campagna per il raggiungimento degli Obiettivi del Millennio – UNDP, la UCLG e la Banca Mondiale.

Tutti gli eventi si terranno presso la Fiera del Levante e,sul sito ufficiale, potrete consultare la scaletta delle tre imperdibili giornate.

Un modo originale e multietnico per avvicinarsi da giovani e con i giovani alle prospettive future.

Open Windows

vallisa_giovani.jpgLa chiesa della purificazione, meglio nota come la “Raveddise” e cioè dei ravellesi, è un monumento di origine romanica legato, come tanti altri, ad una comunità etnica qui impiantatasi fin dal secolo nono.

In un documento del Codice Diplomatico Barese, datato 1594, viene chiamata “S.Pietro della Vallisa” e, nel 1651, solo “Vallisa”. Situata nell’omonima via, all’ingresso del borgo antico, la “Chiesa della vallisa” sorge alle spalle dell’ex convento dei benedettini.

Dopo l’ultimo restauro dell’86, La Vallisa si è confermata nel tempo come spazio ideale per una ricca programmazione che abbraccia tutti i settori della cultura: concerti, corsi, conferenze, dibattiti, cineforum, mostre e tutto ciò che è utile come occasione di incontro e confronto con le realtà del mondo. Tornerò spesse volte a parlarvi degli eventi di questo magico luogo alle porte della città vecchia, perché non solo l’atmosfera è molto suggestiva ma, anche, perchè la location è ideale per godersi prima un concerto e, magari, proseguire fino a notte inoltrata le proprie serate grazie alla movida di Bari antica, in uno dei molteplici locali.

Questa volta, vi parlo della rassegna musicale Vallisa Giovani con lo spettacolo  “Open Windows” di Giacomo Desiante (fisarmonica, tastiere e trombone) con Tommaso Colafiglio (chitarra), Paolo Romano (basso) e Saverio Petruzzellis (batteria).
I brani in programma, tutti originali, rappresentano un excursus temporale attraverso i diversi stili della musica popular, passando per “Pigalle Waltz”, ispirato ai colori della Francia e “Profumo du Brasil”, composizione che ricorda le sonorità della musica brasiliana. Il tutto con la fisarmonica al centro della scena.

Vallisa Giovani, vedrà ancora parecchi protagonisti, calcare l’inusuale spazio della chiesa e, noi di Virgilio, vedremo di essere spesso e volentieri testimonial, del fervente movimento bohemienne che ne permea le mura.

Per qualsiasi informazione, La Vallisa, ha un contatto mail che è info@vallisa.it, ma anche il più tradizionale numero di telefono 080/5216276.

Prenotate la vostra prima fila e dite che “vi manda Virgilio”. Sicuramente non ve ne pentirete!