L’EstatÈ dei Ragazzi

estate-dei-ragazzi-2012.pngÈ stato presentato, a Palazzo di Città, il cartellone de “L’EstatÈ dei Ragazzi”: da lunedì 11 giugno, fino al 9 settembre prossimo, tutte le circoscrizioni cittadine attraverso un ricco programma di attività gratuite per i ragazzi. All’incontro con la stampa sono intervenuti l’assessore al Welfare Ludovico Abbaticchio, il presidente della cooperativa sociale Progetto città onlus – che si occuperà del coordinamento delle iniziative – Andrea Mori e il direttore della ripartizione Servizi sociali Angelo De Maria.
Attraverso la rete dei C.A.P. – Centri aperti polivalenti per minori e dei C.A.F. – Centri di ascolto per le famiglie comunali e grazie all’impegno condiviso delle cooperative e delle imprese sociali del terzo settore, tanti saranno gli eventi rivolti ai bambini, agli adolescenti e alle loro famiglie nel periodo di chiusura delle scuole.
“Si tratta di un calendario programmato nei minimi dettagli con le realtà del terzo settore – ha dichiarato Ludovico Abbaticchio – costruito in modo tale che i minori possano trovare risposte qualificate ai loro bisogni durante la stagione estiva. Spero che l’impegno continuo di questa Amministrazione nei confronti delle fasce più deboli della cittadinanza possa essere confermato anche il prossimo anno, data l’entità dei tagli che il Governo ci impone. Noi continueremo certamente a fare la nostra parte, ma è necessario l’impegno di tutti”.
Molte, dunque, le iniziative de “L’EstatÈ dei Ragazzi”: dai Centri estivi, proposti durante le ore mattutine, ai Campi scuola con laboratori e attività tematiche, dagli Spazi Giovani, rivolti agli adolescenti, all’Estate in famiglia, grazie alla quale genitori e figli potranno incontrarsi, giocare insieme e partecipare a gite e soggiorni vacanza.
Numerosi anche gli eventi come feste, spettacoli e attività ludiche di ogni genere, aperti a tutta la cittadinanza e rivolti, in particolare, ai residenti di ciascuna delle nove circoscrizioni.
“Durante questa lunga estate – ha detto Andrea Mori – la città diverrà, di fatto, dei ragazzi. Attraverso il lavoro di squadra delle cooperative e delle imprese sociali che gestiscono i servizi affidati dal Comune, saremo in grado di offrire ai più piccoli innumerevoli spunti per divertirsi e socializzare garantendo un importante sostegno ai più grandi”.
Ad aprire e chiudere la programmazione due eventi speciali: la nuova edizione di “Parchi Aperti”, che a partire da oggi e per tutti i pomeriggi estivi proporrà diverse attività di animazione nei parchi 2 Giugno e Don Tonino Bello; e le “Olimpiadi dei quartieri”, che sabato 8 settembre vedrà sfidarsi minori e adulti di tutti i quartieri della città in diverse discipline legate ai giochi tradizionali e a quelli di strada, per una chiusura col botto.
Il programma delle attività è stato definito dalle cooperative sociali affidatarie dei servizi – Progetto Città, Fondazione Giovanni Paolo II, Gea, Operamica, Occupazione e Solidarietà, Esedra, Itaca, Caps, Crea – di concerto con i servizi socio-educativi delle circoscrizioni.

Crea la moda con Barbie!

Immagine1.jpgBarbie, La bambola più famosa del mondo ha passato i 50 anni. Chi l’avrebbe mai detto! La prima bambola fashion della storia dei giocattoli è nata il 6 marzo 1959 alla fi era del giocattolo di New York: era alta 30 centimetri, aveva capelli biondissimi e lunghissimi, gli occhi azzurri. Bellissima! A crearla fu una donna Ruth Handler moglie del fondatore dell’americana Mattel, uno dei maggiori produttori mondiali di giocattoli. Il marito Elliot Handler insieme a molti altri dirigenti della Mattel all’inizio non prese bene la proposta della moglie. Non era opportuno proporre una bambola con le fattezze da donna adulta, perché all’epoca le bambine giocavano con bambole di pezza,senza seno, senza trucco, senza tacchi e bambole a forma di bambino o di bambina non di adulto. La prima Barbie era vestita con un costume da bagno e portava i capelli a coda di cavallo. Barbie ha impersonato tantissimi personaggi legati all’attualità e alle mode. E’ stata astronauta nel 1965, ballerina, hostess, fashion editor, sergente dei Marines, diplomatica, ma Barbie è sempre stata top model con centinaia di stilisti famosi che hanno inventato abiti apposta per lei.

 

Giunti Editore vi invita domani pomeriggio al laboratorio di moda e creatività allestito presso la libreria dell’Ipercoop. Porta le vostre bimbe, la loro Barbie e create lo stile!

I 50 e passa anni della bambola più famosa del mondo vi daranno l’occasione per prendere parte ad un simpatico laboratorio di moda e di creatività. Inventare vestiti per tutte le occasioni, abbinare colori e accessori è un semplice gioco di fantasia e di creatività.

Con la famosa Barbie al seguito, verrà organizzata una sfilatadi moda  e una foto di gruppo!

L’adesione è gratuita e non necessita di prenotazione.

 

Libreria Giunti

Ipercoop Mongolfiera, Via Loiacono 20 Tel. 080 5580801  bari3@giunti.it

Sabato 30 ottobre ore 16.30

 

 

Giocaluna. La notte bianca dei bimbi.

gfiocai1.jpgTroppo poco tempo passiamo con i nostri ragazzi. E pochi sono gli spazi dedicati, solitamente, alla loro crescita sociale e culturale. Che voi siate zii, nonni, fratelli, sorelle o genitori, la sostanza non cambia. Questa occasione non potrete farvela sfuggire.

Se Bari by night, è splendida viverla da adulti, godersela ad altezza bambino sarà una meravigliosa esperienza.

Anche quest’anno, Bari, dedica un giorno intero, venerdì 17 luglio, ai bambini e alle loro famiglie, offrendogli  uno spazio vitale ed un tempo “diversi”.

È lo spirito di Giocalaluna” 2009 – la notte dei bambini e delle bambine”, iniziativa ludico-teatrale organizzata dalla Fondazione “Città Bambino” e dall’assessorato alle Culture del Comune di Bari, inserita nel format “L’Ospite Bambino” e collegata ad altre iniziative analoghe che si stanno svolgendo in tutta Italia.

L’evento, giunto quest’anno alla seconda edizione, è stato presentato il 15 luglio a Palazzo di Città dal presidente di Città Bambino Andrea Mori, dal direttore artistico dell’associazione “Granteatrino Casa di Pulcinella” Paolo Comentale e dalla dirigente dell’assessorato comunale alle Culture Paola Bibbò.

Si parte dunque oggi, dalle 17, tirando  fino a notte fonda con una serie di manifestazioni gratuite che abbracciano molti generi (giochi, cultura, racconti, cinema, musica, spettacoli, eventi radiofonici coordinati dall’emittente “RadioBariCittàFutura”) che si svolgeranno in vari spazi e contenitori culturali cittadini (librerie Laterza e Mondadori, Regno dei Bimbi, Arena della Vittoria, parco 2 Giugno, parco Don Tonino Bello, parco Perotti, fortino S. Antonio, piazza Diaz, piazza del Ferrarese, teatro Casa di Pulcinella).

m_73834f2c2ade48a39c10ee7042d16a5f.jpgRubo qualche pixel per approfondire l’aspetto radiofonico della manifestazione, spero me lo concederete. RadioBariCittàFutura è, a tutti gli effetti, una costola della storica emittente barese L’AltraRadio che, non solo ha dato i natali radiofonici alla sottoscritta(e scusate se è poco) ma è stata anche sempre e costantemente presente sul territorio, senza mancare un solo appuntamento con ascoltatori e realtà locali. La mia natura radiofonica, mi spinge a “raccomandare” l’ascolto di tutta la manifestazione dalle sue frequenze FM (101.00) o in streaming nel suo segnale digitale . Giocalaluna sarà seguito interamente, in ogni singola espressione, da un reporter che potrà  anche (in tempo reale) guidarvi  per scegliere l’evento su misura, seguendo l’onda del feel. Imperdibile la  diretta con due “fenomeni del microfono” under10, che renderanno protagonisti genitori e ragazzi in un grandioso talk-radio-show.

Giocalaluna, permetterà così ai piccoli di esprimere al meglio le proprie esigenze e il proprio talento.

Un’esperienza unica, ha dichiarato Andrea Mori, “perché i bambini posseggono una ricchezza interiore infinita, sono capaci di stupire qualunque adulto. E magari, un giorno, ci si potrà affidare a loro per cambiare il volto di questa città, ovviamente in meglio”.

L’idea di Giocalaluna è quella di impiegare questo tempo “diverso”, cioè quello fuori dalla scansione quotidiana invernale e routinaria “scuola-doposcuola – palestra” per costruire cose e avventure che diventano infinite, diverse e quindi speciali. Un tempo nel quale i piccoli vivono insieme le esperienze artistiche, solidarizzano, inventano e riscoprono un mondo fantastico e originale.

Tra le curiosità di Giocalaluna 2009, da segnalare il ludobus della cooperativa Progetto Città e dell’associazione Luditerraneo di Terlizzi; l’esibizione di volo notturno degli aquiloni “Volere Volare”, i giochi di conoscenza del Cosmo a cura degli astrofili di “Cielo Stellato”; la proiezione dell’ultimo film di Harry Potter, gli spettacoli del “Granteatrino”, i giochi nel Regno dei Bimbi e infine la radio, con il programma “Senti chi parla – Radio Giocalaluna” sulla frequenza 101,00 Mhz.

bambini.jpgRaggiunto telefonicamente Andrea Mori, gli ho posto una domanda spontanea, ovvero se i bambini reggano questi ritmi notturni e quanto possano essere salutari per i nostri ragazzi. La risposta è stata più che pertinente ed esaustiva : “nelle scorse edizioni, è capitato che il programma volgesse al termine, ed i ragazzi fossero ancora più che arzilli e svegli. Specialmente d’estate, i ritmi dei piccoli vedono una maggiore vitalità nelle fresche ore della sera. Una maggiore concentrazione ed una partecipazione vitale priva della classica stanchezza sotto il sole. L’effetto sbadiglio è un collaterale che Giocalaluna non conosce! Ogni attività, poi, è pensata e strutturata per fasce d’età specifiche, raggiungendo scopi ludici ma, anche, educativi“.

Lasciate, per una volta, la crema protezione 30 ed il fermento diurno a casa. Godetevi la “tintarella di luna” con i vostri ragazzi! Non tralascerei anche il particolare che ogni singolo step del programma sarà GRATUITO. Motivo in più per esserci.

Qui il programma scaricabile in pdf

Che stress, che stress, che stress di giorno. Ma la notte, no!