Maggio all’Infanzia

Da sabato 12 a domenica 20 maggio torna perFondazione, Città, Bambino, Kismet, Granteatrino, Get, Coop, Progetto, Città, Alessandro, Piva, Edoardo, Winspeare il quarto anno a Bari il festival “Maggio all’Infanzia”. Cinquantadue gli appuntamenti tra teatro, cinema, incontri ed eventi di piazza, sette debutti, sei prime regionali, un grande tendone da circo proveniente dal Belgio e collocato sul lungomare di Bari, il tutto per otto giorni complessivi di programmazione.

Organizzato dalla Fondazione Città Bambino (Kismet, Granteatrino, Get e Coop. Progetto Città), con la direzione artistica del Teatro Kismet affidata a Cecilia Cangelli, il festival è sostenuto da Comune di Bari, Regione Puglia, Provincia di Bari, Banca Carime, Volkswagen Zentrum Bari, in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese, Multisala Showville, Agiscuola Puglia e Basilicata/ABC Centro di cultura cinematografica Circoscrizione Madonnella, Formedil Bari, Nuova Tecnografica, MOMArt, MusicaInGioco, Ufficio del demanio marittimo, Campus X hotel e San Paolo Social Network.

Il Tema dell’edizione 2012 del Maggio all’Infanzia, che si è aperta sabato 12 maggio con l’arrivo in piazza Diaz del grande chapiteau della compagnia belga El grito, è“La natura dei bambini”.

Il grande tendone belga ospiterà per otto giorni spettacoli e “incontri di filosofia” rivolti ai bambini e curati dall’associazione “Circoli virtuosi”.

Per la giornata di apertura del festival, in programma anche un appuntamento speciale al cinema ABC dove in mattinata i più piccoli, i loro genitori e gli insegnanti potranno assistere gratuitamente al documentario “Pasta Nera” di Alessandro Piva – candidato al David di Donatello 2012 -, mentre nel pomeriggio al documentario “Sotto il Celio azzurro” di Edoardo Winspeare.

Da giovedì 17 il festival moltiplicherà le sue attività e annuncerà il suo “arrivo” con una grande parata intitolata “Riconquista”: i bambini delle scuole “Biagio Grimaldi”, “Re David”, “San Girolamo”, “Tommaso Fiore” e “Galilei” sfileranno per il centro della città di Bari portando in corteo dei grandi animali costruiti durante i laboratori tenutisi nelle loro scuole, a cura del Kismet.

Giovedì 17 si apre anche la vetrina sul teatro ragazzi. Il palcoscenico dell’Opificio per le arti, assieme allo chapiteau, ospiterà il meglio del teatro per l’infanzia prodotto in Italia e in Puglia: “Come Pollicino” di Senza piume teatro, “Cenerentola” di Factory, “Racconto d’oltremare” di Armamaxa, “La grande foresta” di Thalassia e il nuovo spettacolo per bambini di Teresa Ludovico “Balbettio” con Marta Lucchini, realizzato in collaborazione con le scuole “Regina Margherita” e “Collegio Orlando”. Tra gli eventi da segnalare anche la presentazione per il pubblico più adulto di “Piccola Antigone e Cara Medea” di Antonio Tarantino, con Teresa Ludovico e Vito Carbonara e l’esclusivo appuntamento presso il teatro Showville dove, sabato 19 maggio, alle ore 19.00, andrà in scena “La principessa sul pisello”, produzione Kismet firmata da Lucia Zotti.

Spazio poi anche alla musica con la Banda Roncati in programma domenica 20 in centro città e con l’esibizione di una delle orchestre MusicaInGioco nate fra il MOMArt di Adelfia e i laboratori urbani che il Kismet ha in gestione a Gioia del Colle e Turi.

Durante il festival inoltre negli spazi esterni del Kismet verrà inaugurato un giardino, nuovo spazio dedicato alle attività per l’infanzia.

Per tutti gli spettacoli teatrali in programma al Kismet, Showville e nello chapiteau il biglietto per ogni singolo evento ha un costo simbolico di 3 euro. Le mostre, gli incontri e i laboratori all’aperto sono a ingresso libero.

Le informazioni sul programma sono disponibili al sito web www.maggioallinfanzia.it.

Prevendite:

Teatro Showville (solo per lo spettacolo La principessa sul pisello)

Teatro Kismet OperA

Box Office c/o la Feltrinelli libri e musica di Bari

www.bookingshow.it

Per le prenotazioni dei gruppi scolastici e il trasporto degli alunni a teatro, chiamare il numero 080.579.76.67 – int 127.

Maggio all’Infanzia

Immagine1.jpgIl festival Maggio all’Infanzia torna per il terzo anno ormai a Bari con oltre quaranta appuntamenti fra spettacoli e iniziative di piazza, che si terranno a partire da oggi con l’avvio del prologo all’IPM “N.Fornelli” e che si concluderanno con un epilogo alla fine del mese. Clou del festival saranno le quattro giornate, dal 19 al 22 maggio, dedicate al meglio del “teatro ragazzi” italiano e arricchite da eventi paralleli in diversi spazi della città.

Sostenuto dall’assessorato alle Culture e al Marketing del comune di Bari e dall’assessorato alla Cultura e al Turismo della regione Puglia, con il contributo del Teatro Pubblico Pugliese, il festival diretto da Cecilia Cangelli del Teatro Kismet e proposto dalla Fondazione Città Bambino, quest’anno si avvale della sponsorizzazione del Volkswagen Zentrum Bari.

Sarà proprio il Volkswagen Zentrum Bari ad ospitare, da sabato 14 maggio, la mostra “Il maggio all’infanzia in foto”, il racconto in fotografie del festival nato a Gioia del Colle e che ha poi trovato casa nel capoluogo.

Tra le attività che faranno da prologo al “Maggio all’Infanzia”, un workshop speciale organizzato dalla Cooperativa Get, con l’illustratrice Silvia Pompei, disegnatrice della celebre serie dei “Simpson”, ospite a Bari dal 10 al 13 maggio tra il Cineporto di Bari e l’Accademia del Cinema ragazzi Enziteto.

L’apertura della quattro giorni sarà segnata da un grande evento cui parteciperanno oltre 600 bambini delle scuole di Bari: “Il corteo dei giganti”, esito di un laboratorio dedicato proprio alla costruzione dei grandi fantocci, attraverserà giovedì 19 maggio dalle ore 11 tutto il centro murattiano a partire da piazza Ferrarese per arrivare in piazza Umberto. I bambini e gli studenti delle scuole “Balilla”, “San Francesco D’Assisi”, “Cirillo”, “Re David”, “Montello”, “Tommaso Fiore” e “Massari Galilei” hanno lavorato nel corso di tutto l’anno scolastico, guidati da Cristina Bari e Karin Gasser, e realizzato quaranta giganti coloratissimi che sfileranno ad apertura del festival.

Il festival animerà quest’anno il Teatro Kismet e il Teatro Piccinni, ma si sposterà anche nell’istituto comprensivo “Falcone–Borsellino” al quartiere Stanic, dove andrà in scena uno spettacolo speciale rivolto a docenti e operatori dell’infanzia, al teatro Traetta di Bitonto (in programma venerdì 21 alle ore 21 il “Sogno di una notte di mezza estate” di Factory compagnia trans adriatica), alla Casa di Pulcinella e nell’auditorium comunale di Adelfia. Qui eccezionalmente sarà presentato al pubblico “Di questo sogno che chiamiamo vita”, il lavoro nato all’interno del carcere minorile “N.Fornelli” di Bari, con l’ormai ex detenuto Ignazio Dimastropasqua.

Fiabe e racconti saranno poi il filo conduttore dei tanti spettacoli in programma al Kismet da giovedì 19: “Il viaggio di Arjun” del Kismet, “Cenepentola” debutto del Crest, “La repubblica dei bambini” speciale progetto Briciole/Teatro sotterraneo, “Sognando Brema” del Cerchio di Gesso con Teatro dei Cipis, “Pinocchio” del Teatro delle Apparizioni, “L’Avaro” dei napoletani Le Nuvole, “Hansel e Gretel” di Cassepipe/Eventeatro (vincitore di Scenario Infanzia 2010), sono solo alcuni dei titoli in programma.

Il palco del Teatro Piccinni sarà animato, invece, nella giornata di domenica da due appuntamenti: la mattina, in collaborazione con Puglia Sounds, si terrà lo spettacolo concerto “Il gigante egoista”, curato dall’associazione MusicaInGioco, con i bambini partecipanti al progetto musicale ispirato a “El sistema” del m° Abreu. Una giovanissima orchestra, preparata dai docenti del conservatorio e guidata dal m° Andrea Gargiulo, musicherà il racconto “Il gigante egoista” di Oscar Wilde, letto e animato da Teresa Ludovico. La sera, sempre al Piccinni, sarà la volta di uno dei più acclamati spettacoli di teatro ragazzi proposti in Italia: “Romanzo d’infanzia” di Abbondanza/Bertoni, messa in scena in cui il linguaggio del teatro-danza si propone in una formula fruibile dai bambini.

Per le attività all’aperto, spazi del “Maggio” saranno piazza Ferrarese, piazza Mercantile, dal 19 al 22 maggio, e il Parco 2 Giugno dove, nel week end del 14 e 15 maggio, si terranno spettacoli musicali, laboratori ed eventi con l’associazione MusicaInGioco e la compagnia Il Duende. Le piazze del centro storico, invece, si animeranno, da giovedì 19, con l’esplosiva Battaglia dei cuscini della Compagnia Il Melarancio, con la performance in esclusiva nazionale degli Osadia, compagnia di artisti di strada formatasi a Barcellona, parrucchieri dello spettacolo: nella performance “Animal and Fauna” coinvolgeranno il pubblico nella “trasformazione” delle teste in vere e proprie sculture. Da venerdì 20 maggio e per tutte le giornate del festival, arriva da Monaco Mokica, il bar bimbo mobile in cui tutti i bambini potranno diventare bravi pasticceri e si aggiunge anche il Ludobus dell’Associazione Giovanni Paolo II di Bari. E anche per questa edizione protagonista della piazza del “Maggio all’infanzia” sarà Otto Panzer, il più grande direttore di circo di tutti i tempi, che da venerdì 20 a domenica 22 coinvolgerà il pubblico nelle sue pazzesche avventure. Domenica mattina sarà proprio Otto Panzer a dirigere Gli Sbandati, una vivacissima parata di percussioni dei bambini, a cura dell’associazione “Tra il dire il fare” di Ruvo, coordinata da Tommaso Scarimbolo e Vincenzo Cantatore.

Progetto speciale proposto all’interno del festival, la mostra relativa al progetto “Boxing Bari, Bassano, Londra, Maastricht”, che sarà inaugurata giovedì 19 al Museo Nuova era e si protrarrà fino al 19 giugno. I partecipanti al progetto, divisi in coppie (un anziano e un bambino), hanno dato vita ad una sorta di “processo di trasmissione della memoria” attraverso la narrazione.

Durante una serie di incontri fra marzo e aprile, l’artista Lara Platman ha scattato delle foto e i bambini, a loro volta, sono stati invitati a fotografare, a raccogliere oggetti e ad annotare su un diario suggestioni ispirate dai racconti. L’esposizione finale, allestita negli spazi di Nuova Era, unisce il lavoro di Lara Platman e la documentazione dei protagonisti del progetto.

BoxingBariBassanoLondraMaastricht è un progetto nato a Bassano del Grappa e quest’anno realizzato a Bari, Londra e Maastricht.

Come annunciato, il mese del “Maggio all’infanzia” non si esaurisce con gli spettacoli in programma domenica 22, ma continua con un epilogo dedicato soprattutto ai progetti sociali e di formazione del Kismet.

Giovedì 26 all’interno della scuola “Falcone e Borsellino” sarà presentata la conclusione del progetto Linguaggi dell’integrazione teatrale, realizzato grazie al sostegno del Comune di Bari – Assessorato all’istruzione e alle politiche giovanili.

Il giorno dopo al Kismet si terrà la presentazione finale, esito del laboratorio di pratica teatrale condotto da Lello Tedeschi, Della follia del sentimento. Nessun luogo è lontano è, invece, il titolo dello spettacolo che si terrà il 28 nell’aula magna della scuola “Dante Alighieri” di Bitritto, dimostrazione finale del laboratorio condotto dall’attrice Gianna Grimaldi, realizzato nell’ambito del progetto “Musica e Teatro nella didattica Speciale”.

Infine, sempre il 28 maggio, nella sede del Formedil (Ente Scuola Provinciale per la Formazione Professionale in Edilizia della Provincia di Bari) sarà presentato il “Giardino di primavera”: laboratori, letture e spettacoli per i più piccoli.

Il prezzo per gli spettacoli al Kismet, al Traetta e alla Casa di Pulcinella è di 3 euro; per quelli al Piccinni di 6.

Al botteghino del Piccinni sarà possibile acquistare in prevendita i biglietti per gli spettacoli che si terranno nello stesso teatro comunale, mentre per quel che riguarda l’intera programmazione i punti vendita saranno quelli abituali: il Kismet,  il sito ww.bookingshow.com e il Box office della Feltrinelli libri&musica

Le attività all’aperto saranno completamente gratuite.

Tutti per l’Accademia!

accademia.jpgIl progetto dell’ACCADEMIA DEL CINEMA DEI RAGAZZI – ENZITETO è partito nell’ottobre 2005 grazie ad un finanziamento della 1^ Circoscrizione del Comune di Bari, affidato alla cooperativa sociale GET vincitrice di un Avviso Pubblico.
Il finanziamento prevedeva solo un anno di attività; nel 2006/2007 dopo il significativo successo, il progetto è stato rifinanziato.
Dal 1 marzo 2008, fino al 28 febbraio 2010, il progetto sta ricevendo il finanziamento dalla FONDAZIONE PER IL SUD che ha affidato alla cooperativa GET, dopo aver vinto un bando pubblico, la possibilità di continuare e di ampliare le sue attività…

Domenica 28 febbraio, dalle 20, al Teatro Piccinni, si terrà una serata evento dedicata all’Accademia. Sarà l’occasione per coinvolgere la città intorno a questa esperienza unica, nata 4 anni fa e riconosciuta ormai a livello nazionale. Il Comune di Bari sostiene l’evento.
In programma la presentazione di numerosi cortometraggi, una mostra fotografica, concerti dal vivo oltre ai contributi di attori e registi vicini all’Accademia.
La serata si aprirà con un documentario sul quartiere realizzato da Carlo Sironi e Tommaso Landulli, attualmente in gara per il David di Donatello.
Tra gli ospiti i Radiodervish, i Modaxì, e i Dopolavoro Ferroviario, gruppi con i quali l’Accademia ha avuto proficue collaborazioni.
Attesi anche Alberto Rubini, Piercesare Stagni, direttore artistico dell’Accademia del Cinema dell’Aquila, Tiziana Passarini, responsabile settore ragazzi della Cineteca di Bologna, e alcuni rappresentanti della Fondazione per il Sud, che ha sostenuto l’Accademia negli ultimi due anni. Sarà presente anche il sindaco Michele Emiliano.
Uno spazio particolare sarà dedicato al gemellaggio con i ragazzi del quartiere Zen di Palermo.
In scaletta anche la proiezione dell’ultimo corto degli allievi del 3° anno “La rivoluzione russa”, con Carmela Vincenti e Damiano Russo, dei video ideati dai ragazzi dell’Accademia Junior e dalle donne di Enziteto.
La serata, a ingresso libero, sarà presentata da Antonio Stornaiolo.

Io adoro la mia città quando propone eventi così stimolanti. E l’adoro ancora di più quando un numero così alto di artisti affermati e professionisti del settore si incontrano perché le realtà locali possano evolversi facendo affidamento anche su un feedback positivo.

Presentatevi numerosi e, soprattutto, diventate parte attiva di questo tanto atteso feedback.