Nei panni delle donne

Immagine1.jpgAll’interno della prestigiosa cornice del Salone degli Affreschi, palazzo Ateneo di Bari, l’Atelier 1900, in collaborazione con l’Università degli Studi Aldo Moro e il Comitato Pari Opportunità, inaugura la mostra “150 anni nei panni delle donne”. 

Partendo da un’ esposizione di preziosi e rari Abiti e Accessori facenti capo alle più illustri sarte italiane che hanno reso celebre il Made in Italy in tutto il mondo, la Mostra evidenzierà il ruolo e la condizione sociale delle donne del nostro Paese durante gli ultimi 150 anni, anche attraverso un’analisi storica, legislativa, semiotica, fotografica. 

La mostra verterà attorno alla figura femminile: busti d’epoca, abiti, accessori e lingerie a partire dal 1860, parleranno dei mutamenti storici e antropologici relativi alla donna. 

Insieme ai costumi, un ulteriore interessante percorso, a cura della docente Luisa Giorgio, racconterà attraverso le leggi, la condizione della donna e i traguardi raggiunti. 

Ad accompagnare il tutto, sei scatti fotografici realizzati dal fotografo Gaetano Giordano in collaborazione con l’Atelier 1900: ritratti di donne simbolo di epoche differenti, di cui si è voluto evidenziare carattere,femminilità, forza, emancipazione.

Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario dell’Atelier 1900, forti della preziosa collaborazione artistica di188030_158633020867073_4574743_n.jpg Gaetano Giordano, hanno curato la storia che ogni foto racconta, nonchè lo styling delle modelle (abiti, accessori, trucco e acconciature). Tutte le ragazze fotografate, sono state scelte tra la gente comune, cercando in loro, i tratti somatici tipici delle donne appartenute alle differenti epoche storiche che hanno poi interpretato. Lo studio cromatico e la forza espressiva degli scatti infine, sono il valore aggiunto a tutto il lavoro svolto dal fotografo, e contraddistinguono sia il suo stile che il messaggio ermetico racchiuso all’interno di tutti i suoi scatti.

 

Interventi delle docenti Luisa Giorgio e Patrizia Calefato e di Luciano Lapadula e Vito Antonio Lerario dell’Atelier 1900. 

 

Introduzione del rettore dell’ Università Corrado Petrocelli. 

 

Ospite dell’inaugurazione Sofia Gnoli, nota storica della moda e giornalista per Il Venerdi di Repubblica, che terrà una relazione sulla Storia della Moda Italiana. 

 

Ai presenti verrà distrubuita una brochure che ripercorre il lavoro svolto.

 

6 – 17 giugno 2011

lunedi – venerdi

Salone degli Affreschi dell’Ateneo di Bari, in Piazza Umberto I

Ingresso libero

 

Orari:

10.30 / 12.30

15.30 / 18.30

 

Info e Contact:

www.1900lab.it

+39.0805217087

info@1900lab.it

Metti Rodari…a Bari

 

Immagine1.jpgGianni Rodari, scrittore e giornalista famoso per la sua fantasia e originalità, attraverso racconti, filastrocche e poesie, divenute in molti casi classici per ragazzi, ha contribuito a rinnovare profondamente la letteratura per l’infanzia. Tra le sue opere maggiori si ricordano Filastrocche in cielo e in terra, Il libro degli errori, Favole al telefono, Il gioco dei quattro cantoni, C’era due volte il barone Lamberto. Dal suo libro La freccia azzurra è stato tratto un omonimo film d’animazione nel 1996. Nello stesso periodo in URSS uscì anche un cartone animato su “Cipollino”, recentemente tradotto e diffuso in Italia per il mercato home video.

Io, con i libri di Rodari ci sono cresciuta. E, anche se mai vi fosse capitato di sfogliarne uno, vi consiglio davvero questa bella iniziativa. Da vivere sia che abbiate figli, nipoti o fratellini, sia che no. Un viaggio con l’immaginazione (specialmente quando non costa niente) è un’esperienza da fare assolutamente.

In occasione del 90° anniversario della nascita di Gianni Rodari, nonché del 40° anniversario del conferimento del premio Hans Christian Andersen e del 30° della sua morte, il Comune di Bari, con il supporto del centro studi “Gianni Rodari” e dell’associazione culturale “La Compagnia delle Vigne” ha organizzato la mostra “Gianni Rodari nel mondo”. Si tratta di un’esposizione itinerante delle edizioni straniere di Gianni Rodari che ha già girato in Italia e all’estero riscuotendo un notevole successo.

A Bari la mostra è allestita presso la scuola primaria “Gianni Rodari”, nel quartiere Japigia. L’inaugurazione si è tenuta mercoledì 6 ottobreImmagine1.jpgpresso la stessa scuola, alle ore 11,30, alla presenza dell’Assessore Comunale alle Politiche Educative e Giovanili Fabio Losito.

Nell’ambito delle manifestazioni promosse in onore dello scrittore, lunedì 15 novembre al teatro Piccinni andrà in scena “La Casa degli errori”, spettacolo curato dalla Compagnie delle Vigne tratto da “Il libro degli errori” di Rodari.

Con questa mostra l’Amministrazione comunale intende rendere omaggio a uno scrittore che ha contribuito a rinnovare profondamente la letteratura per l’infanzia.