Il Bohémien diventa Komik

image.jpgUn laboratorio di cabaret, non è una scuola di cabaret, ergo, non ci saranno ne docenti ne alunni. Il laboratorio è una fucina di menti comiche, uno stimolo alla produzione, un ritrovo di artisti e di amici, che senza invidia e superbia, si confrontano, creano e crescono insieme. Il nostro prenderà spunto dalle decine di laboratori che sono presenti nel nord italia. Non siamo stupidi e sappiamo che non potremo fare subito i “numeri”, ma non è quello il nostro scopo, noi vogliamo creare una corrente di artisti con la A maiuscola che sia in grado di crescere e di far crescere noi. Ci vedremo il pomeriggio, e insieme proveremo i pezzi che ci piacerebbe sperimentare in serata, cercheremo di confezionare uno show serale accontentando tutti i partecipanti, ma in particolar modo, il lavoro sarà postumo, andremo a rivedere i filmati della serata, ci auto-criticheremo e correggeremo, per dare al pubblico un livello di comicità non volgare e non fatta di barzellete, che sicuramente non passerà inossevata.

Questo troviamo scritto sul blog ufficiale di Komik Lab, una rassegna-laboratorio scoperta per caso nel marasma della rete. Protagonista il Bohemien jazz café in via Melo, con una voglia crescente di sorrisi e comicità intelligente, nel segno di un talento istrionico proprio tra i volti baresi.

Padrini d’eccezione, due mattatori con la professione in salita da qualche anno. Loro che-in piazza image (1).jpgPrefettura, l’anno, lo inaugurarono proprio dal palco fronte Palazzo di Città.

Il komik lab, nasce dall’eseperienza dei due comici baresi, boccasile & maretti,in quel di milano. I due infatti hanno frequentato il Caffeteatro, vero e proprio tempio del cabaret milanese.

Lo scopo e’ quello di dare una casa a tutti quelli che del cabaret vivono e che, prima di provare un “pezzo” comico davanti ad un pubblico pagante, hanno bisogno di rodare i loro testi in un contesto protetto. questo appunto e’ il komik lab bohemien. Il pubblico che sarà presente durante le serate, sarà di volta in volta educato al cabaret, non dovrà aspettarsi di ridere per forza, a volte i pezzi proposti potranno non far scompisciare dalle risate, ma anche quel “non applauso” servirà a noi e a gli altri comici, ad addrizzare il tiro, per capire in che direzione dobbiamo lavorare.

Il Komik Lab Bohemien è aperto a tutti i comici o aspiranti tali, che vogliano confrontarsi con il pubblico barese.Parteciapre al lab è semplice, basta conttattarci al nostro indirizzo mail: labcombari@libero.it e inviare una scheda personale contenente i vostri dati e il vostro curriculum se ne avete uno e un recapito telefonico.In seguito sarete contattati e dovrete inviare il testo che vorreste proporre per la serata del komik lab. Una volta avuto l’ok della produzione, riceverete precise istruzioni sulla data e l’ora dell’esibizione.

il cabaret si ascolta educatamente, lo si critica e lo si valuta, tutto questo in un ambiente protetto, dove a volte i comici saliranno sul palco con lo stesso copione in mano, perchè, è possibile che prima di salire sul palco, lo stesso artista partorisca metaforicamente una battuta nuova e abbia voglia di provarla con un pubblico preparato.

I comici, si alterneranno sul palco in una o più uscite dai 3 ai 7 minuti l’una, il tutto coordinato dai due padroni di casa, Boccasile & Maretti, che tra un comico e l’altro regalano al pubblico il loro cabaret.

Toti&Tata, are back!!!

Immagine1.jpgNel corso de *La Notte Bianca*, abbiamo già avuto l’occasione di vedere riunito il duo comico che, tanto, ci fece sognare negli anni ’90. Artefici di tormentoni unici nel loro genere, immortalati all’immaginario collettivo con i loro personaggi, sono i due volte sicuramente più riconoscibili per popolarità e risposta di pubblico.

Toti&Tata. Loro, che con il famosissimo Matrimonio Metafisico, hanno lanciato la baresità per tutto lo stivale, dove neanche giungevano le frequenze di Telebari e Telenorba, complici i motori peer-to-peer e le piattaforme di video-sharing.

Come recitavano i Ghostbusters, all’epoca dell’agognato ritorno, nei favolosi ’80, we’ re back ! Potrebbero dire, sollevando l’apoteosi delle folle e trascinandoci nell’irresistibile istinto della risata. Fuori dai canoni classici, oltre i cabaret, oltre il mito televisivo, uno spettacolo nuovo etoti e tata.jpgcoinvolgente, consacra i nostri al parterre pugliese.

Con Francesco Scimemi, il duo Boccasile & Maretti e, in alcune occasioni, della band “Guy e gli specialisti”.Uno spettacolo sulla lingua Italiana e sui tanti strafalcioni che ormai ne caratterizzano l’uso. Con le affilate armi dell’ironia e della metalinguistica, attraverso poesie demenziali, fraseggi comici, esilaranti cartelli ed avvisi presi dal quotidiano, foto d’autore, gustosi test psicologici e giochi di prestigio, si propone un vero e proprio bestiario sullo scempio linguistico in atto nel Paese.
Sul palco, insieme a loro, uno straordinario mago comico palermitano e due giovani ciroccati alle prime armi.Dopo gli iniziali convenevoli e cerimonie, tra i due, in scena, scoppia un conflitto senza precedenti che nel giro di un quarto d’ora li porta inesorabilmente “al chi sono io ed al chi sei tu”. Gli altri attori della compagnia, attoniti, cercheranno di rimediare alla figuraccia, ma ormai niente e nessuno potrà fermare la “resa dei conti” tra i due.
A beneficiarne sarà il pubblico che, nelle due ore di spettacolo, tra una lite e l’altra, riderà a crepapelle. Con la partecipazione straordinaria di GUY E GLI SPECIALISTI e BOCCASILE & MARETTI.

Prevendite c/o 4FTICKET via Vallisa n.24, Bari, tel.080/5216276 www.4fticket.it. Posti numerati.

E no, i biglietti per Rossana Doll non ce li abbiamoooooooo.

Dalle ore 21:00, di questa sera, il MITO rivive, Acquaviva delle Fonti c/o Oasi San Martino.