Thegiornalisti

Immagine1.jpgDopo la fortunata serie estiva di concerti, Talacchio inaugura la stagione invernale con i Thegiornalisti per un nuovo ciclo di live ad Asuddiest.

I romani THEGIORNALISTI, al secolo Tommaso Paradiso, Marco Antonio Musella e Marco Primavera, sono una delle ultime sorprese in quello che è il panorama indipendente della nuova musica italiana. Dopo il grande successo del loro primo lavoro Vol.I, ritornano con un nuovo album “VECCHIO” e saranno ospiti sabato 27 ottobre della serata inaugurale di quella che sarà la rassegna invernale realizzata da TALACCHIO presso il locale ASUDDIEST di Bari.

Classiche, solide, belle canzoni, costruite con la sapienza creativa di chi la storia non la studia ma la usa come ispirazione per altre storie, di chi sa come usare tutti i materiali, cosa tenere e cosa buttare, di chi di primo acchito ti sembra che suoni “vecchio”, ma invece basta un attimo per capire che i veri vecchi questa musica non la capirebbero. Basta ascoltare i testi, attuali e surreali. Basta immaginarsi di vederli a Sanremo, e rendersi conto di come ci stonerebbero su quel palco, con le loro melodie così italiane eppure così poco scontate, coi loro arrangiamenti così anni sessanta (ma non solo: “Guido così” va ancora più indietro, “Cinema” riprende gli echi strokesiani di “Vol. 1”) eppure per niente antichi. 

E si potrebbe continuare così per le altre canzoni, perché ognuna di esse è una fotografia perfettamente a fuoco e ricavata dallo sviluppo in camera oscura di un rullino tradizionale – altro che i filtri di Instagram.

Siamo, quindi, di fronte a un gruppo cresciuto e a un disco adulto e consapevole di non essere fatto per piacere a tutti, ma di poter essere apprezzato facilmente da chi vi si accosterà con il giusto approccio, che è quello di dimenticarsi della frenesia usa e getta che contraddistingue un po’ tutta la vita moderna, non solo il mercato musicale. Loro stessi, in un altro brano, “Diamo Tempo Al Tempo”, ci dicono “diamo tempo al tempo e a chi non ce l’ha” e qui aggiungiamo che chi il tempo ce l’ha, o comunque vorrà trovarlo, non potrà che apprezzare questo lavoro.

Nostalgia canaglia! Quella che ti prende quando guardi le foto, ingiallite dal tempo, della giovinezza dei propri genitori; quella per abiti e accessori vintage. Quella che ti prende quando guardi un film in bianco e nero o pensi al cinema drive-in degli anni ’50 americani. Nostalgia per tutto ciò che è vecchio e ritorna per conoscere gli anni zero, e si sente un po’ spaesato perché non ritrova la genuinità e la purezza del suo mondo. E allora? Allora “ce ne andiamo con la spider su, su e giù per la via Aurelia tra la campagna e il mare bl.” suggerisce la band romana Thegiornalisti nel brano che presta il titolo al loro secondo album.

Inoltre DIGGLER dj set -indipendent rock, electro pop- (dj barese con due album alle spalle, attivo da più di un decennio nei circuiti dell’acid jazz italiano e della house)

Mediapartner dell’evento:

IThink Magazine

http://www.facebook.com/pages/I-Think-Magazine/179831979464?ref=ts

Radio Bari Città Futura

http://www.facebook.com/radiobaricittafutura

ASUDDIEST (ristorante – american bar – terrazza vista mare – relax area – parcheggio interno)

Lungomare G. Di Cagno Abbrescia 17/b

70126 Bari

infotel 080 4033978

asuddiest@gmail.com

Per info: 3286516801 – 3496635621

rf.talacchio@gmail.com

http://www.facebook.com/Tralacchio

INGRESSO GRATUITO h 21:30

 

Giacobbe. Alternativamente incompreso.

Immagine1.jpgQuesta volta sarò breve. Un po’ perché il protagonista di cui vi voglio parlare sarebbe di poche parole. Un po’ perché quel che avrebbe da dire, ne sono certa, sul palco rende decisamente di più.

A Fabio Giacobbe, lego non solo una grande stima in qualità di attore, ma anche gli splendidi ricordi nei primi giorni di conduzione nel segno di Radiobari. Perché, dietro al microfono, ci sapeva fare. Nonostante il carattere ombroso e vagamente scostante.

Ma, si sa, quando l’attore è puro e l’attore vuol fare, il richiamo della platea è più forte. E’ una sorta di infame macchia, quella della nostra città, che porta gli elementi più validi ad emigrare verso nuovi lidi più promettenti per i talenti teatrali o cinematografici. Ed è così che il giovane e istrionico Giacobbe fu strappato dal suo capoluogo per volgere il sogno nella Città Eterna, Roma, dove attualmente vive e svolge la sua professione. Senza dimenticare le apuliche radici.

Infatti, Fabio torna a farsi apprezzare per le sue indubbie doti, in terra di Bari, domani, con “ Alternativamente Incompreso “ ( uno show dal titolo incomprensibil/artistico…ma cosa vi aspettavate da uno che vuole capire le donne? ). 

Alle prese con vizi e virtù del popolo italico, entrando di prepotenza nel sempre dorato mondo della tv fatto di veline, calciatori, starlette, cavalieri e ogni tanto di qualche artista, strizzando l’occhio anche a grandiose poesie dissacranti di un tempo che fu. Presso Asuddiest che, per l’occasione, si trasformerà in originalissimo risto-teatro, in quel del Lungomare G. Di Cagno Abbrescia 17/b.

Un vero e proprio “ viaggio “ nel Belpaese che culminerà nell’esaminare l’universo più incomprensibile, ostico ed indecifrabile per un uomo… quello delle DONNE…

Compito arduo quest’ultimo, che però non spaventa l’attore pugliese, che ha avuto la fortuna ( o sfortuna ) di nascere e crescere in un’atmosfera tutta al femminile.

Ad accompagnare Fabio Giacobbe, la chitarra irriverente di Marco Pezzella.

E, dato che non mi sarà possibile essere in zona, il mio ex-compagnuccio di merende radiofoniche, voglio ricordarlo così –> link <– , anche se lui si arrabbierà tantissimo. Già lo so.

Andate e godetevi il suo spettacolo. Fabio è un vero mattatore.

 

Assuddiest.

tel 080 4033978