(res) PubliCa…mp

 

Immagine1.jpgIl Public Camp è un programma scientifico del Festival dell’Innovazione 2010. “Nuove idee per grandi imprese” è lo slogan del Festival dell’Innovazione. Giunto alla sua seconda edizione, il Festival è una manifestazione multiregionale dedicata all’innovazione praticata e a quella possibile.

Promossa dalla Regione Puglia, dall’ARTI, dalle cinque università pugliesi, dal CNR, dall’ENEA e in collaborazione con la Fiera del Levante, la manifestazione rientra nell’ambito delle attività del progetto “Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca – ILO2”, finanziato dal Programma Operativo FESR 2007-2013.  Creare occasioni di confronto e contatto tra ricerca e impresa, facilitare il dialogo tra scienza e società e creare una vetrina/laboratorio per giovani e studenti sono solo alcuni degli obiettivi della manifestazione, che si presenta come un evento complesso in cui si fondono, senza soluzione di continuità, esposizioni, mostre ed eventi.

Il Public Camp utilizza i fornitori del Festival dell’Innovazione 2010, scelti con gara europea per i servizi di allestimento, location, ospitalità, comunicazione ed informazione. Inoltre, è stato promosso un bando di sponsorizzazione secondo quanto previsto dal Regolamento Regionale 26 Ottobre 2009, n. 25 con la finalità di realizzare maggiori economie.”

 

Un’occasione importante per ascoltare tra tutti, Luca Conti (blogger di Pandemia.info), Luca De Biase (giornalista e scrittore), Fausto Colombo (sociologo dei media), Albert Lázló Barabási (fisico), Manuel Castells (sociologo), Gianluigi Cogo (Regione Veneto), Pietro Scott Jovane (AD di Microsoft) introdotti da Nichi Vendola, Presidente Regione Puglia.

Gli argomenti saranno tutti interessantissimi: Il potere e la sfera pubblica nell’epoca delle reti, Le forme comunitarie del terzo millennio, FakePress: la reinvenzione del reale. Scenari di mutazione dell’editoria, Scientifico vs Umanistico, la debolezza in politica ma anche di Lectio Magistralis e quindi La città del futuro, The Internet at 40: Freedom, Power, and Happiness, Link: la scienza delle reti. E molto altro ancora.

Io, anche solo per curiosità, un salto ce lo farò (è anche la scusa per rivedere amici come Alex Giordano e Gigi Cogo). Se aveste intenzione di palesarvi, ricordatevi che l’iscrizione ai workshop è gratuita ma indispensabile, perché i posti sono limitati!!!

http://publiccamp.regione.puglia.it/ qui tutto il programma e l’indispensabile per iscrivervi.

E, nel caso in cui voleste tentare anche un mini-raduno Virgiliano, perché no, segnalatelo nei commenti o via Twitter a @marileda .

E’ il primo evento stellare di questa portata (se escludiamo la puntatina del Working Capital o il Bollenti Spiriti Camp).

Mancare sarebbe un delitto.

Dimenticavo. E’ in Fiera del Levante. Ingresso Monumentale.

 

 

Siamo tutti cittadini di serie A

crate.jpgDa quando mi sono stabilita su queste pagine, le persone che ho contattato pur di darvi un servizio sempre all’erta ed efficiente, sono state tantissime. Associazioni, Circoli Culturali, Gruppi di Studio, Amministrazioni Pubbliche e Private. Non lo dico per vantarmi, però, nel gran da fare, ed avendo solo tre appuntamenti settimanali con i miei lettori, qualcuno è stato anche penalizzato causa mancanza di spazio.

Tra le primissime persone disponibili e pronte al dialogo, in un’interazione vera dedicata alla città di Bari ed ai suoi abitanti, il primo in assoluto è stato il dott. Antonio Peragine del C.R.A.T.E, il Centro Regionale per l’Assistenza e Tutela degli Emigranti (di cui è Presidente), che ringrazio in questa sede non solo per il grandioso operato del Centro, ma anche per l’effettiva utilità di ogni singola iniziativa.

L’ultima in ordine di apparizione, mi sembra particolarmente rilevante (anche se, pure qui come in altre occasioni, mi riservo di dedicare un più ampio approfondimento sul C.R.A.T.E.): l’organizzazione internazionale no profit, che si occupa di emigrazione ed immigrazione dal 1982, ha attivato il servizio di Consulenza per  la regolarizzazione dei cittadini comunitari ed extracomuntari al fine di espletate le pratiche necessarie alla loro regolarizzazione,  ai sensi della normativa nazionale vigente. E, a me, pare una grande cosa. Con la burocrazia e le scartoffie, districarsi oggi, sembra quasi impossibile.

Il Dr. Peragine, al fine di consentire la regolarizzazione dei cittadini comunitari ed extracomunitari ed avviare la procedura di emersione del lavoro irregolare è personalmente disponibile per chi ha bisogno di regolarizzare la posizione dei Badanti e Colf ”in nero”, in quanto ritiene opportuno far emergere il lavoro nero e dare la possibilità ai cittadini bisognosi di assistenza e loro famigliari di vivere sereni e tranquilli per quanto riguarda i loro “angeli custodi” domestici, personale utile ed indispensabile per l’assistenza ai nostri congiunti e parenti.

La cività viene prima di tutto, ed una regolarizzazione costante e vigilata, nei termini di legge, garantisce un livello di serie A a chiunque decida di abitare la nostra splendida Regione. In un’ Italia sempre più proiettata verso la xenofobia ed il fenomeno dell’ immigrazione clandestina, la compilazione corretta di moduli e domande, ci mette in regola con la Legge e con un senso della Giustizia che, penso, dovrebbero appartenere a tutti.

Al fine di consentire a tutti di avere la massima assistenza e consulenza nel disbrigo delle  pratiche, si prega di prenotare la consulenza su appuntamento ai seguenti recapiti:
Tel.Fax 080.9643592, cell.339.7421201, e.mail: presidente@crate.it – info@crate.it –  www.crate.it

Sono più che convinta, questo post, sarà molto utile a tantissimi lettori.