Bari è wireless

bari-wireless-red.pngAd un anno dall’attivazione del primo hotspot gratuito in parco 2 Giugno, il Sindaco di Bari Michele Emiliano ha inaugurato oggi la connessione wi-fi in altre due piazze nell’ambito del progetto “BARI-Wireless”. Si tratta di corso Vittorio Emanuele, nel tratto prospiciente il palazzo dell’Economia (da piazza Libertà a piazza Chiurlia), e di piazza del Ferrarese, incluso l’interno della sala Murat.

L’iniziativa è stata presentata oggi, in conferenza stampa, dal sindaco Michele Emiliano, dall’assessore all’Innovazione tecnologica Mara Giampaolo, dal direttore della sede Caspur di Bari Sergio Natali e dal responsabile del progetto CASPUR di Bari Maurizio Goretti.   

Aumentano, dunque, gli spazi a connessione libera della città grazie a Bari-Wireless, il progetto che consente ai cittadini di collegarsi a internet gratuitamente attraverso la connessione senza fili con pc portatili, tablet e smartphone. Dopo la selezione della rete wi-fi “Bari-wireless”, che verrà rilevata dai dispositivi, per attivare il servizio è sufficiente registrarsi dal proprio terminale sulla pagina di benvenuto che apparirà automaticamente al primo tentativo di navigazione con il browser.

La registrazione richiede l’immissione del proprio numero di cellulare, sul quale il sistema invierà un sms con la password necessaria per poter navigare su internet. I dati per accreditarsi, una volta registrati, sono esclusivamente il numero di cellulare e la password ricevuta. Le credenziali potranno essere utilizzate in tutte le piazze coperte, attualmente e in futuro, dalla connessione “Bari-wireless”. Quindi gli utenti già registrati per il wi-fi di parco 2 Giugno (al momento circa mille persone) potranno dunque usare le proprie credenziali anche nelle altre piazze attivate, e viceversa.

Sarà possibile navigare un’ora al giorno: l’Amministrazione comunale comunque valuterà la possibilità di estendere la durata a 2 ore, non appena terminata la fase di sperimentazione.

Le nuove aree wi-fi sono state allestite grazie alla sponsorizzazione del Consorzio interuniversitario CASPUR che, in collaborazione con la rivista WIRED e la società UNIDATA, ha fornito gli access point. La ripartizione Innovazione Tecnologica del Comune di Bari ha invece provveduto all’allestimento degli access point e alla realizzazione della rete di accesso a internet attraverso il proprio sistema di accreditamento, già operativo per il parco 2 Giugno.

“Con l’attivazione di queste nuove aree wireless – ha dichiarato il sindaco Michele Emiliano – facciamo un altro passo avanti verso una città più connessa e aperta. Si tratta di due zone centrali, molto frequentate da baresi e turisti. Navigare per cercare informazioni o, più semplicemente, per utilizzare i social network o la posta elettronica, anche al di fuori del contesto casalingo, fa parte ormai della nostra quotidianità. Ognuno di noi, come accade per l’acqua, l’istruzione, la salute e ogni forma di libertà individuale, ha il diritto di accedere gratuitamente ai mezzi di informazione e comunicazione odierni: voglio ribadire ancora una volta questo concetto fondamentale, che a mio avviso dovrebbe trasformarsi ben presto in un diritto costituzionalmente garantito. Per questo motivo la mia Amministrazione sta puntando molto sull’accesso pubblico al web, attraverso un progetto che non grava in alcun modo sulle tasche dei cittadini e la realizzazione di un servizio fondamentale, nonché di un punto qualificante del nostro programma di governo”.

Il progetto BARI-wireless è infatti inserito nel settimo capitolo del programma di mandato del Sindaco Emiliano dedicato alla Città giovane.

“È importante sottolineare che queste iniziative – ha evidenziato l’assessore all’Innovazione tecnologica Mara Giampaolo – possono concretizzarsi anche grazie ad interventi di sponsorizzazione, e dunque ad investimenti privati. Il prossimo passo, attraverso la collaborazione di un nuovo sponsor, vedrà l’attivazione di 10 nuove aree wireless, suddivise nelle nove circoscrizioni della città. Inoltre, a breve, il circuito BARI-Wireless si federerà con la rete nazionale “Free ItaliaWiFi”, già presente in diverse città (Roma, Venezia, Torino tra le altre), per consentire ai propri utenti di utilizzare anche le aree wi-fi delle altre città italiane e viceversa”.

“Il nostro consorzio – ha detto Sergio Natali – è ben lieto di fornire questo importante contributo alla città di Bari, una delle capoluoghi più importanti del Sud Italia, mettendo a disposizione dei cittadini la nostra tecnologia già utilizzata in altri grandi centri, come Torino e Genova, nella regione Sardegna e nella provincia di Roma”.

I Giovani Imprenditori e la Brand Reputation

Immagine1.jpgSi è svolto a Bari, il giorno 15 giugno, presso la sede di Confindustria di Bari e Bat, il workshop dal titolo “Le aziende nell’era digitale: i nuovi strumenti per promuovere la BRAND REPUTATION”organizzato dai Giovani Imprenditori di Confindustria Bari e Bat, in collaborazione con la Sezione Terziario Innovativo e Comunicazione e con il contributo di Wind Business.

In occasione della giornata, noi di Virgilio Bari abbiamo contattato Francesco Divella, Consigliere dei Giovani Imprenditori, promotore dell’iniziativa, affinché potesse illustrarci motivazioni e punti chiave del workshop. Chiarendone i fini e rendendone accessibili le funzioni-chiave, anche a chi non è nel mondo del marketing e dell’imprenditoria.

Al workshop hanno partecipato: Francesco Divella (Divella), Mariana Bianco (Torrefazione Caffè Creme), Valentina Novembre e Gianluigi Conese (SEC Mediterranea), la communication designer Mafe De Baggis e Alessandra Bianchini (Wind), Antonio Perfido (E-labora Srl) . Ha moderato Dionisio Ciccarese (direttore di Epolis Bari e Gazzetta dell’Economia).

Perché un workshop per scoprire la comunicazione sul web?

Presto il numero degli smartphone (e quindi dell’accesso a informazioni e contenuti digitali) supererà quello dei terminali fissi. Questa evoluzione al mobile dovrà trovare pronto chiunque abbia intenzione di seguire il passo dell’utenza media. E quindi della propria clientela. Il consumatore reclama un suo diritto a conoscere il prodotto. A poterne discutere. A-perché no-diventare parte attiva nel miglioramento dello stesso. In questo le piattaforme digitali sono immediate e implacabili. Senza uno spazio dedicato da parte dell’azienda si finisce per mancare l’interazione e la conseguente opportunità di miglioramento dell’offerta. Non esclusivamente di sinergia collaborativa parliamo. La crescita di un marchio è legata anche alla possibilità di allargare il proprio orizzonte di vendita ad un mercato che è quello online. Siamo in Puglia. Ma il confine di Internet, penso sia cosa nota, è il resto del Mondo. La gente cerca in internet. Sceglie in internet. Compra, in internet.

E’ una realtà che non si può ignorare.

Quanto sono importanti i numeri della Rete?

L’esperienza personale di Divella vede protagonisti 17.000 iscritti alla pagina ufficiale. Parliamo di Facebook. Anche altri canali social (ad es. Twitter o Youtube) sono in grado di veicolare una campagna su grandi (a volte grandissimi) numeri. La Rete è uno strumento meraviglioso. I numeri, però, non bastano. Vanno gestiti, fidelizzati, visti in proporzione all’attenzione che si riesce a suscitare. Dietro ai numeri, poi, ci sono delle persone. L’attenzione di queste persone significa cura per i contenuti, modalità di comunicazione, e una perfetta padronanza del mezzo social. Siamo in internet. Ed è necessario imparare il codice e il linguaggio di internet (strizzando l’occhio alla netiquette N.d.M.). I risultati, operando in maniera corretta e adeguatamente strategica, non stentano ad arrivare. 

La Rete sostituirà i mezzi tradizionali di promozione?

Internet è un mezzo di comunicazione. Ma anche tv, stampa, radio lo sono. Ognuno con le sue regole, ognuno con il suo modo e maniera. Facebook è stato rivoluzionario in questo senso: ha dato la possibilità a tutti i canali di ritrovarsi in un solo campo d’azione. Senza violarne la natura ma, anzi, enfatizzandone la diffusione del messaggio. Questo workshop non intende formare per sostituire le antiche vie con quelle nuove. L’intento è di integrare una comunicazione classica a quella più immediata e contemporanea della Rete.

Cosa auguriamo ai Giovani Imprenditori che vogliono approcciare la filosofia 2.0?

Volevamo dare un messaggio positivo e uno spunto per accrescere il proprio business. E il mio auspicio è che la presenza in Rete si trasformi in forza motrice dell’imprenditoria territoriale. Questo augurio è rivolto alla Puglia intera. Non solo ai grandi marchi, ma anche alle piccole realtà. Perché l’evoluzione delle aziende in Puglia è sinonimo di un fatturato indispensabile per la crescita dell’economia per l’intera regione.


La Puglia che si connette è una scommessa del presente che ridisegna lo scenario del futuro. Confidiamo nei nostri Giovani Imprenditori per i giorni a venire di una regione che lascerà il segno.

Un’industria che sa evolversi al ritmo delle nuove tecnologie e mezzi di comunicazione, cuore di un territorio che cresce con benefici e risvolti economici positivi per tutti. 

Anche in Rete.

Orientamente. Formazione. Lavoro.

Immagine1.jpgMartedì 29 maggio, dalle ore 9.00 alle ore 17.00, presso il Politecnico di Bari in via Orabona n.4, si terrà la IX edizione del Job Meeting Bari.

L’acceso alla manifestazione – che per l’ampia varietà degli espositori presenti si rivolge a laureati e laureandi di tutte le aree disciplinari – è gratuito.

E’ consigliata la registrazione su www.jobmeeting.it .

Anche quest’anno l’Informagiovani del Comune di Bari parteciperà all’evento, presentando  un workshop sulla creazione d’impresa: “ORIENTAMENTO ALLA CREAZIONE DI IMPRESA, BUSINESS PLAN E ACCESSO AI FINANZIAMENTI”. Il seminario sarà tenuto dalla Dott.ssa Maria Rosaria Longo, referente dello Sportello Creazione d’Impresa dell’Informagiovani del Comune di Bari.

Giunto nel 2011 alla sua VIII edizione, Job Meeting BARI ha fatto registrare ancora una volta una significativa affluenza di laureati e laureandi di tutte le aree disciplinari e di tutte le Università pugliesi. Per i circa 2.500 visitatori giunti presso il Politecnico di Bari, la manifestazione ha rappresentato la giusta occasione per incontrare aziende locali e nazionali, usufruire gratuitamente di servizi di orientamento e consulenza professionale e informarsi sulle opportunità di formazione superiore.

Per tutta la durata di Job Meeting, presso uno spazio appositamente allestito, operatori della rete Informagiovani del Comune di Bari hanno offerto un servizio gratuito di correzione CV. Esaminando una copia cartacea del curriculum vitae, hanno dispensato ai visitatori utili suggerimenti  per migliorarlo, rendendolo più chiaro ed efficace.

Nel pomeriggio, numerosi visitatori  hanno partecipato alle iniziative collaterali di orientamento e consulenza professionale organizzate da Cesop Communication e i suoi partner.

Durante il Job Meeting Bari sarà inoltre possibile: 

Incontrare aziende italiane e internazionali di tutti i settori merceologici.

Informarsi sui programmi di formazione avanzata di prestigiose Business School.

Usufruire GRATUITAMENTE di momenti formativi e servizi di consulenza alla carriera (correzione CV, trovare lavoro nel non profit, come affrontare il colloquio di selezione, incontri sulle nuove professioni, ecc.) pensati ad hoc per laureandi, neolaureati e giovani professionisti e realizzati con il contributo di protagonisti del mondo delle professioni, delle imprese e dell’orientamento.

Per l’elenco aggiornato delle aziende, per approfondire la conoscenza di molti degli espositori presenti e delle loro offerte professionali, per conoscere il programma delle iniziative collaterali previste, è possibile consultare il sito http://www.jobmeeting.it/

All’ingresso, sarà consegnata gratuitamente a tutti i visitatori una copia della guida di orientamento professionale Job Meeting Magazine.

I Camp You!

Immagine1.jpgUn week-end tutto digitale per gli amici baresi amanti delle nuove tecnologie e del duepuntozero.

In questo momento, squadre di creativi e informatici sono in pieno fermento per BeMyApp, in Fiera del Levante. Ne parlai già qui e mi auguro molti di voi siano in pole di partenza per creare le applicazioni del futuro, magari proprio in questa splendida manifestazione.

Insomma, ragazzi, rendeteci orgogliosi, in questa tre giorni-genesi, fucina di talenti e sogni digitali.

Domani, però, anche a Triggiano si muove qualcosa. Più di qualcosa. Infatti, per il secondo anno, l’appuntamento con TriviaCamp, conferma la voglia sul territorio di esprimere domande e risposte sull’internet che viviamo. In una non-conferenza densa di argomenti e ospiti d’eccellenza.

L’evento insegue le stesse finalità della rete attraverso l’INCONTRO, lo SCAMBIO, la CONDIVISIONE e, tema fondamentale, la PROMOZIONE di Internet. Si vuol creare una conferenza COLLABORATIVA dando “voce attiva” ad attori e spettatori, attraverso la raccolta degli interventi dei partecipanti stessi, le IDEE e le ESPERIENZE legate alla rete e all’utilità di tutti, ai progetti e alla presentazione dei servizi già in rete.

Gli interventi, denominati per l’evento speech, saranno raccolti in un programma finale ufficiale, in uscita due settimane prima della giornata ufficiale, e avranno un tempo prestabilito di soli 30 minuti compreso un dibattito finale con i partecipanti presenti, denominati Triviacamper.

Grazie alle molte sponsorizzazioni e numerosi patrocini, questa piccola ma significativa manifestazione diventa realtà per la seconda volta e, in qualità di pseudo-madrina, permettetemi di dire che l’orgoglio è davvero immenso. Il mio ringraziamento, dalla pagina di Virgilio, è mirato in particolarmodo a Linkem che con il suo servizio di Wi-Max, ci permetterà di azzerare le distanze portando così anche l’esperienza  e la testimonianza di amici che, grazie ad internet, continuano a realizzare quotidianamente il sogno di una Rete più consapevole e umana.

Dunque vi aspettiamo in Piazza Vittorio Veneto 46 a Triggiano, dove sarete protagonisti e parte attiva di una rivoluzione pacifica all’insegna dell’immenso (e, a volte, un po’ dispersivo) mondo di Internet.

www.triviacamp.it

(res) PubliCa…mp

 

Immagine1.jpgIl Public Camp è un programma scientifico del Festival dell’Innovazione 2010. “Nuove idee per grandi imprese” è lo slogan del Festival dell’Innovazione. Giunto alla sua seconda edizione, il Festival è una manifestazione multiregionale dedicata all’innovazione praticata e a quella possibile.

Promossa dalla Regione Puglia, dall’ARTI, dalle cinque università pugliesi, dal CNR, dall’ENEA e in collaborazione con la Fiera del Levante, la manifestazione rientra nell’ambito delle attività del progetto “Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca – ILO2”, finanziato dal Programma Operativo FESR 2007-2013.  Creare occasioni di confronto e contatto tra ricerca e impresa, facilitare il dialogo tra scienza e società e creare una vetrina/laboratorio per giovani e studenti sono solo alcuni degli obiettivi della manifestazione, che si presenta come un evento complesso in cui si fondono, senza soluzione di continuità, esposizioni, mostre ed eventi.

Il Public Camp utilizza i fornitori del Festival dell’Innovazione 2010, scelti con gara europea per i servizi di allestimento, location, ospitalità, comunicazione ed informazione. Inoltre, è stato promosso un bando di sponsorizzazione secondo quanto previsto dal Regolamento Regionale 26 Ottobre 2009, n. 25 con la finalità di realizzare maggiori economie.”

 

Un’occasione importante per ascoltare tra tutti, Luca Conti (blogger di Pandemia.info), Luca De Biase (giornalista e scrittore), Fausto Colombo (sociologo dei media), Albert Lázló Barabási (fisico), Manuel Castells (sociologo), Gianluigi Cogo (Regione Veneto), Pietro Scott Jovane (AD di Microsoft) introdotti da Nichi Vendola, Presidente Regione Puglia.

Gli argomenti saranno tutti interessantissimi: Il potere e la sfera pubblica nell’epoca delle reti, Le forme comunitarie del terzo millennio, FakePress: la reinvenzione del reale. Scenari di mutazione dell’editoria, Scientifico vs Umanistico, la debolezza in politica ma anche di Lectio Magistralis e quindi La città del futuro, The Internet at 40: Freedom, Power, and Happiness, Link: la scienza delle reti. E molto altro ancora.

Io, anche solo per curiosità, un salto ce lo farò (è anche la scusa per rivedere amici come Alex Giordano e Gigi Cogo). Se aveste intenzione di palesarvi, ricordatevi che l’iscrizione ai workshop è gratuita ma indispensabile, perché i posti sono limitati!!!

http://publiccamp.regione.puglia.it/ qui tutto il programma e l’indispensabile per iscrivervi.

E, nel caso in cui voleste tentare anche un mini-raduno Virgiliano, perché no, segnalatelo nei commenti o via Twitter a @marileda .

E’ il primo evento stellare di questa portata (se escludiamo la puntatina del Working Capital o il Bollenti Spiriti Camp).

Mancare sarebbe un delitto.

Dimenticavo. E’ in Fiera del Levante. Ingresso Monumentale.

 

 

Microsoft & Community Tour 2010, a Bari

Immagine1.jpgSto alla programmazione come una farfalla al wrestling. Io. Ma c’è chi di queste robe ne mastica bene. Benissimo. Anzi. Motivo per cui non potevo non segnalarvi questa grandissima opportunità che inserisce Bari in un tour Microsoft molto ampio, dando (finalmente) anche alla nostro Capoluogo un posto d’onore tra i catalizzatori di menti informatiche d.o.c. . Non deludiamo le aspettative e facciamo in modo che un grande evento come questo non rimanga isolato nel deserto formativo che ci ha sempre contraddistinto (in negativo), rispetto al resto d’Italia, partecipando numerosi.

Nicola Ferrini lavora come Microsoft Certified Trainer (MCT) in diversi centri Microsoft CPLSNicolaF.jpg(Certified Partner for Learning Solutions) in tutta Italia. La sua esperienza vanta diverse migliaia di ore di docenza all’attivo ed è un appassionato di virtualizzazione, sia a livello server che a livello applicativo. Si è avvicinato all’informatica nel 1998 e da allora è iniziata una grande passione che lo ha portato a perfezionarsi e a conseguire prestigiose certificazioni internazionali, diventando prima MCSE ed MCT, fino alle più attuali MCTS ed MCITP. Si occupa principalmente di formazione, technical writing e systems engineering.

Il 12 Ottobre (segnatevi questa data) vi mostrerà le ultime novità relative alla virtualizzazione in Windows Server 2008 R2 e come Hyper-V 2.0 e i Remote Desktop Services permettano di creare un’infrastruttura IT dinamica e facilmente gestibile. Con una serie di demo illustrerà l’attuale soluzione Microsoft per la Virtual Desktop Infrastructure (VDI) e l’uso di System Center Virtual Machine Manager 2008 R2 per gestire al meglio datacenter virtualizzati. Inoltre verrà mostrato come distribuire applicazioni a 32 bit e a 64 bit in modalità  virtualizzata, tramite l’utilizzo di Microsoft Application Virtualization (App-V) 4.6. Verranno discussi i vantaggi relativi alla semplicità di distribuzione, personalizzazione e aggiornamento degli applicativi sia sui Desktop che sui Remote Desktop Services. In particolare verrà dato rilievo al miglioramento dell’efficacia delle attività di installazione e gestione degli applicativi e all’esecuzione side-by-side con le versioni precedenti. La conferenza dura tutta la giornata e ci sarà anche la presenza di uno dei due Microsoft Evangelist IT Pro italiani.

Agenda della tappa di Bari

09:00 / 09:30 – Registrazione

09:30 / 10:30 – Architettura di Hyper-V 2.0
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
10:30 / 11:30 – Windows Server 2008 Service Pack 1
Speaker: Gi orgio Malusardi, IT Pro Evangelist Microsoft Italia
11:30 / 11:45 – Break
11:45 / 13:00 – Progettazione e gestione di datacenter virtualizzati dinamici 
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
13:00 / 14:00 – Pranzo Libero
14:00 / 15:00 – Implementazione di una Virtual Desktop Infrasctructure (VDI)
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
15:00 / 15:15 – Break
15:15 / 16:15 – Introduzione a Microsoft Application Virtualization (App-V)
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
16:15 / 17:15 – Application virtualization vs Presentation virtualization
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it

17:15 – Chiusura Lavori
Iscrivetevi numerosi —> QUI <— inserendo l’ID evento 1032463554 . E lasciamo che “i cervelli” non fuggano. Ma rimangano in Puglia. Per produrre, crescere, lavorare. Soprattutto. Lavorare.
Diffondete. Viralizzate. Fatelo sapere a tutti i vostri amici interessati.

Internet Saloon Over 50

internet_saloon.jpgIl saloon (termine inglese) era un tipo di mescita ed eventualmente anche di albergo diffuso negli Stati Uniti occidentali (il cosiddetto “Far West”) nel XIX secolo.

I saloon fiorirono progressivamente all’avanzare della frontiera, dai primi decenni dell’Ottocento in poi.

Oggi, il “saloon” diventa “internet” e somministra al bancone navigazione in Rete ed istruzioni per l’uso.

La notizia mi viene segnalata dal sagace blog di Roberto Dadda, netizen “navigato” e sempre loc-bari.jpgpronto sul fronte delle novità delle quali discutere.

Internet Saloon è una scuola dedicata ai senior per imparare a navigare in internet e a usare il computer.

Una grande, bella, iniziativa, che segue in maniera intelligente non solo l’onda del fenomeno Facebook, ma anche la voglia di coinvolgere anche chi appartiene ad altre generazioni, in quello che è il social networking e l’utilizzo di internet. Per ritrovare gli amici lontani ma, soprattutto, per non sentirsi emarginati in un settore, quello informatico, che avanza costantemente tra servizi online, comunicazione in tempo reale e approccio con i linguaggi e le tecniche di gestione burocratica ed economica.

A distanza di dieci anni dall’apertura del primo Internet Saloon, quello di Milano nel 2000, l’espandersi dell’esperienza ha portato alla creazione di altre sedi: Sondrio nel 2004, Pavia nel 2007 e Catania nel 2009. Con l’autunno 2009 si apre ora una nuova strategica fase per il progetto Internet Saloon: le scuole stabili per imparare la navigazione in rete, la posta elettronica e tutti gli altri programmi del computer diventeranno 7 con la prossima apertura di tre nuove sedi: Ancona, Napoli e… Bari!!!

Roberto, nel suo post, fornisce una dettagliata cartina che mi permetto di “rubare”, ad uso e consumo dei nostri lettori di Virgilio.

 

bari mappa due.png

L’internet Saloon è centralissimo, via Marchese di Montrone, 121/B, il corso Internet è gratuito e dura un giorno, non è richiesta alcuna conoscenza del computer e, dopo il corso, è possibile esercitarsi gratuitamente su pc.

Mi pare una vera e propria rivoluzione!

Dunque fate iscrivere immediatamente genitori, nonni, zii e vicini di casa. Internet Saloon di Bari ha il Patrocinio della Provincia di Bari e del Comune di Bari, e le iscrizioni partiranno da venerdì 6 novembre.

Partner dell’iniziativa

PARTNER.jpg

orario: 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.00

Tel. 080 52 30 028 – bari@internetsaloon.it

WebDesigner made in Puglia

web.jpgSappiamo quanto difficile sia intraprendere una carriera professionale, con il miraggio di specializzarsi in qualcosa, dovendo sostenere i costi (spesso proibitivi), di scuole private e master sparsi per l’Italia.

Una splendida iniziativa nasce dal Capoluogo e, in particolar modo, è diretta alle donne che, come la sottoscritta, si sentono 2.0 nel midollo, ed han voglia di cimentarsi con la nobile arte del web design. Il Web Designer sostituisce nella “New Economy” la figura del grafico tradizionale e ne costituisce la naturale evoluzione in un mercato contraddistinto dall’ingresso delle nuove tecnologie. Compito del Web Designer è tradurre, attraverso immagini e filmati, concetti e messaggi in maniera persuasiva. Tra le mansioni di questo profilo vi è quella di curare i contenuti del sito internet attraverso la sua sistemazione grafica, procedere all’impaginazione di esso, creare l’interfaccia grafica di un sito web sulla base delle esigenze del cliente e sulla sua navigabilità; servirsi di immagini statiche e in movimento e di forme diverse di comunicazione (audio, video, grafica, etc.).

Spegea in collaborazione con Studiodelta organizza il corso finanziato “Web Designer” rivolto a:
18 DONNE DISOCCUPATE RESIDENTI IN PUGLIA, in possesso di titolo di studio di scuola secondaria superiore in ambito artistico, tecnico e logo.gifprofessionale e/o diploma di laurea triennale in Lingue, Marketing, Informatica e Comunicazione.

L’occasione ghiotta per scavarsi una nicchia nel dedalo della disoccupazione, emergendo da veri professionisti.

Il percorso è articolato in 600 ore suddivise in 300 ore di lezioni frontali in aula che si svolgeranno a Bari presso la sede di Spegea in Via G. Amendola n° 172/c – Executive Center (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00) e 300 ore di stage aziendale. Il corso avrà inizio il 13 ottobre 2009. La domanda di partecipazione alle prove di selezione al corso, va effettuata compilando l’apposito modulo, reperibile sui siti internet di Spegea e di Studiodelta o presso la segreteria di SPEGEA sita in Bari alla Via G. Amendola n. 172/c – Executive Center e fatta pervenire entro e non oltre il 23 Settembre 2009 ore 13.00, mentre le selezioni si svolgeranno a partire dal ore 9.00 in alcuni giorni compresi nella settimana tra il 28 settembre e il 2 ottobre 2009.

studiodelta_logo_300dpi-300x128.jpg

La partecipazione è gratuita ed è prevista indennità di frequenza e buono pasto giornaliero.

E adesso, non mi resta che augurarvi, di cuore, in bocca al lupo!!!