Capodanno in piazza!

 

Immagine1.jpgRitorna  il tradizionale Capodanno in Piazza a Bari, qualche ora insieme il 31 notte in attesa del nuovo anno. L’ Amministrazione comunale di Bari ha lavorato negli ultimi giorni per non deludere chi attende questo momento, in particolare per i giovani che dopo il cenone, abitualmente, si riversano per le vie del centro per brindare e ballare trasformando il cuore della città in un’immensa festa all’aperto.

Quest’anno il Capodanno in piazza avrà una connotazione particolare: Bari ospiterà infatti REZOPHONIC un progetto di solidarietà attiva che ha come obiettivo fornire nuovi pozzi d’acqua alle zone più assetate dell’Africa.

All’iniziativa che è di Mario Riso, musicista, produttore, storico batterista e fondatore del canale satellitare Rock TV e Hip Hop TV, partecipano numerosi artisti della scena musicale alternativa italiana. REZOPHONIC attraverso una serie di concerti e con l’incisione di un disco “offre da bere a chi ha veramente sete” sostendo il progetto idrico di AMREF Italia, che ha come scopo la realizzazione di pozzi d’acqua nel Kajiado, una delle regioni più aride dell’Est Africa, e del mondo, ai confini fra Kenya e Tanzania. Il progetto, che ha ottenuto il patrocinio di Pubblicità Progresso, unisce alla produzione artistica di qualità, gesti di concreta valenza umanitaria: la realizzazione di un pozzo per ogni artista coinvolto nel progetto.

A Bari a capodanno per tutta la notte, fino all’alba si alterneranno: DJ Aladyn e DJ Mike (Radio Deejay), Andrea Rock da Virgin Radio e Alteria da Rock TV, la rock band barese ONE WAY TICKET, l’ex punk di “Cose che cambiano tutto” ora con l’ultimo album “L’Evidenza” Diego Mancino, L’Aura di “Irragiungibile”, Pier, voce e compositore principale dei Velvet, ma anche Piotta, Livio Magnini, chitarrista dei Blu Vertigo e di The Bloody Beetroots, la frontgirl del gruppo punk Prozac+ Eva Poles, la dea sexy del metal Cristina Scabbia, Sasha Torrisi, cantante e chitarrista dei Timoria, e Gianluca Battaglion (Movida), Max Zanotti (Deasonika).

A mezzanotte sul palco salirà, poi, uno dei gruppi storici della scena musicale italiana che con la sua produzione originale e la storica collaborazione con Fabrizio De Andrè è ancora oggi un punto di riferimento. Parliamo della PFM, Premiata Forneria Marconi con Franz Di Cioccio (voce e batteria), Patrick Djivas (basso), Franco Mussida (voce e chitarre). Special guest: Lucio Fabbri (violino, seconda chitarra, seconde tastiere), Gianluca Tagliavini (tastiere), Piero Monterisi (seconda batteria). Proprio quest’anno la PFM ha pubblicato l’ultimo album, “A.D. 2010 – La buona novella”, una reincisione con nuovi arrangiamenti (e con l’aggiunta di alcuni brevi intermezzi strumentali) de “La buona novella” di Fabrizio De André, LP del 1970. Fu quello il lavoro dove gli ex “Quelli” si unirono a Mauro Pagani per dar vita a i “Krel” che divennero poi la Premiata Forneria Marconi.

Questa la scaletta della serata:

ore 22.00

DJ SET con

dj Aladyn (Radio Deejay) / dj Mike / Andrea Rock (Virgin Radio) / Alteria (rock Tv)

 

ore 22.45

One Way Ticket

ore 23.45

gli artisti di REZOPHONIC – a sostegno del progetto idrico AMREF Italia:

L’Aura, Diego Mancino, Pier (Velvet), Piotta, Eva Poles (Prozac +), Cristina Scabbia (Lacuna Coil), Sasha Torrisi (Timoria) e altri.

A seguire: la PFM in concerto.

Dalle ore 2.15

DJ SET con

dj Aladyn (Radio Deejay) / dj Mike

Capodanno in piazza. Bari, 31 dicembre, dalle 22 in Piazza della Libertà.

 

 

Proscenio… per due!

 

Immagine1.jpgFino al al 30 Dicembre, alle ore 21,00, tutti i giorni tranne il sabato e domenica, presso il Teatro DUSE a Bari, la Compagnia Puglia Teatro rappresentata lo spettacolo “Proscenio per due” di Rino Bizzarro, che lo dirige ed interpretata insieme ad Anna Brucoli e Giuliano Bizzarro; direttore di scena Claudio Farina. Il lavoro, in due atti, che ha debuttato con successo a Roma al Teatro Politecnico di Mario Prosperi, presenta nella prima parte “Volevo fare la ballerina”, nella seconda “Dovevo fare il tenore”.

 

Nel primo atto, la protagonista ‘voleva fare la ballerina’, nei più grandi teatri in giro per il mondo; e invece ha dovuto accontentarsi di fare l’attrice e la soubrette in piccoli teatri di provincia, su palcoscenici scalcinati ed in camerini preda di topi. Se l’avesse vista un grande coreografo, l’impresario di un grande teatro, avrebbe già preso il volo, sarebbe già partita per l’America…altro che questa periferia del mondo in cui è costretta…Eppure, nonostante tutto, qualche soddisfazione l’ha pur ricevuta facendo la soubrette e l’attrice al Sud; ne farà vedere e sentire delle belle.

 

Nel secondo atto, “…non sempre la vita consente di mantenere le promesse; quelle artistiche poi…”. Aveva studiato da tenore fin da giovanissimo il protagonista, ed era una vera promessa del bel canto; persino il celebre tenore Mario Del Monaco si aspettava grandi cose da lui. Ma le sue scelte andarono in un’altra direzione; per cui si ritrovò a fare l’attore di prosa e per giunta a sud del mondo, alla periferia di tutto…Ma se c’è almeno un poco di talento esso finisce con l’emergere anche nelle condizioni più sfavorevoli.

 

I due atti sono legati da un filo conduttore rosso che è la “Pugliesità” o la “meridionalità” in senso più lato e fanno parte di un progetto artistico finalizzato alla affermazione della identità “pugliese” di questo teatro, che sicuramente contiene una genuina e sincera volontà di “partecipazione” ai processi globali, ma sempre mantenendo la propria sicura identità “etnica” peculiare, matura ormai ed affrancata da ogni anacronistica sudditanza culturale.

Infotel fax: 0805793041; 3386206549.

 

Teatro DUSE, Via Domenico Cotugno n. 21, Bari, tel. 0805046979, 0805672325, 3924930702.

 

Musica è

 

Immagine1.jpgLa grande musica torna di scena con il MUSICA E’…2010. Si terrà  questa sera a Bari con inizio alle ore 21 nel prestigiosissimo TEATRO PICCINNI il famoso contest nazionale della musica italiana, ideato e diretto da Gianni Santorsola e prodotto dalla RM MUSIC. Un appuntamento atteso e ormai imprescindibile per il pubblico e per gli addetti ai lavori, giunto quest’anno alla 14ma edizione.

L’Edizione 2010 del Musica È… nasce a…ll’insegna di una prestigiosa collaborazione con lo storico FESTIVAL DI CASTROCARO: una grande e concreta testimonianza degli importantissimi riscontri ottenuti dal Musica È… sul territorio nazionale. Anche questa 14ma Edizione vede quale Media – Partner Radiobari, con lo scopo di valorizzare la Città di Bari in giro per l’Italia attraverso un percorso che parte con le fortunatissime trasmissioni in Radio, fino ad arrivare alla serata conclusiva.

Il MUSICA È… anche quest’anno sposa l’importante progetto benefico internazionale a cura dell’ A.abe (la nota Associazione Amici dei Bambini dell’ Eritrea che realizza progetti di solidarietà nei confronti del popolo Eritreo.

Il cast della serata prevede l’impeccabile conduzione di SAVINO ZABA – conduttore radiofonico (“Ottovolante”, Radio 2 Rai) e televisivo (“Music@2009”, Rai Uno) affiancato dalla bellissima CARMELA CAMPANALE Top Model, protagonista di numerosi eventi fashion a livello nazionale e internazionale. È prevista inoltre la partecipazione straordinaria dei fantastici MODULO PROJECT, esclusivissimo corpo di ballo direttamente da importanti trasmissioni televisive di successo come “Domenica Cinque” su Canale 5, “Barbareschi Shock” su La7 e tante altre; Live Tour con Tiziano Ferro, Raf, Coolio e tantissime esperienze nazionali e internazionali.

Grazie al cast prestigioso e alla partnership con il Festival di Castrocaro, l’ Edizione 2010 del MUSICA È… si preannuncia di grande impatto e più entusiasmante che mai, catalizzando sicuramente l’interesse del pubblico e degli addetti ai lavori.

 

L’ingresso all’evento è gratuito e si accede tramite invito.

Per maggiori informazioni e prenotazioni prego rivolgersi alla: RM MUSIC 333.703.83.26 .

 

Flash-mob Natalizio!

 

 

Immagine1.jpgL’usanza di scambiarsi i doni il giorno di Natale per festeggiare la nativita’ di Gesu’ ha le sue origini, in realtà, in una ricorrenza antecedente il cristianesimo. Ovvero quella dei Saturnali, una festa che si svolgeva nell’antica Roma nei giorni a cavallo del solstizio d’inverno, dal 17 al 23 Dicembre.

Erano feste in onore di Saturno, dio delle semine e di una mitica età dell’oro, durante la quale gli uomini vivevano in prosperità e fratellanza.

Durante questi festeggiamenti, accompagnati da sontuosi banchetti cui partecipavano su un piano di parità servi e padroni, nacque la consuetudine di scambiarsi doni come gesto simbolo di uguaglianza sociale, nel ricordo dell’eta’ saturnia.

Su questo patrimonio di credenze e simbologie pagane, a partire dal IV secolo d.C. si e’ inserita la tradizione cristiana di scambiarsi “strenne” per festeggiare il dies  natalis di Cristo.

 

Vicino al Petruzzelli entro le 16.20 per finire la corsa ai regali in allegria, chiunque, ma proprio CHIUNQUE, potrà partecipare a questo folle flash-mob natalizio. Portate con voi un libro che avete già letto, un pensierino acquistato a 99 cent o qualsiasi altra cosa magari carina ma che non usate più e non sapete a chi dare…liberate la fantasia…

L’importante è che sia IMPACCHETTATO CON UN BIGLIETTINO D’AUGURI.

Nello spiazzo accanto al petruzzelli e alle 16.30 si sentirà il suono di una tromba da stadio.

Appena sentiremo il suono, scambiaremo il nostro pensierino con la prima persona SCONOSCIUTA che ci troveremo davanti, scambiandoci gli auguri…

Si continuerà cosi scambiandosi regali fino a che non ci sarà il SECONDO suono di tromba, che indica la fine del gioco.

Terminato il tutto poi se vorrete condividere con gli altri il dono ricevuto, postatelo o fotografatelo e mettetelo in bacheca. 😀

PS: Da un’idea di “Succede solo a Bologna” e “Flash Mob Society” i nostri amici flash mobber Bolognesi.

 

Sia che voi ci siate, sia che no, sento di farvi i miei migliori auguri da Virgilio e dal Vostro local-blog preferito! Buon Natale!

 

 

Né Qui Né Altrove

 

Immagine1.jpgUltima settimana di eventi e spettacoli per “30 anni Suonati”, la manifestazione dedicata alla TAVERNA VECCHIA DEL MALTESE che questo weekend festeggia ufficialmente i trent’anni dalla sua fondazione.

 

Oggi, mercoledì 22 dicembre alle ore 21:00, Gianrico Carofiglio ci espone la sua visione della notte barese presentando il volume Né Qui Né Altrove; ad intervistarlo ci sarà Maddalena Tulanti, vicedirettore del Corriere del Mezzogiorno.

 

Gianrico Carofiglio (Bari 1961) ha esordito con il romanzo Testimone inconsapevole (2002), a cuine-qui-ne-altrove.jpg sono seguiti Ad occhi chiusi (2003), Il passato è una terra straniera (2004) e Ragionevoli dubbi (2006). Nel 2007 pubblica il saggio L’arte del dubbio e, insieme al fratello Francesco, il graphic novel Cacciatori nelle tenebre. Il 2008 è l’anno di Né qui né altrove, mentre nel 2009 esce il dialogo Il paradosso del poliziotto. Nel 2010 pubblica il romanzo Le perfezioni provvisorie, la raccolta di racconti Non esiste saggezza (Rizzoli) e il saggio La manomissione delle parole (Rizzoli).

 

Né Qui Né Altrove (Editori laterza): «E tutto si era svolto in quella trama di strade squadrate e regolari nelle quali, in certi pomeriggi deserti d’estate, quando c’era il maestrale, e l’aria era nitida, ogni angolo sembrava il punto di fuga verso un infinito pieno di promesse». Rivedersi dopo oltre vent’anni con amici che non hai più cercato. Di giorno basterebbero pochi minuti per un saluto di circostanza, ma di notte è un’altra cosa. Di notte Bari può catturare e trasformarsi in un irreale cinema della memoria. Dove presente e passato, ricordi e invenzione si confondono, e l’età da cui le illusioni fuggono può ancora sfiorare il tempo in cui tutto era possibile.

 

Bari

Taverna Vecchia del Maltese

ore 21.00

ingresso libero

Info. 347.9540990

 

Dio non sta bene

 

Immagine1.jpgeKoiné letteraria, al secondo appuntamento vi presenta “Dio non sta bene”, romanzo di Paul Andrew Jarvis (LeBolleBlu edizioni)

 

Un romanzo irriverente e ricco di sense of humour articolato attorno a un intreccio di piani temporali e personaggi diversi.

Protagonisti Michael McBride, nella sua evoluzione da adolescente a adulto, e Dio in persona. I problemi incominciano quando l’Altissimo inizia a perdere il controllo della situazione: non riesce più a manovrare il Telecomando con cui gestisce le vicende umane, beve più del dovuto e, con grande preoccupazione da parte di suo figlio Gesù, ha preso a citare Shakespeare nel bel mezzo di una conversazione. Intanto nel Merseyside si profila una crisi: Michael McBride, frustrato da anni di preghiere inascoltate e infuriato con il Creatore per le enormi ingiustizie perpetrate ai danni della sua squadra, l’ Everton, è sul punto di insorgere contro la Chiesa, la scuola e quella fondamentalista cattolica di sua nonna.

 

Paul Andrew Jarvis, nato a Birkenhead, Inghilterra, vive da 21 anni a Bari, dove insegna lingua inglese all’Università degli Studi e al Politecnico. Lavora inoltre come traduttore. E’ autore di Misery Puss – Micio Musone (ExtremaThule, 2009), un racconto bilingue per bambini, e del blog Bari Blogs. Dio non sta bene è il suo primo romanzo.

 

eKoiné ri-pub

strada Vallisa, 79 – Bari vecchia

lunedì 20 dicembre 2010, ore 20.00

ingresso libero

info 328 1172981 – 320 2927339

 

Bari

eKoiné ri-pub

ore 20.00

ingresso libero

Info. 328 1172981 – 320 2927339

 

Sei Ottavi. Al Castello.

Immagine1.jpgI SeiOttavi sono un gruppo di sette voci che hanno fatto del contemporary a cappella il loro modo di esprimersi. L’esecuzione è caratterizzata, oltre che dalla polifonia, dalla riproduzione, con le soli voci, di effetti strumentali, sonori, onomatopeici e di mouth-drumming. Gli arrangiamenti sono curati in gran parte da due dei SeiOttavi: Vincenzo Biondo e Massimo Sigillò Massara.

Sin dalla loro fondazione nel 2005 i SeiOttavi si impongono all’attenzione del pubblico per l’originalità del repertorio e dell’esecuzione ricevendo ampi consensi per i loro spettacoli Sette voci fra i secoli (2005), Il muto canta a cappella (2006-2007), Around the world (2008-2010) e Cinematica (2009).

 

Esce nell’estate 2007 il primo lavoro discografico dei SeiOttavi. “InOnda” il titolo del lavoro che raccoglie arrangiamenti originali del gruppo ed il primo brano inedito presentato il 25 luglio 2007 alla trasmissione Matinée – Rai Due. Nella primavera del 2010 la loro discografia si arricchisce con “Cinematica”: il disco edito dalla Casa Musicale Sonzogno nasce dall’omonimo spettacolo teatrale prodotto da Marco De’ Conno e raccoglie alcune fra le più belle musiche scritte per il grande schermo. Nell’estate dello stesso anno esce il CD di “Mons Regalis – L’opera del Duomo”.

Numerosi i premi e i riconoscimenti ottenuti dai SeiOttavi. Nel 2007 sono stati i vincitori della prima edizione di Solevoci Competition per la categoria gruppi vocali. La prestigiosa giuria internazionale presieduta da Kirby Shaw ha assegnato ai SeiOttavi pure il premio per il miglior brano ed il premio per il programma di maggior interesse artistico. Al prestigioso concorso internazionale Vokal Total di Graz (Austria) ottengono il Diploma d’Oro nella sezione Jazz e il Diploma d’Argento nella sezione Pop. Nel 2010 si classificano al secondo posto nella sezione Jazz/Pop del XIV Torneo Internazionale di Musica.

 

Costante è l’attenzione alla formazione. A luglio 2007 i SeiOttavi hanno preso parte al Solevoci Camp a Cortina D’Ampezzo e nell’annoseiottavi-mola-di-bari-b.jpgsuccessivo frequentano Masterclasses tentute da Swingle Singers, Matthias Becker, Mary Setrakian, Andrea Rodini, Kevin Fox ed altri accreditati docenti.

Numerose le partecipazioni radiofoniche sia su frequenze nazionali che locali. Su scala nazionale si ricordano: “W Radio Due” (Fiorello e Baldini) e “Scatole Cinesi” su Rai Radio Due e “Notturno Italiano” di Radio Rai International.

Raggiungono notorietà più ampia grazie alla fortunata partecipazione come concorrenti della prima edizione italiana di X-Factor in onda su Rai Due (marzo-giugno 2008). In gara fino alla nona puntata delle dodici previste, i SeiOttavi affermano la “cifra stilistica” della musica a cappella in Italia introducendola al grande pubblico.

I SeiOttavi svolgono una costante attività concertistica su tutto il territorio nazionale e all’estero.

L’inaugurazione della Stagione A.G.I.MUS. 2010/11, domenica 19 dicembre 2010 presso il Castello Angioino di Mola di Bari alle ore 20.00, coincide con il “Concerto di Natale” che vedrà l’esibizione dell’ensemble vocale a cappella SeiOttavi, gruppo italiano rivelazione della trasmissione televisiva “X-Factor” (2008) e di “W Radio 2” con Fiorello e Baldini. “Around the world” è il titolo dello spettacolo di grande richiamo che racconta, attraverso un immaginario percorso musicale intorno al mondo, le sonorità e lesuggestioni dei diversi luoghi della Terra in vari periodi della storia (con pagine di MozartBrahmsManhattan TransferSwingle Singer, ecc.).

 

 

Paolini al MOMArt

 

Immagine1.jpgTra il ’39 e il ’41 nella Germania Nazista, prima di altri, vennero uccise decine di migliaia di tedeschi: erano bambini e persone adulte disabili o malati di mente, vite considerate “indegne di essere vissute”. Aktion T4, il nome più noto per una vicenda poco conosciuta e letteralmente insabbiata per decenni dopo la guerra, è la realizzazione, drammaticamente efficiente, di un progetto di eliminazione del “diverso” e dell’”inutile”.

Progetto segreto e ideato da pochi, ma nei fatti realizzato sotto gli occhi di tutti, con una regia attenta a cogliere il consenso della classe medica e della popolazione, indotta a credere che fosse la cosa giusta. Nel ’41, anche a seguito delle proteste della popolazione che si interroga sul crescente numero di decessi negli istituti e della Chiesa Cattolica che denuncia lo sterminio, Aktion T4 cessa ufficialmente, ma le uccisioni proseguono fino a dopo la fine della guerra: furono oltre trecentomila le persone che sparirono in questo modo, non solo in Germania e Austria. Gli esiti di questa operazione vedono coinvolti anche Ospedali Psichatrici italiani (Trieste, Venezia, Treviso, Pergine Valsugana TN).

Raccontare cosa accadde serve a comprendere come lo sterminio delle persone disabili e malate di mente non sia semplicemente derubricabile a nefandezza commessa da un regime, bensì il frutto di un processo che ancora oggi imbarazza e coinvolge tutti noi, perché fondato su uno strisciante silenzio. Ciò che lì accadde in modo così estremo iniziò prima, altrove, e continuò poi. Questa storia per molto tempo non ha trovato spazio, è stata taciuta, considerata minore, come tutto ciò che ha ruotato attorno ad essa, come minori furono le pene inflitte ai responsabili dal processo di Norimberga.

INFO E PRENOTAZIONE
080.5797667 INT 123 – 126
MOMArt
S. Maria della Stella, 95
Adelfia

 

L’arte del presepe

 

 

Immagine1.jpgAnche quest’anno l’Associazione Culturale CILLIA UNIVERSITAS con il patrocinio della Provincia di Bari, del Comune di Bari e della 4^ Circoscrizione del Comune di Bari, organizza la 4^ edizione della Mostra Concorso di Presepi denominata “L’ARTE DEL PRESEPE”.La mostra si svolgerà nei locali dell’Associazione in Vico San Giusto,7 a Bari (quartiere Ceglie del Campo) su una superficie di circa 700 mq. Alla mostra parteciperanno circa 60 Presepi provenienti da tutta la Regione Puglia.

In concomitanza, il “MERCATINO DI NATALE” e per i più piccoli una novità: “LA CASA DI BABBO NATALE“.

La mostra rimarrà aperta dal 12 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011 dalle ore 18.00 alle ore 21.00 nei giorni feriali e dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00 nei giorni prefestivi e festivi.

Apertura straordinaria nella Notte della Vigilia di Natale.
L’ingresso alla Mostra è libero.
L’inaugurazione è prevista per le ore 11.00 del 12 dicembre accompagnata da musiche natalizie della Fanfara della Scuola Media StataleMANZONI LUCARELLI” di Bari-Ceglie del Campo.

 

Inoltre, Nell’ambito delle Attività culturali, al fine di promuovere la cultura del presepio e il rinnovo delle tradizioni popolari, l’Associazione Italiana Amici del Presepio – Sottosezione di Bitonto, grazie all’impegno costante dei soci, e in collaborazione con il “Centro Ricerche di Storia ed Arte – Bitonto” e la “Parrocchia S. Egidio Abate di Bitonto” organizza la “IV MOSTRA DEL PRESEPIO” che si terrà a Bitonto nel periodo dal 13 dicembre 2010 al 6 gennaio 2011.

La mostra avrà un percorso itinerante cosi’ come indicato:

1) Chiesa dell’Annunziata: grande presepe tradizionale di 34 m² circa  realizzato a cura del maestro presepista Giovanni Bruno, con la collaborazione di Vincenzo Sicolo e Salvatore Montaruli;

2) Chiesa San Giorgio (Centro Ricerche di Storia ed Arte): esposizione opere dei presepisti;

3) Chiesa San Michele: installazione artistica del maestro pittore Franco Sannicandro.

La cerimonia di inaugurazione avverrà il giorno 13 dicembre 2010 alle ore 19:30 , mentre la premiazione degli artisti il giorno 6 gennaio alle ore 19:30. Tali cerimonie si svolgeranno presso la Chiesa dell’Annunziata di Bitonto.

La cerimonia di inaugurazione sarà presenziata da Mons. Ubaldo Aruanno ,Vicario territoriale della Diocesi di Bari-Bitonto,  e da Don Vito Frascella, Parroco della Chiesa di S. Egidio Abate e  Padre spirituale della sottosezione di Bitonto.

Ricordiamo che questa sottosezione si è impegnata anche a indire un concorso rivolto agli alunni iscritti all’ultimo anno di scuola elementare e  media, intitolato “PREMIO NATALIZIO 2010 SULLA CULTURA DEL PRESEPIO” sul tema: “LA NASCITA DEL BAMBINO GESU´ COSTITUISCE UN AVVENIMENTO STRAORDINARIO PER TUTTI: UOMINI, DONNE, BAMBINI, POVERI, RICCHI, AMMALATI, PORTATORI DI HANDICAP, CARCERATI, DISOCCUPATI. COSA NE PENSI? ESPRIMI LA TUA OPINIONE SULL’ARGOMENTO.”

 

 

 

UGO!

Immagine1.jpgSi fa conoscere e ottiene un buon successo come misurato e godibile attore nel cabaret: aria stralunata, accentuato accento pugliese, incarna alla perfezione il giovanotto un po’ timido, insicuro, sempre alla ricerca di qualcosa che non trova. Approda in televisione senza peraltro imporsi (partecipa, fra gli altri, al varietà Un fantastico tragico venerdì, 1984) e in seguito preferisce tornare al teatro. Per il piccolo schermo interpreta anche qualche film di nessuna pretesa (Ferragosto O.K. e Provare per credere, entrambi di Sergio Martino, regista che lo dirige anche in Alla conquista di Roma, sorta di presentazione e ritratto del suo personaggio) in cui ripropone stancamente gli stereotipi che gli hanno dato notorietà. Nel cinema dal 1979 con la bislacca commedia fanta-erotica di Enzo Milioni Quello strano desiderio, interpreta in seguito comiche di infimo valore quasi sempre in ruoli di fianco. Dopo Italiani a Rio di M.M. Tarantini abbandona il cinema, ma vi fa ritorno in anni recenti partecipando a lavori di modesto interesse, compreso il flop Il segreto del giaguaro, esordio nel cinema del cantante trash Piotta, al secolo Tommaso Zanello.

Gianni Ciardo è, comunque, il mito della baresità in scena. E torna a farci sorridere e divertire con… un dramma?

No! Uno sdramma!

L’unione fra il surreale e il grottesco.

E’ una formula per raccontare una storia e nello stesso tempo intrattenere, per solo due ore, il pubblico del teatro nel suo frattempo che ritorniGIANNI CIARDO.jpg alla triste sua realtà’e0 della sua stessa realtà!!

UGO, una commedia.

Gianni Ciardo: nei panni di Alberto, un ingegnere disoccupato per mancanza di raccomandazioni, però fortunato in quanto vive in un mondo tutto suo e soprattutto con ingenuità.

Angela Iurilli: nei panni di Simona, donna in carriera, forte di carattere e vittima delle circostanze di vita del marito Alberto. Maristella Tanzi: E’ UGO. Gorilla di professione e di nascita, creatura intelligente con la grande fortuna di non avere la parola come gli esseri umani.

Questa commedia scritta da Carla Vistarini, anche lei fortunata per essere nata in Italia e aver dato prove di essere una autrice vera, brava ma soprattutto bella.

Il divertimento assoluto è assicurato.

Attenzione: Ugo è teatro, usalo con cautela!!

 

 

Prezzi:

Poltronissima VIP: € 39,00

Poltrona: € 33,00

1a Galleria: € 28,00

2a Galleria: € 24,00

 

Venerdì 10 Dicembre

ore 21.00

Teatro Team

Via Giorgio La Pira, 35

Bari

Info: 080 5547730