Alz’u bbanne

 

Immagine1.jpg“Alz’u bbanne” è il nome della nuova manifestazione culturale promossa dall’Ass. Opificio delle idee, che si è aperta sabato primo maggio con la pubblicazione del bando di concorso per l’iscrizione e la partecipazione di singoli o gruppi di talento nel mondo della musica, in particolare del rock. Una giuria di esperti selezionerà otto gruppi tra i partecipanti al bando, secondo criteri prestabiliti, i quali accederanno alle serate finali che si svolgeranno in diversi pubs dei paesi limitrofi a Castellana Grotte. In ogni serata saranno previste due esibizioni e a decidere il gruppo che passa al turno successivo sarà sia il pubblico presente, sia la giuria competente composta da musicisti, docenti di musica, giornalisti e radiofonici. Pertanto, il concorso assume un connotato ambivalente, musicale perché vedrà in primo piano il confronto artistico di molti giovani talenti musicali, itinerante perché i settings ideali per le esibizioni musicali saranno locali o pubs del sud-est barese, luoghi di intrattenimento, socializzazione e attività culturale. “Alz u’bbanne” è un espressione dialettale di Castellana Grotte, un vernacolo con cui letteralmente si esprime la volontà di “alzare il banno”, ovvero la chiamata alle armi con cui nel medioevo venivano arruolati i sudditi.

Di certo non dobbiamo arruolare nessuno per fare la guerra, ma per esprimere la propria creatività e talento. Alle nostre orecchie peròImmagine2.jpgu’bbanne è assimilabile per assonanza alla band, al gruppo di rockettari che suoneranno nelle serate finali di settembre e ottobre, e anche al bando, il regolamento che l’Opificio “alza”, divulga per creare, sviluppare occasioni di valorizzazione della cultura del territorio e condividere spazi e momenti di pura riflessione culturale.

Dopo le prime due serate tenutesi a Polignano e a Conversano il concorso musicale voluto dai giovani dell’Opificio delle Idee,circolo Arci di Castellana grotte,approda a Putignano presso il “Living Room” dove a scontrasi saranno gli Occhioterzo e i Frame . Solo uno dei due accederà alla finale che si terrà l’otto ottobre ad Alberobello,per sapere chi non resta che esserci e votare! Come per le altre serate sarà il pubblico (insieme al voto di una giuria competente) a decidere quale delle due bands merita di proseguire nel contest, infatti solo una delle due passerà questa prima fase eliminatoria approdando così alla semifinale di venerdì 8 Ottobre all’Anam Zen (Coreggia) ….

Immagine3.jpgLa manifestazione prevede 3 riconoscimenti rispettivamente ai primi due classificati e un premio della critica.
Il premio per il primo classificato consiste in un buono acquisto per strumenti musicali dell’ammontare di euro 500, mentre per il secondo classificato è previsto un buono per dieci ore di registrazione presso una sala di registrazione della zona.
Il premio della critica, che omaggerà il fattore innovativo del gruppo, sarà assegnato dal Direttivo dell’Associazione e prevederà una targa di riconoscimento.

Mi raccomando non mancate e …..ALZO’T U BBANNE!!!!!!!

 

La pigiatura dell’uva

 

Immagine2.jpgAppuntamento autunnale per il Palio delle Contrade che si conclude quest´anno con la gara de “La pigiatura dell´uva”. L´evento è una nuova interessante opportunità per entrare nella vita contadina e partecipare gratuitamente a passeggiate in vigna e degustazioni guidate. A rendere più suggestivo l´evento, ci sarà la possibilità di assistere all´antica arte della pigiatura dell´uva. La pigiatura dell´uva avrà luogo a Locorotondo, città del vino bianco, in contrada Tamburrino sabato 9 ottobre, a partire dalle ore 15.00. La contrada, circondata da trulli, presenta un palmento ed un ampio spiazzo, un tempo usato per accendere la caldaia per il vin cotto, rappresentando il luogo più adeguato per il recupero delle tradizioni sulla preparazione del vino.

Le otto aree in cui sono state suddivise le 138 contrade locorotondesi si confronteranno due per volta e ogni area si presenterà alla gara con un quintale di uva bianca da pigiare La gara consiste in una breve corsa ad ostacoli tra le viti per poi vuotare i contenitori con l´uva nel tino della pigiatura. Quindici minuti di pigiatura, in cui si daranno il turno un bambino, una ragazza ed un uomo. Alla fine, si misurerà la quantità di mosto pigiato e vincerà chi ne avrà ottenuto di più.

I residui della pigiatura verranno spostati in un torchio privato e verrà ultimata la pigiatura di modo che il mosto ottenuto non sia buttato, maImmagine1.jpg vinificato da alcune famiglie delle contrade in gara. Come nelle passate iniziative, si potranno assaggiare le delizie delle campagne a fine gara mentre una parte del mosto verrà lasciato cuocere in una caldaia davanti ai presenti per ottenere il vin cotto. Lo stesso sarà utilizzato per i prodotti tipici che l´Associazione Il Paese delle Contrade intende presentare durante il suo mercatino a Natale, dove si potranno delibare gustose pettole e cartellate.

“La stagione della vendemmia quest´anno è promettente considerato anche il clima favorevole, – dichiara Paolo Basile, Presidente de Il Paese delle Contrade – per questo abbiamo pensato di organizzare una gara che da un lato recuperi l´arte antica della pigiatura dell´uva, proponendola a chi conosce solo il prodotto finito di una delle nostre maggiori tipicità, e dall´altro diverta gli abitanti delle campagne e i bambini, attraverso il recupero delle loro origini. La pigiatura dell´uva – continua – è un omaggio alla Puglia, tra le prime regioni in Italia per produzione di vino, ma soprattutto a Locorotondo, la città del vino bianco.”

“La pigiatura dell´uva”

un salto nella vita contadina e nel vino buono di Locorotondo

Sabato 9 ottobre dalla ore 15

C.da Tamburrino – Locorotondo

 

Photoriguardi

Immagine1.jpgAnche se siete dei fotografi un po’ pigri (vogliamo rimpolpare questa gallery di Bari, o no?), oggi voglio inaugurare la settimana con la segnalazione di un bel concorso fotografico. Siete ancora in tempo per partecipare. Ergo, scaldate le reflex, mettete a fuoco e dito pronto sul click.

L’Associazione Culturale Il Murattiano in Bari con la Raccomandazione F.I.A.F. organizza il Concorso Fotografico intitolato “BARIphotoriguardi” : la città l’architettura la gente, aperto a tutti gli appassionati di fotografia di qualsiasi livello di esperienza e di tutte le età residenti nella comunità europea e nel bacino del mediterraneo. Il tema del concorso trae spunto dall’incontro tra i numerosi scenari urbani, pertanto ai fotografi partecipanti è richiesto di descrivere come città e campagna, metropoli e ruralità, progresso ed ecologia, si ritrovino, si integrino o completino all’interno della città di Bari attraverso scorci, atmosfere, situazioni, paesaggi, prospettive, sguardi, persone e particolari punti di vista.

 

Sono previste due categorie: cod. a) storie e persone cod. b) paesaggio ed architettura

 

Ogni partecipante potrà iscriversi ad entrambe le categorie, con foto differenti, specificando per ogni immagine la categoria alla quale intendeImmagine2.jpg partecipare. Possono essere inviate massimo 3 foto per categoria che abbiano un formato massimo 30 x 40 cm. e formato minimo 20 x 30 cm. non montate su alcun supporto. Per coloro che alla data di chiusura del bando non avranno compiuto il 18° anno d’età, sarà necessaria l’autorizzazione e la dichiarazione di responsabilità da parte dei genitori.

Le opere accuratamente imballate, dovranno pervenire accompagnate dal modulo partecipazione (allegato 1 al presente regolamento) debitamente compilato e firmato e dalla ricevuta di avvenuto pagamento, con la dicitura sulla busta “BARI photoriguardi CONCORSO FOTOGRAFICO”

per posta franco di ogni spesa, al seguente indirizzo:

Associazione il Murattiano

Via Andrea da Bari 141

70121 Bari

Tel.080.5211169

o consegnate a mano con rilascio ricevuta presso il punto raccolta all’interno della Eucomex snc Viaggi e Turismo

Via Principe Amedeo 151

70100 Bari

Tel.080.5212677

Inoltre per facilitare la pubblicazione delle opere e di quelle vincitrici, dovrà essere spedito, allegando alle stampe anche un CD rom o DVD non riscrivibile contenente una o più delle medesime immagini inviate per il concorso, rigorosamente in formato *.jpg con una risoluzione massima di 300dpi.

 

—>qui<— il bando di concorso completo

—>qui<— la scheda da compilare

Adesso non vi resta che aderire in tantissimi, dando un contributo tangibile al VOSTRO sguardo curioso sulla nostra splendida città.

 

Microsoft & Community Tour 2010, a Bari

Immagine1.jpgSto alla programmazione come una farfalla al wrestling. Io. Ma c’è chi di queste robe ne mastica bene. Benissimo. Anzi. Motivo per cui non potevo non segnalarvi questa grandissima opportunità che inserisce Bari in un tour Microsoft molto ampio, dando (finalmente) anche alla nostro Capoluogo un posto d’onore tra i catalizzatori di menti informatiche d.o.c. . Non deludiamo le aspettative e facciamo in modo che un grande evento come questo non rimanga isolato nel deserto formativo che ci ha sempre contraddistinto (in negativo), rispetto al resto d’Italia, partecipando numerosi.

Nicola Ferrini lavora come Microsoft Certified Trainer (MCT) in diversi centri Microsoft CPLSNicolaF.jpg(Certified Partner for Learning Solutions) in tutta Italia. La sua esperienza vanta diverse migliaia di ore di docenza all’attivo ed è un appassionato di virtualizzazione, sia a livello server che a livello applicativo. Si è avvicinato all’informatica nel 1998 e da allora è iniziata una grande passione che lo ha portato a perfezionarsi e a conseguire prestigiose certificazioni internazionali, diventando prima MCSE ed MCT, fino alle più attuali MCTS ed MCITP. Si occupa principalmente di formazione, technical writing e systems engineering.

Il 12 Ottobre (segnatevi questa data) vi mostrerà le ultime novità relative alla virtualizzazione in Windows Server 2008 R2 e come Hyper-V 2.0 e i Remote Desktop Services permettano di creare un’infrastruttura IT dinamica e facilmente gestibile. Con una serie di demo illustrerà l’attuale soluzione Microsoft per la Virtual Desktop Infrastructure (VDI) e l’uso di System Center Virtual Machine Manager 2008 R2 per gestire al meglio datacenter virtualizzati. Inoltre verrà mostrato come distribuire applicazioni a 32 bit e a 64 bit in modalità  virtualizzata, tramite l’utilizzo di Microsoft Application Virtualization (App-V) 4.6. Verranno discussi i vantaggi relativi alla semplicità di distribuzione, personalizzazione e aggiornamento degli applicativi sia sui Desktop che sui Remote Desktop Services. In particolare verrà dato rilievo al miglioramento dell’efficacia delle attività di installazione e gestione degli applicativi e all’esecuzione side-by-side con le versioni precedenti. La conferenza dura tutta la giornata e ci sarà anche la presenza di uno dei due Microsoft Evangelist IT Pro italiani.

Agenda della tappa di Bari

09:00 / 09:30 – Registrazione

09:30 / 10:30 – Architettura di Hyper-V 2.0
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
10:30 / 11:30 – Windows Server 2008 Service Pack 1
Speaker: Gi orgio Malusardi, IT Pro Evangelist Microsoft Italia
11:30 / 11:45 – Break
11:45 / 13:00 – Progettazione e gestione di datacenter virtualizzati dinamici 
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
13:00 / 14:00 – Pranzo Libero
14:00 / 15:00 – Implementazione di una Virtual Desktop Infrasctructure (VDI)
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
15:00 / 15:15 – Break
15:15 / 16:15 – Introduzione a Microsoft Application Virtualization (App-V)
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it
16:15 / 17:15 – Application virtualization vs Presentation virtualization
Speaker: Nicola Ferrini, WindowServer.it

17:15 – Chiusura Lavori
Iscrivetevi numerosi —> QUI <— inserendo l’ID evento 1032463554 . E lasciamo che “i cervelli” non fuggano. Ma rimangano in Puglia. Per produrre, crescere, lavorare. Soprattutto. Lavorare.
Diffondete. Viralizzate. Fatelo sapere a tutti i vostri amici interessati.