La Notte Bianca di Bari… Gioconda!

 

Immagine1.jpgLa Gioconda, nota anche come Monna Lisa, è un dipinto di Leonardo da Vinci che mostra una donna con un’espressione pensierosa e un leggero sorriso quasi enigmatico. È forse uno dei dipinti più famosi al mondo, essendo un’icona stessa della pittura, o delle arti visuali in generale.

Venne dipinto a Firenze tra il 1503 e il 1506. È proprietà dello Stato francese ed è esposta al Museo del Louvre di Parigi.

L’identità della donna ritratta nel dipinto è stata a lungo controversa ma… studi recenti infattimona_lisa.jpgstarebbero dimostrando collegamenti tra la Gioconda ed Isabella D’Aragona che per molti anni visse a Bari. Nei secoli la donna ritratta è stata identificata come Monna Lisa del Giocondo,Gherardini,amante di Giuliano de’ Medici. La studiosa Maike Vogt-Luerssen, un’autorità in fatto di storia dell’arte ha documentato che la Gioconda sarebbe proprio Isabella d’Aragona, duchessa di Milano e di Bari, figlia del Re di Napoli Alfonso D’Aragona e  di Ippolita Maria Sforza. L’ipotesi si poggia su solide prove come l’analisi delle caratteristiche dell’abito: il bordo riporta le decorazioni con lo stemma della famiglia degli Sforza e della casata degli Aragona-Sforza,   evidente riferimento all’unione in matrimonio delle due potenti famiglie. Ma tali prove non sembrano molto solide  dal momento che non sono state condivise da  altri critici.   Ancora oggi il mistero resta:  ogni  Studioso avanza una ipotesi diversa e contraddittoria.    Infatti Lillian Schwartz, Renato Manetti e Alessandro Vezzosi hanno cercato di dimostrare l’identità della Gioconda con tesi differenti, pubblicate in un unico volume da Po listampa. Tutt’e tre sono giunti alla conclusione che dietro i lineamenti della Gioconda si celano quelli di Leonardo stesso. La spiegazione filosofica offerta da Renzo Manetti parte da un paragone con la Beatrice dantesca. Anche la musaisabellaragona01.jpgispiratrice del poeta fiorentino, infatti, per molti critici rappresenta l’alter ego spirituale di Dante. Monna Lisa, dunque, al pari di Beatrice potrebbe essere l’immagine simbolica del genio di Leonardo.  Alessandro Vezzosi ha supportato la convinzione degli altri due studiosi sul fatto che la Gioconda non raffiguri Monna Lisa Gherardini,  proponendo  un’altra versione: la donna raffigurata nel celebre dipinto  è invece una favorita di Giuliano de’ Medici, il fratello di Papa Leone X. L’ipotesi di Vezzosi nasce dalla ricerca compiuta sulle pagine del diario del cardinale Luigi d’Aragona, scritto dal suo segretario, che rivelano alcune confidenze fatte da Leonardo stesso, il 10 ottobre 1517.

Bari, allora, decide di omaggiare questa Monna Lisa smile tutto pugliese, con una grande e bella manifestazione.

Tutto in una notte”. Per gli organizzatori sarà la prima di una lunga serie. E’ il pilota della “notte bianca” a Bari vecchia che sabato regalerà un nuovo look al quartiere della movida barese. L’iniziativa è della circoscrizione San Nicola Murat in collaborazione con Provincia di Bari, Comune e Confcommercio.

Arte, culto, cultura, negozi, mostre e tanto altro. Ricco il programma di questa notte bianca di sabato 5 Giugno. A partire dalla28558_1196343609043_1842062721_370877_5216258_n.jpg chiese che resteranno aperte fino alle 23. Stesso orario anche per i musei, alcuni dei quali si potranno visitare fino a mezzanotte. La notte bianca sarà poi l’occasione per conoscere meglio alcune chiese di Bari vecchia attraverso le visite guidate che partono alle 20,30 da piazza Odegitria e piazza del Ferrarese.

Piazza Mercantile e via Venezia invece attireranno l’attenzione dei visitatori con mostre d’antiquariato e artigianato. Per finire spazio alla musica con i concerti, in piazza del Ferrarese, dei gruppi “Condotto 7″ e “Adika Pongo”. Al Castello Svevo si è esibirà la Rimbamband.

La notte bianca sarà bella tutta… ma. C’è un ma. Io, personalmente, nutro una sfegatata passione per i Condotto7 (dei quali, a breve, vi parlerò, fantastica tribute band nel nome del Liga nazionale. Occhio alla chitarra di Beppe Arnese!) e per la Rimbamband (non è un gruppo di performer da sentire e da vedere quanto… da vivere!). In più, nota tutta affettiva, questa “notte”, mi viene caldeggiata e segnalata dal caro amico e Consigliere della Circoscrizione Murat, Giuseppe Corcelli, giovane e vivacissima “voce di quartiere” che, già da tempo, accumula consensi e simpatie. Corcelli, oltre a perseverare nell’impegno politico da diversi anni, è rinomato fotografo professionista, ed ha regalato alla manifestazione il volto di una sua foto notturna di Bari Vecchia (splendida, la locandina di “Tutto in una notte”), dove il capoluogo sorride, invitante ed affascinante Signora, proprio come sulla “virgola” femminile dipinta da Leonardo.

Non mancate e, soprattutto, unitevi sinergicamente all’entusiasmo della nostra città che vibra nella… notte bianca!

 

 

 

La Notte Bianca di Bari… Gioconda!ultima modifica: 2010-06-04T05:34:00+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “La Notte Bianca di Bari… Gioconda!

  1. ciao Marileda
    ho visto il tuo blog su Virgilio….e confesso ke sn rimasto estasiato dalla bellezza e dolcezza dei tuoi occhi e del tuo viso, ti scrivo perchè mi piacerebbe poterti conoscere…e magari diventare amici…io adoro scrivere..xcio se ti va…potremo sentirci via mail…io sono Marco, di Milano..la mia mail e: mgtitanic@virgilio.it spero ti andrà di avere un’amico in più..e spero di poter essere io. Un buon venerdi

  2. Caro Marco, grazie per i complimenti 🙂 Adulato anche un maialino sa arrampicarsi su un albero. Accetto di buon grado la tua amicizia anche se, mi sembra corretto anticipartelo, sono sempre abbastanza diffidente con gli sconosciuti, così come Mamma e Papà mi hanno sempre insegnato di fare. Il mio ruolo da queste parti è di segnalare situazioni e sponsorizzare la mia bella città. Spero di avere, un giorno, il piacere e l’onore di poterti accogliere a Bari che, come hai potuto leggere, è sempre ricca di iniziative e spirito 😉

  3. ciao Mari
    grazie di cuore x la risposta, immagino che 6 diffidente, e ti chiedo scusa se…se sono partito subito in quarta come si suol dire, ma lo fatto perchè davvero la tua bellezza mi ha colpito, e credimi non lo scrivo x adularti, o x lusingarti, lo scrivo perchè e vero..e vero x i miei occhi come lo e per la mia mente. Possiamo sentirci sul post della tua città senza problemi, fino a quando non ti andrà di scambiarci mail 🙂 cmq sei stata proprio carinissima a rispondermi, un bacio grande grande e buon week

    Marco

  4. Notte bianca a Bari????Ma state scherzando???Onestamente se consideriamo quella di sabato scorso una notte bianca non so se ridere o piangere. Negozi assolutamente CHIUSI la notte, idem per le bancarelle che già all’una avevano smantellato tutto, la musica è finita pure intorno a quell’ora e poi nulla piu….Scusatemi, ma di cosa stiamo parlando???A me è sembrato piu’ di stare ad una sagra di paese!!!Nelle altre grandi città quando si organizza la notte bianca i negozi rimangono aperti sul serio tutta la notte, cosi’ come il mercato!Non bastano due chiese aperte oltre l’orario normale per dire di essere alla notte bianca!!!Assurdo. Onestamente, bisogna darne atto, la volontà ci stava tutta di realizzare una cosa carina, ma come sempre non basta solo quella ci vuole davvero realismo nel fare le cose. Mi spiace, ma io non mi sono divertito affatto. Non c’e’ mai stata una vera notte bianca a Bari. Una presa in giro ivece si!Scusatemi la franchezza.

    Sergio da Bari.

  5. “MONNA LISA / LA GIOCONDA = ISABELLA D’ ARAGONA”
    Nel loro articolo manca infatti un pezzo di informazione: La signora Maike Vogt-Lüerssen offre una revisitazione della teoria del defunto scrittore Robert Payne (vedi il libro: Robert Payne, ‘Leonardo’, Londra 1979).

  6. Grazie, Marileda.

    Detto per inciso …
    Recentemente sul sito ‘amazon.de’ (08.06.2012), appare il communicato di Maike Vogt-Lüerssen che ha ritirato il suo libro WER IST MONA LISA? AUF DER SUCHE NACH IHRER IDENTITÄT [CHI E MONNA LISA? ALLA RICERCA DELLA SUA IDENTITA] dal mercato siccome questo libro contiene troppi errori!

Lascia un commento